GP Spagna F1 2014, Ricciardo: “Progressi, ma Mercedes non rallenta”

A Barcellona, dopo le Mercedes c'è lui: Daniel Ricciardo

da , il

    ricciardo prove gp spagna 2014

    Il problema non è (solo) migliorare la propria macchina, ma sperare anche che in Mercedes abbiano qualche battuta d’arresto. La sintesi del venerdì del Gran premio di Spagna, secondo Daniel Ricciardo, è più o meno questa. L’australiano avrebbe di che sorridere, perché ha fatto più giri di tutti gli altri su gomme medie nel long run, perché ha la velocità buona per puntare alla seconda fila “facile”, perché tutto gli riesce a meraviglia in questo periodo d’oro con il nuovo team. Eppure, non è soddisfatto. «Facciamo dei progressi, ma sfortunatamente la Mercedes non sembra voler rallentare, così sono ancora un po’ davanti», spiega Daniel. Quel «un po’» che vale 9 decimi e 85 millesimi…

    «E’ un po’ frustrante, non so se essere sorpreso, perché sono già stati così forti. Spero potremo chiudere il gap ancora un po’, perché oggi era troppo ampio. Stiamo provando a riprenderli, ma sembriamo essere su una solida terza posizione dopo le libere. Sarebbe bello poter lottare presto per la vittoria, sebbene al momento la terza posizione sia, almeno oggi, il massimo che possiamo fare», conclude l’analisi l’australiano. Un altro merito, oltre al gran piede e alla costanza di rendimento, da riconoscere a Ricciardo è la capacità di spiegare, comunicare qualcosa in un paddock che di week end in week end ripropone parole-fotocopia.

    Mercedes, Rosberg scontento

    L’unico intoppo che hanno avuto si è verificato al mattino, sulla macchina di Rosberg. Il resto del venerdì in casa Mercedes è filato via come ordinaria amministrazione. «Sfortunatamente si è verificato un problema con il sistema di raffreddamento dell’Ers che è costato un po’ di tempo a Nico, ma abbiamo recuperato bene oggi pomeriggio», ha commentato Toto Wolff. In particolare, il manager ha puntato l’attenzione sui long run con gomme medie, salutando il gran ritmo di Hamilton e spiegando che per Rosberg c’è stato più traffico di quanto non ne abbia incontrato l’inglese.

    «Abbiamo portato alcuni aggiornamenti qui e si comportano bene. Sembra che siamo nuovamente molto veloci, comunque personalmente non sono stato del tutto a mio agio con la macchina oggi, specialmente per i pochi giri fatti al mattino. Abbiamo molto lavoro da fare e lavorerò a fianco degli ingegneri per trovare il set-up perfetto», sono le parole di un Rosberg certo non contento di trovarsi a mezzo secondo o giù di lì da Hamilton.

    Fabiano Polimeni

    Continua il Fanta F1 di Derapate!

    Breve stop e si torna in pista a Barcellona, per il Gran Premio di Spagna. E’ già ora di fare il vostro pronostico per il Fanta F1 2014. Su chi scommettete per la Pole Position? E per i primi 8 classificati? Avete tempo fino a mezzanotte di venerdì per decidere su chi sarà il Poleman, ma la scelta vi consigliamo di farla, naturalmente, dopo le prime due sessioni di prove libere. Per farlo è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!