GP Singapore F1 2017, libere Ferrari. Vettel e Raikkonen, partenza in salita

La Ferrari non brilla come atteso nelle prove libere del GP di Singapore F1 2017. In vista del sabato servirà migliorare il bilanciamento della SF70H

da , il

    GP Singapore F1 2017, libere Ferrari. Vettel e Raikkonen, partenza in salita

    Un secondo e 9 decimi, 2 secondi e 2 decimi. Le prove libere del GP di Singapore F1 2017 restituiscono questi distacchi alle due Ferrari, al pomeriggio. Raikkonen e Vettel, rispettivamente. Non è l’avvio che i tifosi si attendevano, ma è un risultato da interpretare. Anzitutto le difficoltà di Kimi Raikkonen, soprattutto nel trovare la fiducia con l’aderenza delle gomme anteriori, problematiche da scaldare nei run fatti dal finlandese. L’equilibrio è tra posteriore da non stressare, anteriore da attivare presto per trovare l’inserimento pronto in ingresso curva. Quanto a Vettel, l’undicesimo tempo è frutto di un non-giro veloce. Ha trovato traffico nel primo tentativo, la Sauber di Ericsson, così ha deciso di abortire. Al passaggio successivo, comunque con gomma ultrasoft non più nuovissima, ha commesso un errore e toccato le barriere. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Singapore F1 2017 con risultati e classifica.

    Dovremo attendere per scoprire il potenziale della Ferrari a Singapore. Certo non è da quinta e sesta fila come palesato nelle libere 2. I progressi che sanno compiere i tecnici del Cavallino rampante tra il venerdì e il sabato hanno ribaltato spessissimo delle situazioni complesse. C’è fiducia su una macchina a posto nelle libere 3. Quella fiducia nel mezzo fondamentale per rischiare ogni centimetro di pista e Sebastian Vettel ammette: «Non ho ancora trovato la fiducia che serve, è stata una sessione altalenante, ho perso la macchina nel secondo tentativo nel settore centrale. Non posso essere contento perché mancava bilanciamento e un po’ di fiducia, abbiamo provato alcune cose ma non sono certo sia la strada giusta da seguire domani. Nel complesso credo sia chiaro che entrambi i piloti non siano contenti oggi, dobbiamo migliorare e c’è tempo».

    Dopo la batosta di Monza le attese erano subito di un dominio appena messe le ruote in pista. Così non è, tuttavia, non dimentichiamo i 190 ms di distacco appena registrati nelle libere 1.

    Quanto a Raikkonen, Kimi non focalizza le difficoltà tutte intorno alla gestione delle gomme: «Non credo sia soltanto un problema di gomme, non è stato un pomeriggio ideale, è stata soltanto una giornata difficile, tante cose non hanno funzionato e abbiamo parecchio su cui lavorare. Dovremo cercare di avere l’assetto ideale, le gomme ovviamente sono un punto chiave, ma non è diverso rispetto ad altre piste. Mi aspettavo sì una partenza più semplice, non è andata così ma domani è un altro giorno»