GP Singapore F1 2011: Alonso e Ferrari più vicine alle Red Bull

Formula 1: Fernando Alonso e la Ferrari commentano le prove libere sul circuito di Singapore

da , il

    ferrari singapore fernando alonso

    Ferrari in crescita sul circuito di Singapore. A dirlo sono i risultati delle prime due sessioni di prove libere che vedono Fernando Alonso unico pilota in grado di contenere al di sotto del mezzo secondo, due soli decimi per la precisione, il distacco dalla Red Bull del solito imprendibile Sebastian Vettel. A confermare che l’ottimismo può essere alimentato, ci pensa lo stesso pilota spagnolo che, nonostante le difficoltà riscontrate tra interruzioni e prove comparative non sempre semplici da interpretare, intravede qualcosa di positivo.

    FERNANDO ALONSO. Tante interruzioni e trenta minuti in meno a disposizione causa lavori dell’ultimo secondo sul circuito di Singapore hanno impedito alla Ferrari, così come agli altri team di effettuare il lavoro previsto:“Abbiamo cercato di ottimizzare al massimo i novanta minuti disponibili nella sessione serale e, almeno in quest’occasione, tutto è filato liscio - ha spiegato Fernando AlonsoTutto sommato, sono soddisfatto di quanto abbiamo potuto vedere oggi. Qui come a Monaco per un pilota è molto importante girare in modo da trovare i riferimenti ideali per poter spingere al limite ma non un centimetro oltre perché ogni errore si paga a carissimo prezzo”. Il pilota di Oviedo conferma che la Ferrari in pista a Singapore è molto più competitiva di quella vista nei veloci ultimi due tracciati del Belgio e d’Italia:“La macchina è più o meno come ci aspettavamo e le sensazioni di questo venerdì sono sicuramente migliori rispetto a quelle di Monza e di Spa ma dobbiamo essere realisti e non aspettarci delle grandi sorprese: la Red Bull è anche qui la favorita e anche la McLaren è molto forte. Noi cercheremo di sfruttare ogni possibile opportunità.”

    GP SINGAPORE F1 2011. “Non siamo riusciti a fare tutto quello che volevamo - ha dichiarato Pat Fry nel commentare le prove libere, appuntamento nel quale la Ferrari ha portato in pista le ultime novità del 2011 sulla 150° Italia - Avevamo alcune nuove soluzioni in vettura: alcune hanno dato il responso atteso mentre su altre si deve ancora lavorare. Fatte salve le solite considerazioni sulla valutazione dei risultati del venerdì, sembra che siamo tornati più vicini alla situazione che avevamo visto prima della pausa estiva. Il responsabile aerodinamico di Maranello si accoda ai suoi piloti, paragonando Singapore ad una Montecarlo… se possibile ancora più dura:“Come a Monaco, la minima sbavatura si paga a caro prezzo. Bisognerà quindi fare molta attenzione a non andare oltre il limite. Un fattore molto importante sarà il comportamento degli pneumatici: in gara sarà cruciale scegliere il momento migliore per fare il pit-stop.”