GP Silverstone F1 2017, Verstappen: “Bella lotta con Vettel, molto dura ma corretta”

Red Bull ottiene il massimo nel GP di Silverstone F1 2017, complici le difficoltà improvvise di Vettel. Gran rimonta di Ricciardo

da , il

    GP Silverstone F1 2017, Verstappen: “Bella lotta con Vettel, molto dura ma corretta”

    Sono tra quanti hanno divertito, nel Gran Premio di Silverstone F1 2017. Red Bull chiude a ridosso del podio, quarto Verstappen e quinto Ricciardo. Applausi per Daniel, partiva dal fondo, diciannovesimo, e ha prodotto due rimonte. La prima, in avvio, dopo la ripartenza al termine della fase dietro safety car, lo ha visto divorare tre posizioni in poche curve, ma la quarta, l’assalto su Grosjean e la tredicesima piazza lo ha riportato a fondo gruppo.

    Verstappen, invece, protagonista di una partenza vivace, nella quale ha battagliato con le Ferrari. Davanti a Vettel nei primi metri e dopo curva 1, ha ceduto la posizione a Seb prima della staccata di curva 3, dove ha provato l’esterno e passato la Ferrari. Da lì è stato un “ostacolo” al ritmo di Vettel. E meno male. Bel duello tra i due, Ferrari più veloce sull’Hangar Straight e la possibilità di attaccare alla Stowe. Vettel ci ha provato, Verstappen ha resistito e mostrato i denti sulla penultima curva.

    Tutto rinviato alla sosta ai box e l’undercut per Vettel. Poi, nel finale, visti i problemi capitati a Seb, la chiamata del box Red Bull per far rientrare Max, che poteva contare su un margine di sicurezza su Nico Hulkenberg. «Ho faticato molto con l’anteriore sinistra, come tanti altri. Ci siamo detti: entriamo ai box per evitare la foratura. Credo sia stata la decisione giusta.La partenza è stata molto buona, mi sono divertito, è stato un peccato perché volevo andare all’esterno di Kimi su curva 2 e Seb mi ha ripreso, poi però ho avuto una bella battaglia con lui. E’ stata una bella lotta, molto dura ma corretta. Non credo abbiamo il passo della Ferrari, soprattutto in questa gara, eravamo indietro anche se non siamo andati male».

    Nessuno, invece, meglio di Ricciardo, riesce a raccontare la rimonta messa in piedi a Silverstone. E Daniel guarda già all’Hungaroring, dove potrà dar fastidio in modo molto più incisivo questa Red Bull a Mercedes e Ferrari. «E’ stata dura, all’inizio quando ero indietro c’era un casino, ho visto le due Toro Rosso davanti a me ed è stato difficile navigare là in mezzo. Alla ripartenza sono stato molto forte, ho passato Magnussen, poi Stroll, ho visto Grosjean alla curva 7 all’esterno ma non c’era spazio, sono stato ottimista e lui mi ha chiuso. Lì ho distrutto un po’ la macchina e ho dovuto ricostruire la rimonta daccapo. Alla fine sono quinto ed è stato divertente. Pensavo di poter entrare nei primi 8 prima del via, quinto non l’aspettavo. Dopo l’incidente con Romain non pensavo fosse possibile. Con le gomme soft la macchina era forte, nonostante avesse dei danni. In Ungheria è sempre stata una pista favorevole alla nostra macchina, guardo a un podio».