GP Singapore F1 2016, tattiche gomme: Ferrari ancora all’attacco

Formula 1 2016: GP di Singapore che arriva nel segno della Pirelli e della mescola Ultrasoft destinata a modificare le strategie. Su questa ha puntato quasi tutto la Ferrari. Intanto la Mercedes teme di non riuscire a dominare viste le peculiarità della pista.

da , il

    Nel Gran Premio di Singapore 2016 di Formula 1 ritroviamo in azione le gomme Ultrasoft della Pirelli abbinate alle Supersoft ed alle Soft. Sull’impegnativo tracciato di Marina Bay, la mescola più richiesta dai team è stata proprio la fucsia, cioè la più morbida delle tre messe a disposizione della Pirelli. In particolare la Ferrari, ricalcando quanto già deciso nelle precedenti gare di Spa e Monza, ha chiesto un solo set di Soft e tre di Supersoft per Raikkonen e 2 set di Soft e 2 di Supersoft per Vettel. Così facendo, la scuderia italiana può contare su ben 9 set di Ultrasoft contro i 7 delle Mercedes e delle Red Bull. Sarà la mossa giusta? Per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Singapore F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Singapore: circuito lento e difficile

    Il circuito di Singapore è quello che vanta il maggior numero di curve. Non a caso, è quello con la velocità media più bassa, secondo solo a Monaco. Come tutti i tracciati cittadini, la superficie dell’asfalto è tutt’altro che regolare e disturbata anche da tombini. Nonostante si corra di notte, sono attese temperature piuttosto elevate che metteranno a dura prova, in particolare, lo pneumatico posteriore sinistro che resta quello più sollecitato. Lo scorso anno vinse la Ferrari di Vettel facendo una strategia a due pit stop. Nel mezzo, ci furono anche due safety car, una di queste causata da un’invasione di pista.

    Hembery:”GP Singapore gara più imprevedibile dell’anno”

    “Singapore è probabilmente il circuito più spettacolare che visitiamo in tutta la stagione e quest’anno speriamo sia persino più speciale con l’introduzione della nostra rapidissima mescola ultrasoft, ideale per massimizzare la velocità e il grip – ha dichiarato Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli, sul sito della casa milanese – Quella di Marina Bay è, inoltre, una delle gare più imprevedibili dell’anno: è l’unica pista con il record del 100% di safety car. In termini di competizione, la gestione dei pneumatici farà una grande differenza”.

    Mercedes:”Non siamo noi i favoriti a Singapore”

    La Mercedes teme il Gran Premio di Singapore. Il sogno delle frecce d’argento è di non lasciare neppure le briciole agli avversari. In tal senso, a Brackley sono convinti che lo scoglio principale da qui a fine stagione è rappresentato dalla gara di Marina Bay che lo scorso anno vide trionfare la Ferrari senza che né Hamilton, né Rosberg, riuscissero a salire neppure sul gradino più basso del podio. “Per noi Singapore è una grande sfida – ha dichiarato Toto Wolffnon è mai stata fatta una doppietta lì e capiamo il motivo, perché è una gara che non ammette neppure il più piccolo errore. Noi dovremo essere perfetti senza ripetere gli sbagli del 2015. Pensiamo di aver capito cosa dobbiamo fare ma ciò non significa che abbiamo la presunzione di sentirci i favoriti”.