GP Singapore F1 2014, passo gara: Ricciardo insidia le Mercedes

Le prove libere del Gran premio di Singapore hanno tracciato un quadro anche sul ritmo gara da attendersi domenica

da , il

    F1 GP Singapore 2014   venerdì pre gara

    Tracciare un ritmo gara veritiero dopo le prove libere del venerdì a Singapore non è semplice, perché al di là dei giri nel long run, tra le 10 e 13 tornate in sequenza, ci sono passaggi molto lenti per tutti i piloti, che alterano l’idea di quale potrebbe essere il target in grado di mantenere.

    Nico Rosberg è senz’altro il più costante nella prestazione, pur senza brillare con passaggi velocissimi. La sua sequenza di 13 giri parte da 52″52 e chiude in 53″82, con in mezzo tanti passaggi tra il 53″5 e il 53″ alto. Apparentemente molto più veloce è Hamilton, che nei 10 giri percorsi a parità di gomme, le supersoft, intervalla crono da 52″ alto con tornate decisamente lente.

    | PROVE LIBERE 2: HAMILTON, POI ALONSO |

    Inizia nello specifico con 52″2 e chiude l’ultimo passaggio in 53″69. Bene Ricciardo, autore di 13 giri, con un decadimento evidente negli ultimi due giri. Inizia da 52″5 e finisce in 54″9, nel mezzo si può scorgere un passo da 53″ basso.

    E la Ferrari? Raikkonen ha provato principalmente le gomme morbide, pagando tempi molto più alti (tra il 54″ e il 55″), mentre il riscontro diretto arriva con Alonso. Fernando in 11 giri riesce a stare sul 53″ medio, iniziando il run con 1’52″52 e terminando in 1’55″21.

    Resta da capire se Red Bull e Ferrari saranno in grado di gestire le gomme e fare solo due soste, come appare intenzionato a fare Rosberg, oppure, se i tempi rapidi si pagheranno con una sosta in più al box, il che vanificherebbe probabilmente la prestazione. L’evoluzione della pista, sempre più gommata, dovrebbe aiutare ad andare verso i due pit-stop in gara, a meno di un evidente degrado sulle gomme posteriori.

    Fabiano Polimeni