GP Singapore F1 2015, Horner: fornitura Ferrari? Vogliamo essere competitivi

Ottimo risultato Red Bull nelle qualifiche del Gran Premio di Singapore, ma c'è un altro tema a tenere banco: la fornitura dei motori Ferrari per il 2016.

da , il

    Se ne parlava già dal lunedì successivo a Spa, di come le Red Bull puntassero tutto sul Gran Premio di Singapore. Le qualifiche le collocano in prima e seconda fila, un risultato importante, forse anche inatteso nelle proporzioni. La pole è sempre stata fuori portata, tuttavia il giro di Ricciardo – e anche quello di Kvyat – sono dimostrazione del potenziale telaistico della RB11, specialmente nel T3. Ecco, domani al via non si farà certo da parte l’australiano e le proverà tutte per girare davanti all’ex compagno di squadra Vettel in curva 1. Non farà sconti e vorrà prendersi la vittoria, tanto più visto il passo gara imponente espresso al venerdì. Con un dubbio: quanta benzina a bordo? In Ferrari sappiamo come sia cambiato il metodo di lavoro e, adesso, le libere 1 e 2 si provi con tanta benzina in più, quindi le prestazioni espresse ieri non è detto le Red Bull le riportino in pista con le stesse proporzioni domani. Segui con noi live in diretta la gara del GP Singapore F1 2015 CLICCANDO QUI!

    Le parole dei piloti

    Risultato delle qualifiche a parte, c’è il tema della fornitura 2016 delle power unit a creare un asse Maranello-Milton Keynes e Chris Horner spiega come stanno le cose, non prima di aver analizzato le qualifiche. «Sebastian ha fatto un bellissimo giro, avere Ricciardo accanto a lui, Kvyat in seconda fila e la Mercedes dietro è una bella performance. Domani proveremo a contrastare la Ferrari, sarà una battaglia interessante, come il loro passo gara: speriamo di partire bene e rendere difficile la loro gara. Al momento è probabile che la Ferrari possa essere una bella opportunità per noi l’anno prossimo. Vogliamo essere il più competitivi possibili, la Ferrari ha una lunga storia nel fornire motori molto competitivi, non ci aspettiamo nulla se non qualcosa che sia uguale a loro». Tradotto, la fornitura che vogliono è a parità di specifica, il materiale del team ufficiale dovrà essere lo stesso del team clienti.

    | LEGGI ANCHE: QUALIFICHE, VETTEL E LA FERRARI IN POLE | VETTEL RAGGIANTE: “SORPRESO DAL DIVARIO” | MERCEDES INDIETRO, I PILOTI: NON FUNZIONANO LE GOMME |

    Dal team principal all’artefice del secondo posto a Singapore, sperando di replicare domani come minimo nella stessa posizione, auspicando un gradino più su, che non dispiacerebbe: «Anzitutto devo dire che è bello tornare qui tra i primi tre e in prima fila. Non avere una Mercedes è una sorpresa per tutti, ieri siamo andati bene e dobbiamo sfruttare il vantaggio che abbiamo, domani sarebbe bello tornare di nuovo qui, sul podio. Da Silverstone, poi Budapest, la macchina è migliorata molto. Ci aspettavamo andasse bene su questa pista e siamo contenti», commenta Ricciardo.