GP Singapore F1 2014, occhio ai freni: i dati della Brembo

I dati forniti dalla Brembo rivelano l'impegno gravoso sui freni atteso al Gran premio di Singapore di Formula 1

da , il

    gp singapore f1 2014, frenate circuito

    Oltre a essere impegnativo sulla trazione, il Gran premio di Singapore metterà a dura prova anche l’impianto frenante. Non tanto per la violenza delle staccate in termini assoluti, come invece poteva accadere a Monza e le due frenate alla prima e seconda variante, quanto piuttosto per lo stress continuo riportato sull’impianto.

    La Brembo fornisce alcuni dati interessanti di un giro sul circuito di Marina Bay, dal quale si scopre che sono ben 13 i momenti nei quali attaccarsi ai freni, con un periodo complessivo del 20% sulla durata del giro. Cosa rende la gara in notturna così particolare su dischi, pinze e pastiglie?

    | SCARICA IL PDF CON LE SINGOLE FRENATE IN DETTAGLIO |

    La rapida successione di staccate, la bassa possibilità di raffreddare l’impianto, sono fattori che accrescono l’usura sui materiali d’attrito (dischi e pastiglie) e l’affaticamento. Mancherà pure la decelerazione da oltre 5G frontali, tuttavia, si contano ben quattro aree con decelerazioni ampiamente superiori ai 4G.

    In assoluto è la staccata numero 7, quella in fondo al primo lungo rettilineo da Drs, dopo il traguardo, la più esigente. Lo spazio di frenata è pari a 108 metri per un tempo di 2″ con il piede a esercitare 119 kg sul pedale: si passa da 311 km/h (velocità stimata) a 109, pari a 4.9G di rallentamento.

    La prima frenata, al termine del rettilineo di partenza, è appena più “lieve”, con 4.79G, 87 metri di frenata e 1″46. Le altre due staccate impegnative sull’impianto sono la 10 e la 13, rispettivamente con 4.07G e 4.2G.

    | ORARI E PREVISIONI METEO PER IL GRAN PREMIO |

    I piloti dovranno stare particolarmente attenti all’usura e un impegno ancor maggiore arriverà dal divieto di comunicazioni via radio sulla ripartizione della frenata tra anteriore e posteriore da parte del box. Tante staccate automaticamente significa tanta energia da recuperare per l’Ers, diversamente da Monza che era più avara sotto questo punto di vista.

    Dati forniti da Brembo