GP Singapore F1 2017: Mercedes in difesa

Toto Wolff sostiene che il circuito di Singapore sia ancora una pista pro Ferrari mentre Arrivabene sogna una vittoria di Raikkonen

da , il

    GP Singapore F1 2017: Mercedes in difesa

    La Mercedes ha un rapporto indecifrabile con il Gran Premio di Singapore di Formula 1. La scoppola rimediata nel 2015 non è stata ancora del tutto assorbita neppure dopo il successo del 2016. Se si pensa, inoltre, che la Ferrari ha dominato nella stagione di F1 2017 sia a Monaco che all’Hungaroring, allora crediamo che i timori di Toto Wolff siano fondati a pochi giorni dall’inizio del weekend di Singapore sul circuito Marina Bay. “Siamo in testa alle classifiche del campionato ma sappiamo che sarà dura per noi, perché quella di Singapore è una pista che non si adatta a noi ed abbiamo già visto che le prestazioni delle monoposto cambiano molto da circuito a circuito - ha ammesso il capo del box Mercedes a motorsport.com – nel 2015 abbiamo subito una dolorosa sconfitta ma ci siamo rimboccati le maniche per l’anno seguente. Uno dei nostri punti di forza è saper trovare le soluzioni alle nostre debolezze”. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Singapore F1 2017 con risultati e classifica.

    Mercedes: Singapore è pista Ferrari e Red Bull

    “Sulla carta il circuito di Singapore vedrà favorite Ferrari e Red Bull che hanno già dimostrato di essere molto competitive su piste da bassa velocità e alto carico - ha proseguito Wolff – noi abbiamo comunque imparato molto dal Gran Premio di Monaco e abbiamo fatto ottimi progressi in Ungheria”. Il team principal della Mercedes ha poi ricordato come la gara di Singapore sia piena zeppa di imprevisti:“Mi aspetto un weekend molto impegnativo per i piloti ma anche per i tecnici e le monoposto. Tutti dovranno dare il massimo per mettere a posto i pezzi del puzzle”.

    Ferrari a Singapore: se vincesse Raikkonen?

    Sebastian Vettel a Singapore ha già fatto vedere diverse magie in passato. Le due piste in cui Kimi Raikkonen è andato più vicino alla vittoria quest’anno, però, sono Monaco e Ungheria, vale a dire le cugine più prossime al circuito di Marina Bay. Se Iceman fosse in grado di vincere, cosa farebbe il muretto Ferrari? Arrivabene spiega che non sarebbe facile chiedere a Raikkonen di lasciare strada a Vettel:“Sarebbe un sogno, sarei felice per lui, perché ha lavorato sodo negli ultimi 3 anni e si merita una ricompensa. Kimi ha dimostrato di essere in grado di vincere e a Monaco e in Ungheria ci è andato vicinissimo”. Ricordiamo che nelle stradine del Principato Raikkonen partiva in pole position ma ha chiuso al secondo posto dietro Vettel per un errore tattico del team sul quale si è discusso a lungo. In Ungheria, invece, ha deciso di non attaccare il compagno di squadra coprendogli le spalle dalle Mercedes nonostante girasse con passo più lento causa problemi allo sterzo. La logica oggi dice che Raikkonen potrà vincere a Singapore solo se dietro di lui non ci sarà Vettel.