GP Silverstone F1 2016, risultati gara: trionfa Hamilton, spettacolo Verstappen [FOTO]

GP Silverstone F1 2016, risultati gara: trionfa Hamilton, spettacolo Verstappen [FOTO]

Cinquantadue giri con un elevato rischio pioggia. Mercedes partono da favorite assolute, Vettel chiamato alla rimonta

da in Circuito Silverstone F1, Formula 1 2017, GP Inghilterra F1, Lewis Hamilton, Risultati F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    GP Silverstone 2016 – La pioggia regala incertezza e imprevedibilità, non quella sul vincitore del Gran premio di Gran Bretagna. E’ la quarta di Hamilton, magistrale protagonista di una gara partita dietro safety car, per la pioggia arrivata a 15 minuti dal via. Detta il ritmo, vola sul bagnato quando Rosberg soffre e deve guardarsi dalla Red Bull di Verstappen. L’olandese è il man-of-the-race, perché va fortissimo e dà spettacolo, passando la Mercedes all’esterno della curva Becketts, poi resiste in seconda posizione fino alle battute finali, quando Rosberg riesce a riprendersi la posizione, anche causa difficoltà con le gomme posteriori per Max. A 4 giri dalla fine, però, Rosberg riceve l’aiuto del box per un problema col cambio, bloccato in settima. Si attendono i provvedimenti dei commissari, perché non è un’istruzione possibile da ricevere, visto il divieto di aiuto alla guida. Classifica che potrebbe cambiare nelle prossime ore. Ferrari che arriva nelle posizioni di rincalzo, hanno giocato bene la carta strategica, nel passaggio dalle full wet alle intermedie, intuizione azzerata dalla Virtual Safety Car esposta pochi giri dopo, che ha permesso ai primi di fare la sosta perdendo poco tempo. Poi nel passaggio dalle intermedie alle slick, Vettel è stato il primo a giocare la carta nel momento giusto. E’ mancata la velocità, per Vettel anche la penalizzazione di 5″ per aver portato fuori pista Massa mentre erano in lotta per la nona posizione.

    a cura di: Fabiano Polimeni

    Classifica GP Silverstone F1 2016

    Classifica GP Silverstone F1 2016 (4)

    +++ I commissari indagheranno dopo la gara la comunicazione radio data a Rosberg +++

    52/52 - Hamilton all’ultimo giro, va verso la vittoria, Vettel ha 5″1 su Kvyat, dovesse mantenerlo fino all’arrivo sarebbe comunque nono anche con i 5″ inflitti per la penalizzazione. Vince Hamilton! Rosberg e Verstappen a podio, seguono Ricciardo, Raikkonen, Perez, Hulkenberg, Sainz, Vettel e Kvyat, giunto oltre i 5″ e quindi decimo

    49/52 - Rosberg torna a girare su tempi accettabili, ma Verstappen si porta a 1″3. Gli altri distacchi sono tutti piuttosto ampi. C’è la conferma che l’istruzione data a Rosberg è tra quelle vietate. Curiosità per capire come opereranno i commissari

    46/52 - Raikkonen si avvicina molto a Perez tra Luffield e Copse, ora cerca spazio in ingresso della Maggotts, ma lì non si passa. Ecco col DRS verso la Stowe, ma non basta. Vettel ha 4″ di margine su Kvyat, un altro secondo e manterrebbe la posizione anche con la penalizzazione comminata. Problemi per Rosberg! Gira in 39″199! Verstappen riporta a 1″9, Hamilton è a 11″. Problemi per Rosberg, va lento anche nel primo settore, problemi al cambio, gli danno un’istruzione che, probabilmente, non potrebbe ricevere. Nel tratto centrale eccolo tornare veloce, 39″3 il parziale. Raikkonen, intanto, ha guadagnato la quinta posizione. Gli dicono anche di evitare la settima marcia. Istruzione bell’e buona, coaching. Vedremo cosa decideranno i commissari nel dopogara

    43/52 - Ci avviamo nelle battute finali, Hamilton conserva 6″7 su Rosberg, che ha spinto negli ultimi giri per provare ad avvicinarsi alla testa della gara. Verstappen gestisce il margine su Ricciardo, a sua volta con gara solitaria, visti i 28″ su Perez, che deve guardarsi da Raikkonen: gli è in scia, 7 decimi e può attaccare. Hulkenberg settimo, Sainz è a 2″3, poi Vettel a 9″2 da Carlos e con 2″3 su Kvyat. Ora ha aperto il gap per stare davanti a Button perlomeno

    41/52 – Alonso fa la seconda sosta, ancora gomme bianche. Vettel penalizzato! Cinque secondi per aver forzato Massa fuori pista, penalizzazione che non condividiamo, perché i due erano in lotta ed è stato un incidente di gara. Seb va d i nuovo lungo un curva 1, ha 1″7 su Kvyat e 3″7 su Button: deve aprire un gap ulteriore per non uscire dai punti

    39/52 - Massa si ferma ai box, Raikkonen fa il record nel primo settore

    38/52 - Vettel si è liberato di Massa, sale nono e ha 7″7 da Sainz. Raikkonen a 4″5 da Perez. Seb è passato in curva 3, andando lungo e Massa si lamenta per essere stato portato fuori pista, ma Seb ha commesso un errore. Indagano i commissari. Ecco Rosberg, ci prova di nuovo e stavolta passa all’esterno in ingresso della Stowe, Max rerca di replicare alla Club, non ci sta ma Nico è davanti.

    37/52 – Verstappen dice al box che è in difficoltà con le gomme posteriori, potrebbe essere costretto a rallentare il passo, a meno di non fare una seconda fermata: mancano 15 giri al traguardo. Vittoria salda nelle mani di Hamilton, al momento.

    35/52 – Rosberg ci prova va all’esterno della Stowe, quasi affiancati, ma ancora VErstappen davanti. Nico sta provando nel punto più favorevole, col DRS, ma lo prende solo sulla fine del dritto. Comunque girano 1″ più rapidi di Hamilton in testa. Migliori personali di Ricciardo e Perez. Raikkonen sta recuperando sulla Force India, ha 6″3 da Perez. Vettel incollato a Massa, 3 decimi

    32/52 - Perez va lungo in curva 1 e il vantaggio su Raikkonen si riduce a 10″1, ma soprattutto avrà rovinato le gomme. Rosberg le prova tutte per passare Verstappen, può aprire il DRS sull’Hangar Straight, è vicino uscendo dalla Chapel, cerca di farsi vedere alla Stowe e Verstappen chiude la porta. Hamilton intanto si avvantaggia della lotta: 1’36″659, guadagna mezzo secondo su Verstappen: 7″2 di margine. Vettel fa 37″6, è dietro Massa di 4 decimi. Raikkonen fa 37″7. Posizioni cristallizzate nella top ten, a parte le battaglie Verstappen-Rosberg e Massa-Vettel

    30/52 - Ricrea margine su Verstapen, Hamilton: 1’37″4 contro 38″8 di Max, con traffico dei doppiati davanti. Rosberg gli è in scia. Ricciardo fa giro record: 1’37″157, ma a 14″5 da Rosberg. Adesso il tema strategico sarà capire chi riuscirà ad arrivare fino al traguardo senza più soste, le Ferrari devono sperare che chi sta davanti faccia una fermata ulteriore per recuperare.

    29/52 – Raikkonen non riesce a guadagnare su Perez, girano sullo stesso tempo e anche Hulkenberg dietro Kimi ha un passo di 38″5. Sainz fa 38″9 e si trova a 4″8 dalla Force India, con 4″8 su Massa, che deve guardarsi da Vettel, ora ha passato Kvyat alla Stowe. Buona manovra per Seb.

    27/52 - Massa-Kvyat-Vettel in battaglia. Davanti dirano in 3 decimi Hamilton, Rosberg e Verstappen: Max il più veloce, in 37″4. Rosberg si è portato in scia della Red Bull e può usare il DRS, 5 decimi. Lungo di Hamilton in curva 1! Il margine scende a 4″6 su Verstappen, che anche lui ha fatto lungo in curva 1, ecco perché il divario diminuito su Rosberg

    Classifica GP Silverstone F1 2016 (3)

    25/52 - Curva 1 miete “vittime”, lungo anche dell’ottimo Sainz, arretra ottavo. Peccato. Raikkonen e Hulkenberg lo passano. Rosberg fa il record e prende 1 decimo a Verstappen, ma risponde Max. Kvyat si porta dietro Vettel, a 4 decimi, ed entrambi ne hanno di più della Williams di Massa, nono

    24/52 – Fuori anche Alonso in curva 1, dove Raikkonen il giro precedente lo aveva imitato, perdendo la posizione su Sainz. Peccato per Alonso, è arretrato 13mo. Massa prende respiro, ora Kvyat è decimo.

    22/52 – Lungo di Verstappen in curva 1, ripiomba a 7″6 da Hamilton. Rosberg record, 38″7 e Si porta a 3″4 da Verstappen. Raikkonen gira bene ora in 39″5 e può riprendere Perez, davanti di 11″…

    21/52 – Alonso cerca il sorpasso impossibile, con due ruote sull’erba, ma Massa tiene la posizione. Verstappen è in partita per giocarsi la vittoria, fa 40″747 contro 42″1 di Hamilton: 5″4 di gap. Vettel ha preso Kvyat, mentre Ricciardo ha passato Perez.

    Classifica GP Silverstone F1 2016 (2)

    19/52 - Hamilton ha ripreso margine su Verstappen, ha 7″ di vantaggio. Ricciardo è in scia a Perez, 1″. Alonso è decimo a 3 decimi da Massa. I tempi scendono continuamente, Rosberg record: 1’42″559. Stop&go per Palmer, causa Unsafe release. Pista ancora molto insidiosa, tanti controlli. Va forte Alonso, è in bagarre con Massa, gli è in scia

    18/52 – Si ferma Verstappen. Testacoda di Vettel purtroppo uscendo di curva 1, ripiomba 12mo Seb. Le soste ai box non hanno modificato la classifica nella top ten.

    17/52 - Pit anche per le Mercedes, vanno sulle slock. seguiti da tutti gli altri dietro. Solo Verstappen sceglie di stare in pista, stampa 1’47″479. Ferrari che per prima ha giocato il jolly delle medie e Vettel ora fa il giro record: 1’46″324, oltre 1″ più veloce di Verstappen con le intermedie. Pista da gomma slick.

    16/52 - Assurdo Verstappen!! Passa all’esterno della Chapel, Rosberg prova a replicare sull’Hangar Straight!! Sorpasso epico di Max Verstappen, da antologia! Il carico della Red Bull l’ha tenuto in pista alla Chapel. Pit anche di Raikkonen, medie slick per lui. Hamilton in testa fa 1’50″649, Verstappen è a 4″8 da hamilton e ha già aperto un vantaggio di 5″ su Rosberg!

    15/52 - Alonso respira l’aria di battaglia, cerca l’esterno su Hulkenberg in curva 3, ma la Force India allunga sul dritto. Giro record di Verstappen, è a 6 decimi da Rosberg. Hulkenberg cerca la scia sul rettilineo internazionale, tre piloti sulla Copse insieme, Vettel ora è più vicino ai tre che lo precedono. Record battuto da Raikkonen: 1’51″234. Vettel rientra ai box! Azzarderà le slick, unica scelta per provare qualcosa di diverso, monta le medie e rientra 15mo

    14/52 – Ferrari tutt’altro che memorabile, Raikkonen solo ora fa il tempo di Hamilton, dopo 8 giri con le intermedie. Vettel gira più lento di Alonso, 54″5, è il passo di quelli che ha davanti, si tiene a 1″5 di divario. Torna in bagarre Alonso con Hulkenberg e Massa. I primi tre girano in 51″5 e 51″7, Peres 52″9, Ricciardo 52″8, Raikkonen ora 53″9 – ma ha fatto un lungo – poi Sainz in 53″5, Massa 54″9, Hulkenberg 54″8

    13/52 – Solo 1″6 tra Rosberg e Verstappen, sta volando Max in queste condizioni. Si è ritirato, intanto, Ericsson. Hulkenberg ha nel mirino Massa, nel primo settore è molto più in forma della Williams esce velocissimo dalla Luffield ma quasi gli parte la macchina con aquaplaning sulla Woodcote e perde l’occasione per passare.

    12/52 - In queste condizioni Ricciardo e Verstappen sono i più veloci in pista al momento. Rosberg spinge per rispondere a Max alle sue spalle. Raikkonen rimedia 2″ da Ricciardo, Sainz gli sta guadagnando decimi, mentre Hukenberg è in scia di Massa verso la Copse. Chiude il giro con 51″474 Hamilton: è record. Sainz è molto in palla, ha aperto un ampio gap su Massa e gira sui tempi di Raikkonen

    11/52 - Si gira Bottas! E perde posizioni, rientra 14mo! Davanti Verstappen fa il giro record, in 51″8, riduce a 2″5 il distacco da Rosberg. Tuti gli altri sgranati, c’è Vettel a 1″ da Alonso

    10/52 - Hamilton fa il giro record: 1’52″3 contro 52″7 di Rosberg, con Verstappen anche lui 52″7. Raikkone gira in 55″4, molto più lento di Ricciardo, che fa 53″7 davanti lui. Vettel gira tra i 4 e 7 decimi più veloce di chi è davanti

    9/52 - Rosberg sembra trovarsi meglio con le intermedie, riduce il gap a 4″7, Verstappen è a 3″1 da Nicoo, in bella bagarre abbiamo sainz, Massa, Bottas, Hulkenberg, Alonso. A un secondo da questo gruppetto, Vettel

    Classifica GP Silverstone F1 2016

    8/52 - Al box le Mercedes, Verstappen, Perez, Nasr ed Ericsson. Tutti su intermedie, la VSC favorisce chi era rimasto ancora in pista. Adesso facciamo il punto della situazione. Hamilton, Rosberg, Verstappen, Perez, Ricciardo, Raikkonen, Sainz, Massa, Bottas e Hulkenberg è l’attuale top ten. Vettel è 12mo

    7/52 – Ai box Ricciardo, Massa, Kvyat, Button, resta in pista Hamilton, Rosberg gira molto più lento e deve guardarsi da Verstappen nella parte più bagnata. Ancora con gomme full wet le Mercedes, le Sauber, Verstappen, Perez, Gutierrez e Wehrlein. Tutti gli altri su gomme intermedie, ora Ricciardo rientra davanti a Raikkonen. Raikkonen in bagarre con Ricciardo, Sul Wellington Straight cerca di star vicino, ma intanto ecco Wehrlein fermo in curva 1, era appena passato alle intermedie: Virtual Safety Car. Hamilton ha già 6″ su Rosberg e si ferma a fine giro

    6/52 – Via alla corsa libera, rientrano in tantissimi, tra cui le Ferrari, le Williams, Hamilton in testa, poi Rosberg, Verstappen, Ricciardo, Perez, Massa, Kvyat, Button, Palmer e Haryanto. Caos in pitlane per passare alle intermedie. Gran traverso di Verstappen uscendo dalla Club.Grandissima rapidità in Ferrari per dare vantaggio a entrambi i piloti, che uscita di Sainz! Quasi si scontra con Hulkenberg. In pista intanto Hamilton ha 3″2 su Rosberg

    5/52 – La safety car rientrerà a fine giro. In Williams si preparano per un pit-stop

    4/52 – Ancora processione dietro safety car… Hamilton ha continuato a ribadire la difficoltà a mandare in temperatura la gomma, per il ritmo lento – per le monoposto – della Mercedes AMG GT di sicurezza. Ericsson dice al box che presto si andrà sulle intermedie

    3/52 - Siamo al terzo giro dietro safety car

    14:00 – Via al primo giro, dietro Safety car. Sulla griglia di partenza è uscito adesso il sole. Hamilton si lamenta della safety car che va lenta e fa scendere le temperature delle gomme. Pista molto difficile da interpretare, pozze d’acqua sul Wellington Straight e sulla Woodcote, spiega Vettel, mentre l’Hangar Straight è praticamente già da gomma intermedia

    13:57 – Scopriamo la scelta delle gomme dei piloti in griglia. Quello che poteva essere un importantissimo fattore di imprevedibilità da sfruttare, la partenza, è stata neutralizzata, visto che si scatterà lanciati, dietro safety car. Tutti partiranno con gomme da bagnato estremo

    +++ Ennesima scelta folle della direzione gara! Partenza dietro safety car!! Assurdo +++

    13:47 – «Adesso è molto più difficile, se la scelta delle gomme all’ultimo momento è sbagliata, la corsa va via! Per me meglio condizioni uguali per tutti», dice Lauda. Intanto piove tanto e potrebbero non bastare le intermedie! Full wet o azzardo con una mescola intermedia e riuscire ad andare più lunghi con l’asciugarsi dell’asfalto? Scelta cruciale. Ci sarà tempo fino ai meno 3 minuti dal via e, a rendere le cose più complesse, c’è il fatto che la pioggia è arrivata quando tutti erano ormai schierati, senza possibilità di capire in quale parte del circuito stesse piovendo con maggior intensità

    13:43 – Prepariamoci a una gara esaltante, perché le condizioni dell’asfalto sono difficilissime, pioviggina quanto basta per bagnare la pista ma non a sufficienza per le gomme intermedie. «La pioggia può sempre esserci utile. Non siamo super competitivi, sicuramente viene a piovere. Tutto il week end è andato bene, speriamo bene», dice Alonso. Ecco ora pioggia vera! A meno di 20 minuti dal via si prospetta il via con intermedie, piove decisamente, la direzione gara darà pista bagnata

    13:40 – Diversamente da quanto vi avevamo segnalato in precedenza, Ericsson non partirà dalla griglia ma dalla pitlane, perché i meccanici hanno dovuto sostituire la scocca, poiché la cellula di sopravvivenza era rimasta danneggiata nell’incidente durante le libere 3

    13:30 – Pitlane aperta! 15 minuti per schierarsi in griglia. La pitlane è ancora scivolosa, sul tracciato non dovrebbero esserci problemi a partire con le slick, ma che nuvole all’orizzonte!

    13:16 - Iniziamo a guardare quali potranno essere le strategie in vista della gara, ammesso che la pista resti asciutta e si possano utilizzare le slick. Interessante notare le raccomandazioni Pirelli sull’utilizzo massimo per ciascuna mescola, un modo per mettersi al riparo da azzardi scelto dalla squadra e con potenziali rischi di cedimento, come accaduto in Austria. Pirelli raccomanda che con ciascuna mescola non siano superati i seguenti numeri di giri: Hard (ha sviluppato del graining nelle simulazioni di long run del venerdì) = 26 giri; Medium = 28 giri; Soft = 15 giri La sosta più veloce è quella su due soste, con due stint su gomme soft da 12 giri ciascuno e uno stint da 28 giri sulle medie. L’alternativa, la seconda strategia più rapida, prevede tre soste: tre stint sulle soft da 12 giri ciascuno e uno stint da 16 giri con le medie. La terza alternativa prevede ancora due soste: uno stint sulle soft di 12 giri + uno stint di 14 giri sulle soft nuove + uno stint di 26 giri sulle hard. La strategia più lenta in assoluto è su due pit, uno stint sulle soft di 12 giri + due stint di 20 giri sulle medie

    Leggi anche | Qualifiche: Hamilton record, Rosberg secondo | Vettel: “Dobbiamo migliorare, serve un po’ di tutto”

    1. Hamilton 2. Rosberg

    3. Verstappen 4. Ricciardo

    5. Raikkonen 6. Bottas

    7. Sainz 8. Hulkenberg

    9. Alonso 10. Perez

    11. Vettel (+5 pos. pen.) 12. Massa

    13. Grosjean 14. Gutierrez

    15. Kvyat 16. Magnussen

    17. Button 18. Palmer

    19. Haryanto 20. Wehrlein

    21. Nasr 22. Ericsson

    12:45 – Sebastian Vettel ha davanti una gara in salita, ma non demorde: «E’ soltanto alla partenza, non è finita e possiamo migliorare. Speriamo in una buona partenza e poi vedremo cos’accadrà. Credo di poter fare molto meglio in gara, conoscendo il meteo e la gara, tutto è possibile. Credo che dovremo cercare un bel passo avanti, le Mercedes sono troppo veloci, le Red Bull sembrano più o meno al nostro livello, con un po’ di fortuna e con il meteo, tutto è possibile. A volte sono cose che capitano, certo non è ideale quel che è successo con il guasto al cambio, non vedo perché non potremo fare una buona gara»

    12:40 – «Vedremo se queste condizioni si adatteranno a noi, dovesse restare così potrebbe essere una gara divertente. Dovrebbero arrivare degli scrosci d’acqua per tutto il pomeriggio, le condizioni miste mettono del pepe. In condizioni intermedie abbiamo dimostrato di andar bene», analizza Ricciardo

    12:35 – «Al momento non penso al campionato, penso solo a vincere la gara qui», racconta Rosberg

    12:30 - Buona domenica, appassionati di Formula 1. Tra 90 minuti il via al GP di Gran bretagna a Silverstone. Prima notizia di giornata: Marcus Ericsson, assente ieri in qualifica, parteciperà al gran premio e partirà ultimo

    3079

    PIÙ POPOLARI