GP Silverstone F1 2016: Vettel in pista con l’evoluzione di Halo

GP Silverstone F1 2016: la Ferrari è scesa in pista nuovamente con il sistema Halo che verrà probabilmente introdotto dal mondiale di Formula 1 2017.

da , il

    Durante le Prove Libere del Gran Premio di Silverstone F1 2016 la Ferrari ha portato e testato nuovamente in pista l’Halo, la protezione dell’abitacolo che dovrebbe essere installata su tutte le monoposto a partire dal prossimo campionato. A differenza di quella originaria e provata in pista durante i Test pre-campionato, questa evoluzione ha una parte estraibile per facilitare l’estrazione del pilota in caso di incidente. In Austria, sette giorni fa, gli uomini della Fia sono stati impegnati nel box Ferrari per dei test statici, ed ora si è vista nuovamente in pista la monoposto di Vettel con questa protezione. Per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Silverstone F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    La Ferrari porta Halo ai test

    Ricordate la proposta, firmata Mercedes, di inserire la protezione Halo per la sicurezza dei piloti? Da quel giorno si è iniziato a lavorare duramente su come salvaguardare il casco del pilota. Durante i test di Barcellona, la Ferrari SF 16-H di Kimi Raikkonen era scesa in pista con questa nuova protezione che avrà lo scopo di deviare eventuali detriti impazziti e salvaguardare la testa del pilota in pista. Nella galleria fotografica troverete le immagini di questo avveniristico sistema che verrà introdotto, con molta probabilità nel mondiale 2017. Ma saranno davvero così le monoposto del prossimo anno? Il dilemma è quasi filosofico. Sicurezza o tradizione? Cambiamento necessario o preoccupazione eccessiva? Che sponda scegliere? Va ammesso che dopo la morte di Jules Bianchi molti piloti hanno chiesto maggiore protezione per la testa. Nella Formula 1 tecnologica di oggi, è la testa l’unica parte che resta veramente esposta al rischio di contatti gravi. Ogni tanto suona l’allarme perché un detrito impazzito va a colpire i caschi dei piloti o, in caso di impatto anomali, qualche monoposto prende il volo e rischia seriamente, fregandosene altamente delle paratie laterali, di schiacciare il casco di chi sta all’interno della vettura.

    Abitacolo con Halo: sarà così la Formula 1 del 2017?

    Una soluzione come quella Halo ridurrebbe il pericolo per i piloti. Il disegno è interessante. In tempi recenti, oltre al terribili incidente dello sfortunato Bianchi, ricordiamo anche la molla che ha colpito il casco di Felipe Massa rischiando di portargli via un occhio e la ruota impazzita che in Formula 2 ha colpito la testa di Henry Surtees, figlio del campione del mondo John Surtees, togliendogli tragicamente la vita. In Belgio, anni fa, alcune monoposto sono planate sopra a quelle di altri colleghi sfiorando contatti con i caschi. Il pericolo è sempre dietro l’angolo e i piloti sembrano voler maggior sicurezza. Ecco perché Alex Wurz, ex pilota di F1 e presidente della GPDA, l’associazione dei piloti, ha confermato con un comunicato che i piloti per il 2017 hanno richiesto maggior sicurezza. L’introduzione di Halo, l’aureola a forma di triangolo, sembra sempre più vicina e i continui test portano ad una F1 2017 rivoluzionaria.