GP Singapore 2015, Sebastian Vettel: “Che vittoria, possiamo insidiare la Mercedes”

L'intervista di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen dopo il Gran Premio di Singapore 2015. Le due Ferrari sono arrivate sul podio con Vettel in prima posizione.

da , il

    Podio di Singapore

    Sebastian Vettel ha vinto meritatamente il Gran Premio di Singapore. Per il tedesco della Ferrari è il terzo successo nel Mondiale 2015 e quando mancano ancora sei gare alla fine della stagione è riuscito a ridurre il suo gap da Hamilton a 49 punti. Sembra impensabile pensare ad una clamorosa rimonta che porti Vettel fino al titolo mondiale ma sicuramente il tedesco potrà dire ancora la sua nei prossimi Gran Premi stagionali. A completare la festa della Rossa ci ha pensato Kimi Raikkonen con un solido terzo posto finale alle spalle della Red Bull di Daniel Ricciardo, secondo al traguardo. Girate la pagina per leggere l’intervista ai due piloti della Ferrari dopo il Gran Premio di Singapore 2015.

    Interviste a Vettel e Raikkonen

    Vettel urla la sua gioia in radio dopo aver vinto il Gran Premio di Singapore: “Che giornata incredibile, mi sentite. Grazie ragazzi, forza Ferrari”. Un urlo liberatorio dopo due ore di guida impeccabile tra i muri e guardrail di Marina Bay. La vittoria di Sebastian Vettel non è stata affatto semplice per i molteplici episodi successi come l’entrata in pista di un tifoso. Il ferrarista ha spiegato le sue sensazione a fine gara sul podio: “È stata una gara unica, molto intensa, con qualche problema per le safety car che ci hanno messo pressione e distrutto il vantaggio. Due volte avevo accumulato circa sei secondi su Ricciardo ma poi ho dovuto ripartire sempre da zero. Nel secondo stint ho dettato il passo per controllare il gap e alla fine sono riuscito a vincere che era il mio obiettivo. È un grande giorno per me e la Ferrari e ringrazio il team per il lavoro svolto in questi mesi. In questo weekend abbiamo fatto grandi miglioramenti dal venerdì in poi, in qualifica ho avuto un’auto fantastica e oggi abbiamo concretizzato. Singapore mi piace molto e se ci saranno altri week end come questi potremo dare fastidio alla Mercedes da qui a fine stagione”. Sul podio è salito anche l’altro ferrarista, Kimi Raikkonen. Il finlandese, dopo una buona partenza, sembrava potesse avere le carte in regola per ambire al secondo posto ma nella seconda parte di gara non è riuscito a stare con la Red Bull di Ricciardo. Ecco le parole del finlandese: “Il doppio podio speriamo sia un segnale per il futuro della Ferrari. Ci ho provato all’inizio ma non avevo possibilità di fare meglio del terzo posto. Oggi ho provato a spingere fino alla fine, ma è un buon podio e va bene per il team anche in ottica del Mondiale Costruttori. Dobbiamo continuare cosi perchè la macchina sta facendo grossi progressi”.