GP Silverstone F1 2017, Hamilton: “Mercedes grandiosa, il piano è di vincere il titolo”

Vince in casa, il GP di Silverstone F1 2017 è un trionfo per Hamilton. Wolff conferma Bottas, che riconosce la fortuna nella rincorsa al secondo posto

da , il

    GP Silverstone F1 2017, Hamilton: “Mercedes grandiosa, il piano è di vincere il titolo”

    Doveva farsi perdonare l’assenza di Londra, Lewis Hamilton. E al dominio nel Gran Premio di Silverstone F1 2017 ha abbinato il consueto show fuori dalla pista. Bagno di folla sotto il podio e Lewis si è dedicato interamente ai tifosi, tuffo sulla folla da rockstar, come un anno fa. Nel frattempo i finlandesi ad aspettarlo in conferenza stampa, piuttosto insofferenti del ritardo. Ha avuto la gara in pugno per tutti i 52 giri, mai un sussulto. Mercedes che realizza una doppietta che sembrava impossibile e lo sarebbe stata, senza i problemi di Raikkonen, come hanoo ammesso onestamente Valtteri Bottas e Toto Wolff. «Meravigliosa la doppietta, Valtteri ha gestito le gomme molto bene, non è andato troppo forte quando non doveva. Un secondo posto fortunato, tanta sfortuna per le Ferrari, ma ci prendiamo il podio. La Ferrari va molto forte, oggi è stata molto sfortunata ma dobbiamo restare con i piedi per terra. Dobbiamo lavorare ogni week end e alla fine chiudere bene», il commento del team principal, che ha anche confermato “al 90%” il rinnovo di Valtteri Bottas.

    Silverstone rimette in equilibrio quanto accaduto a Baku? «Per la prima volta siamo stati fortunati, a Baku abbiamo pagato il problema poggiatesta in una gara che normalmente avrebbe vinto Hamilton», prosegue Wolff, che dà anche una propria visione del perché possa essere accaduto il problema delle Rosse: «Con curve molto veloci e tanto carico aerodinamico, le gomme lavorano duramente. Va trovato un setup che non fa lavorare troppo le gomme e un compromesso tra velocità e durata».

    Episodi che non hanno inciso minimamente sul trionfo di The Hammer. Hamilton che, intervistato dall’attore Owen Wilson – doppiatore dell’ultimo Cars – dal podio, dice: «Ho avuto un sostegno immenso nel week end, grazie ai tifosi. Il mio piano è di vincere il campionato, poi di partecipare a Cars 4… E’ molto bello essere qui, grazie mille ai tifosi, ora verrò lì tra poco. Grazie intanto per il sostegno, tutti i ragazzi, Billy, i miei amici, qanti mi hanno ispirato, questa gara è per voi.

    Il team ha fatto un lavoro eccezionale e la macchina ha dato sensazioni grandiose. Sono molto fiero di tutti. Anche Valtteri ha fatto un lavoro eccezionale, rimontando. Un week end perfetto come team, ero davanti in partenza e sono riuscito a gestire il vantaggio che avevo su Kimi. Pezzo su pezzo ho provato ad aumentarlo, dovevo fermarmi al giro 19 ma sono riuscito ad allungare lo stint un bel po’. Dovevo solo gestire il vantaggio di 13-14″. Sugli schermi vedevo la gara degli altri e negli ultimi giri ci sono andato leggero, non volevo avere i problemi degli altri». Un’analisi dettagliata, che non manca di approfondire nella fase in cui maggiormente ha guadagnato su Raikkonen: «Avevo 3-4 giri da fare prima del pit, lì ho recuperato oltre 1″ al giro su Kimi e ho fatto la differenza. Tutta la fase prima e dopo il pit è stata perfetta, anche perché al rientro in pista c’era Valtteri vicino ed era importante che non lo rallentassi».

    Bottas accorcia le distanze nel mondiale da Vettel, vede però allungare Hamilton. «Sono molto contento, non è stata una gara semplice partendo nono. Ci sono state diverse macchine non facili da superare, la strategia è stata perfetta, poi alla fine abbiamo avuto un pizzico di fortuna con la foratura di Kimi. Complimenti a Lewis.

    E’ un week end perfetto per le circostanze che si sono presentate e la posizione di partenza. La macchina era fantastica da guidare. Ho iniziato con le soft e l’ho portata più a lungo, ampliando lo stint. Con le supersoft il passo era anche migliore. Realisticamente Kimi era lontano e sarebbe stato difficile riprenderlo e fare secondo, ma ha avuto un po’ di sfortuna».