GP Singapore F1: vince Lewis Hamilton

Lewis Hamilton vince il Gran Premio di Singapore di Formula 1 edizione 2009

da , il

    Hamilton a Singapore ci sta come il limone sulle cozze. Il pilota della McLaren è di gran lunga il più veloce in pista e vince meritatamente una gara piena di insidie che vede autoeliminati i suoi due più insidiosi rivali Vettel e Rosberg.

    GIRO 01. Partenza caotica ma senza incidenti. Hamilton parte a razzo. Rosberg dalla terza posizione supera Vettel e si mette all’inseguimento del pilota McLaren. Nelle retrovie sono quasi sportellate quelle tra Webber e Alonso. Al termine del primo giro la classifica vede Hamilton davanti a Rosberg, Vettel, Glock, Alonso, Webber,, Barrichello, Kubica, Kovalainen e Button. Raikkonen è 13°.

    GIRO 17. Le posizioni si sono sgranate. Il primo a fermarsi è Sebastian Vettel.

    GIRO 18. Pit stop per Rosberg. Il pilota Williams supera la linea bianca dell’uscita box e viene penalizzato con un drive through. Fino a quel momento era stato grande protagonista.

    GIRO 19. Pit stop per Glock e Barrichello

    GIRO 20. Pit stop per Hamilton.

    GIRO 21. Sutil si gira nel tentativo di attacco su Alguersuari. Quando prova a riprendere la direzione della pista impatta su un incolpevole Nick Heidfeld. I due sono costretti al ritiro ed entra la safety car. Tutti i piloti che ancora non si sono fermati, si precipitano in pit lane. Se questo impatto fosse successo solo pochi minuti prima, la gara del campione del mondo sarebbe stata compromessa.

    GIRO 25. Ripartenza dopo la safety car senza importanti cambi di posizione. Una volta che Rosberg ha scontato il drive through, Hamilton guida davanti a Vettel, Glock, Alonso, Barrichello, Kovalainen, Button, Webber, Kubica. Raikkonen è 12°.

    GIRO 34. Pit stop per Rosberg. Il pilota Williams fa la sua seconda e ultima sosta sperando nell’ingresso di un’altra safety car per rimettersi in gara. Vettel, intanto, tallona Hamilton.

    GIRO 37. Vettel perde uno dei due specchietti retrovisori.

    GIRO 39. Secondo e ultimo pit stop per Vettel. Il pilota tedesco viene sanzionato con un drive through per eccesso di velocità in pit lane. Dopo Rosberg, il GP di Singapore perde un altro protagonista. Hamilton ringrazia.

    GIRO 43. Vettel sconta la penalità e rientra in 9a posizione.

    GIRO 44. Secondo e ultimo pit stop per Webber.

    GIRO 45. Secondo e ultimo pit stop per Glock.

    GIRO 46. Webber esce di pista e sbatte contro le barriere per un problema al freno anteriore destro. Secondo e ultimo pit stop per Hamilton, Barrichello, Kovalainen e Nakajima.

    GIRO 50. Secondo e ultimo pit stop per Alonso.

    GIRO 51. Secondo e ultimo pit stop per Button che rientra in pista davanti a Barrichello.

    GIRO 52. Secondo e ultimo pit stop per Raikkonen. A 10 giri dalla fine la classifica vede Hamilton davanti a Glock, Alonso, Vettel, Button, Barrichello, Kovalainen, Kubica, Nakajima, Raikkonen.

    BANDIERA A SCACCHI. Vince Lewis Hamilton. Il pilota McLaren è semplicemente perfetto. Meno bravi e un pizzico sfortunati Sebastian Vettel e Nico Rosberg che potrebbero impensierire il campione del mondo ma si ritrovano a dover scontare due penalità più che evitabili. Ringraziano e salgono sul podio Timo Glock e Fernando Alonso. A punti anche lo stesso Vettel, Button, Barrichello, Kovalainen e Kubica. Raikkonen è solo decimo. 13a l’altra Ferrari di Fisichella. Grazie alla strategia, Button riesce a guadagnare un punto su Barrichello avvicinandosi decisamente alla conquista del titolo mondiale.

    GP Singapore F1 2009: ordine di arrivo.

    1. Hamilton McLaren-Mercedes (B) 1h56:06.337

    2. Glock Toyota (B) + 9.634

    3. Alonso Renault (B) + 16.624

    4. Vettel Red Bull-Renault (B) + 20.261

    5. Button Brawn-Mercedes (B) + 30.015

    6. Barrichello Brawn-Mercedes (B) + 31.858

    7. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) + 36.157

    8. Kubica BMW Sauber (B) + 55.054

    9. Nakajima Williams-Toyota (B) + 56.054

    10. Raikkonen Ferrari (B) + 58.892

    11. Rosberg Williams-Toyota (B) + 59.777

    12. Trulli Toyota (B) + 1:13.009

    13. Fisichella Ferrari (B) + 1:19.890

    14. Liuzzi Force India-Mercedes (B) + 1:33.502

    Foto: www.gpupdate.net