GP Silverstone F1 2016, Mercedes. Penalizzazione per Rosberg!

GP Silverstone F1 2016, Mercedes. Penalizzazione per Rosberg!

Hamilton incornicia un week end

da in Circuito Silverstone F1, Formula 1 2017, GP Inghilterra F1, Interviste Piloti F1, Lewis Hamilton, Mercedes F1, Nico Rosberg
Ultimo aggiornamento:
    GP Silverstone F1 2016, Mercedes. Penalizzazione per Rosberg!

    Come Mansell. Quattro vittorie in patria. Hamilton si mette in tasca la quarta vittoria a Silverstone, ma soprattutto accorcia il gap in classifica che lo separava da Rosberg alla vigilia. Un punto appena, dopo la decisione dei commissari di penalizzare Nico Rosberg per la comunicazione via radio ricevuta quando sulla Mercedes il cambio ha dato noie e l’ingegnere di pista di Rosberg ha indicato la procedura da effettuare per risolvere tutto. Hamilton, lui si gode il successo in casa e si rivolge ai tifosi dal podio: «Non so se potete essere più felici di me, ma io vi sono grato, i tifosi qui sono i migliori. Anzitutto sono contento che sia uscito il buon tempo inglese, nel giro di formazione era asciutto e all’improvviso si è messo a piovere. All’inizio ho dovuto adattarmi, non fare errori, ero il primo in pista. E’ quel che adoro di questa gara, ci sono un sacco di cose che succedono sempre e rendono questa gara la migliore in assoluto».

    Tifosi che riservano qualche “buuu” a Rosberg, per mettere in pari la situazione vissuta in Austria. Pensa anche alle penalizzazioni future che potrebbero arrivare, Hamilton. Si trova al limite con l’utilizzo dei componenti e durante la gara spiega di aver anche tenuto d’occhio il dettaglio: «Ho fatto tutto il possibile per risparmiare il motore, sono all’ultimo e cercherò di portarlo il più avanti possibile. Negli ultimi 10 giri ho risparmiato parecchio, almeno un terzo e spero possa darmi di più nelle prossime gare. Al 99,8% è stato un week end perfetto. Mi è mancato il primo giro in qualifica e un momento in sovrasterzo in curva 1».

    La gara di Rosberg è vissuta su due fasi. La prima, con la pioggia, in grave difficoltà, il sorpasso subìto da Verstappen sui curvoni veloci, dove ha perso la Mercedes con gomme intermedie e pista umida e progressivamente sempre più asciutta.

    La seconda, sull’asciutto, lo ha visto più veloce di Verstappen, una miglior gestione della gomma media, che gli ha consentito di riprendersi la seconda piazza. «E’ stata un partenza complicata, Max mi ha sorpassato e poi c’è stata una bella gara con lui. Alla fine devo congratularmi con Lewis, secondo posto per oggi, dovrò accontentarmi. Il problema con il cambio è stato critico, ero bloccato in settima e prossimo a fermarmi in pista, dovevo risolverlo». Parole, queste ultime, importanti, perché puntano alla linea difensiva di un grave problema di affidabilità, terminale, per il quale il regolamento ammette le comunicazioni via radio. «Loro (il muretto Mercedes; ndr) hanno studiato tutto l’inverno cosa si può dire e cosa no, sono sicuro che andrà bene. Sul bagnato Max era il più veloce in pista, quando mi ha passato stava andando a prendere Lewis, ma sull’asciutto mi sentivo forte, sono contento di averlo passato, è stata una bella lotta. Un po’ aggressivo? Supera al limite quello lì… Va bene così, è stata una bella lotta».
    Questa era la speranza, infranta sugli scogli della direzione gara. I commissari hanno deciso che parte della comunicazione era legittima, non quella che ha “aiutato” Nico nella guida, verosimilmente il passaggio in cui Toni Ross ha detto a Rosberg di passare dalla sesta all’ottava marcia. Con i 10″ inflitti Rosberg arretra in terza posizione.

    Leggi anche | Hamilton trionfa, Verstappen dà spettacolo e Rosberg sub-judice | Vettel: “Non serve mettere tutto sottosopra”

    E’ un Toto Wolff che deve fare i conti ora con le decisioni dei commissari, ma il week end è quel che serviva per ripartire dopo Spielberg: «Dopo un week end come l’Austria, dove avevamo ricevuto tante critiche, tornare così mi fa sentire bene. Le regole sono molto chiare ma al tempo stesso difficili da capire, avevamo un problema che poteva mettere a rischio la fine della gara per Nico, vedremo cosa decideranno i commissari.
    La partenza sul bagnato così, molto bagnato, capisco che si possa partire dietro Safety Car, ma dopo un giro o due deve andar via».

    734

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Silverstone F1Formula 1 2017GP Inghilterra F1Interviste Piloti F1Lewis HamiltonMercedes F1Nico Rosberg