GP Silverstone F1 2017: Pirelli porta mescole più morbide per favorire le strategie

La Pirelli ha deciso di portare le Supersoft al posto delle Hard nel GP di Silverstone della F1 2017. Questo favorirà le strategie dei team durante il Gran Premio.

da , il

    GP Silverstone F1 2017: Pirelli porta mescole più morbide per favorire le strategie

    Nel fine settimana si correrà il GP Silverstone F1 2017, giro di boa della stagione. La Pirelli, forniture unico degli pneumatici, ha concesso ai piloti e team tre tipi di mescole: P Zero White medium, P Zero Yellow soft e P Zero Red supersoft, modificando di fatto la prima scelta che era invece ricaduta sulle P Zero Orange hard, P Zero White medium e P Zero Yellow soft. I piloti avranno dunque a disposizione delle mescole più morbide rispetto a quelle che erano state programmate in precedenza. Questa decisione della Pirelli è stata presa in comune accordo con la FIA, i piloti e le scuderie. Considerando l’alta abrasività dell’asfalto inglese e la presenza di molte curve veloci, i team dovranno gestire al meglio le gomme per essere competitivi in pista durante l’intero fine settimana britannico. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Silverstone F1 2017 con risultati e classifica!

    Il circuito di Silverstone è una delle tappe più importanti dell’intera stagione. Per molti team è considerato il ‘GP di Casa’ ed è facile ipotizzare che tanti piloti cercheranno di conquistare un grande risultato per rendere felici team e sponsor. Ma vediamo nel dettaglio come si presenta il tracciato britannico con le insidie e i punti di forza.

    Silverstone ha molte curve veloci e impone alla monoposto molti carichi laterali. Come dicevamo in precedenza in Inghilterra c’è un asfalto molto abrasivo e questo porta tanto grip sugli pneumatici. La scelta di Pirelli di portare le Supersoft, all’esordio su questa pista, obbligherà i piloti ad imporre la gara su più soste. Sulla pista inglese non ci sono lunghi rettilinei e il livello di deportanza è alto.

    Un fatto da tenere sempre in grande considerazione nel GP d’Inghilterra è il clima. Imprevedibile come sempre e che potrebbe variare passando dalla sole alla pioggia in brevissimo tempo.

    Infine per la Pirelli, quella di Silverstone, sarà la trasferta più corta di tutte, essendo l’autodromo a soli 30 minuti dalla sede di Didcot, sede del motorsport dell’azienda. Questo tracciato è tra i più utilizzati per i test ed è una delle piste che si “gomma” più velocemente.