GP Spagna F1 2010: il circuito di Barcellona

Formula 1: storia e caratteristiche del circuito di Barcellona dove si disputerà il Gran Premio di Spagna, quinto appuntamento del mondiale 2010

da , il

    Dici Gran Premio di Spagna, pensi al circuito che sorge poco fuori Barcellona ed hai in mente una gara asciutta e noiosa, messa lì in un bel pomeriggio primaverile dove la tentazione di farsi una pennichella è più forte della passione per questo sport? Può starci. Sappi, però, che non sempre è stato così. E che, soprattutto, stavolta potrebbe andare diversamente. La stagione 2010 vede tanti attori al vertice con valori incredibilmente equilibrati. L’incognita meteo, poi, anche stavolta potrebbe dare una grossa mano allo spettacolo dato che le ultime previsioni danno per certa la pioggia!

    CIRCUITO BARCELLONA. Il nastro d’asfalto misura 4.655 metri da percorrere 66 volte per una distanza totale in gara di 307,104 km. Le curve sono 16, di cui 9 a destra e 7 a sinistra. Le mescole di pneumatici portate dalla Bridgestone sono soffici e dure. Data la presenza di curvoni veloci e di un lungo rettilineo nonché un clima mite anche nei periodi invernali, l’impianto del Montmelò è uno dei preferiti dai team per testare le vetture. La sua importanza in tale senso è andata diminuendo solo a causa delle limitazioni alle giornate di prova imposte dalla Federazione alle varie scuderie. Se da una parte la pista spagnola è talmente onesta da premiare l’auto più veloce, dall’altra viene amata poco dagli appassionati perché non regala quasi mai gare spettacolari. Soprattutto nel caso di asfalto asciutto. L’esasperazione nello sviluppo aerodinamico non consente di sfruttare la scia nel rettilineo principale al termine del quale si trova l’unico vero punto dove si possono effettuare sorpassi. Non è affatto raro, quindi, assistere a corse dove si formano dei trenini di auto guidate da piloti diligenti neanche fossero in coda sulla tangenziale nell’ora di punta…

    STATISTICHE E RECORD. Il record del giro più veloce è di 1:19.954 ed è stato segnato da Barrichello nel 2009. Il più veloce sulla distanza in gara, invece, è stato Massa nel 2007. Il ferrarista ha completato i 66 giri previsti in 1h31:36.230. Il pilota con più vittorie è Michael Schumacher (6). Tra queste va senza dubbio citata quella del 1996, sotto il diluvio, in quanto trattasi anche del primo successo al volante della Ferrari. Ferrari è anche il team più vincente con ben 11 affermazioni mentre il tedesco è quello con più pole position e più podi, rispettivamente 7 e 12. Sono addirittura 30 quelli totali della scuderia italiana che, non solo per il tifo sfegatato che troverà con Fernando Alonso, può considerare Barcellona una pista decisamente amica.

    METEO BARCELLONA. Cambiano in fretta le previsioni meteorologiche su Barcellona. Se un paio di giorni fa parlavamo di venerdì bagnato, sabato incerto e domenica assolata, a 24 ore dalle prime prove libere dobbiamo riscrivere tutto quanto: Venerdì si preannuncia poco nuvoloso, sabato vedrà rovesci temporaleschi solo durante la notte mentre domenica sarà interamente vissuta sotto l’acqua. I venti restano deboli e le temperature scendono con massime mai oltre i 18 gradi.

    Foto: www.motorsport.com