GP Spagna F1 2015, Vettel: “Ferrari con tante novità, c’è da capire se funzionano”

Formula 1 2015, GP Spagna: Vettel e Raikkonen pensano alle prime prove libere del venerdì mentre nel box Ferrari si nota l'assenza di Massimo Rivola

da , il

    Sebastian Vettel  preparativi per il Gran Premio di Spagna

    La Ferrari si presenta al Gran Premio di Spagna di Formula 1 2015 con un certo gasamento. Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen tracciano un bilancio eccellente per quel che concerne l’avvio di stagione e si mostrano estremamente fiduciosi per le novità tecniche che la SF15-T potrà sfoggiare sul circuito di Barcellona sin dalla prima sessione di prove libere. “Penso che qui occorra aspettare domenica per vedere cosa accadrà – ha dichiarato Vettel su ferrari.com – Storicamente Barcellona è sempre stata la pista dove portare aggiornamenti e noi stiamo facendo come tutte le altre squadre, portando novità che possano permetterci di raggiungere chi è davanti a noi. Ogni volta che questo accade bisogna aspettare per capire se funzionano in pista e questo dipende anche da quanto è grande il passo fatto dalle altre squadre.

    “Rispetto al distacco registrato qui durante i test invernali, tre mesi fa, siamo migliorati molto, ma il gap resta – ha aggiunto il tedesco della Ferrari – Ciò di cui abbiamo veramente bisogno è di essere più veloci in ogni condizione: è vero che conosciamo molto bene questa pista, ma è anche vero che ora le condizioni sono molto diverse rispetto a febbraio, con 15-20 C° non c’è molto da spiegare.

    Raikkonen: “Io e Vettel in lotta contro”

    “E’ stato bello ottenere un buon risultato in Bahrain, ma da allora l’approccio non è cambiato, continuiamo a lavorare cercando sempre di migliorare - ha spiegato Kimi Raikkonen - Qui abbiamo portato alcuni aggiornamenti, ma non sappiamo cosa stanno facendo gli altri e quindi dobbiamo aspettare e vedere cosa succederà nelle prossime gare. Nel complesso il pacchetto quest’anno è abbastanza buono e tutti stiamo lavorando molto bene insieme”. Iceman parla della rivalità interna con l’amico Vettel usando toni molto distesi e ribadendo che il primo interesse è quello di far bene per il team nel suo complesso:“Il team offre a me e a Sebastian le stesse possibilità e noi ovviamente lottiamo l’altro contro l’altro per il titolo, ma in modo corretto, nell’interesse della squadra. E’ chiaro che vogliamo anche vincere il titolo Costruttori e per questo motivo avere due vetture sempre in zona punti è fondamentale. Rispetto alla Mercedes ci sono stati miglioramenti, ma sappiamo di essere ancora indietro e di avere ancora molto lavoro davanti.”

    Ferrari: sospeso il direttore sportivo Massimo Rivola?

    Secondo quanto rivelato da “La Repubblica”, il direttore sportivo Massimo Rivola, oltre al cuoco ed ad un addetto alla logistica, non sarebbero partiti per il Gran Premio di Spagna. Ufficialmente Rivola è rimasto a casa per problemi personali ma i beninformati parlano di sospensione dall’incarico. Per quali ragioni? Ha firmato qualche accordo con altri team, leggasi McLaren, per raggiungere Fernando Alonso e Andrea Stella? O c’è dell’altro? E che correlazione c’è con gli altri due soggetti? Lo stimato direttore sportivo era uno degli uomini di fiducia di Domenicali ma era uscito indenne dalla rivoluzione Rossa dello scorso inverno grazie alle indiscusse doti ed alla stima reciproca tra lui e Vettel. I due avevano collaborato nel 2008 ai tempi della Toro Rosso prima che Rivola arrivasse a Maranello ed il tedesco iniziasse la propria striscia di successi in Red Bull. Nel frattempo, vedi foto in alto, Maurizio Arrivabene si è presentato a Barcellona con braccio fasciato a seguito di intervento chirurgico.