GP Spagna F1 2016, incidente Mercedes: Hamilton fa mea culpa! Ma a sbagliare è Rosberg

Formula 1 2016: incidente tra Mercedes nel GP di Spagna, Hamilton chiede scusa ma l'errore più grave lo ha commesso Rosberg sbagliando mappatura del motore durante le fasi della partenza

da , il

    A freddo, si è capito le cause dell’incidente tra le due Mercedes nel primo giro del Gran Premio di Spagna 2016 di Formula 1. La colpa è di Lewis Hamilton che ha chiesto scusa al team cospargendosi il capo di cenere. Ma l’errore più grave è stato fatto da Nico Rosberg: il pilota tedesco si è presentato alla curva 3 con meno potenza nel motore, a circa 16 km/h di velocità in meno poiché si è dimenticato di cambiare la mappatura del motore che era ancora in modalità “giro di formazione”. L’errore ha dato l’impressione ad Hamilton di potersi infilare nel pertugio lasciato aperto. Ma qualcosa non è andata per il verso giusto. La direzione gara ha scelto di bollare l’episodio come normale incidente di gara evitando un’ulteriore beffa alla Mercedes che avrebbe rischiato di trovarsi con un pilota penalizzato in griglia di partenza nel tortuoso prossimo GP di Montecarlo.

    Fotogallery, Mercedes: incidente GP Spagna tra Rosberg e Hamilton

    Mercedes: difesa di Rosberg e spiegazione di Wolff

    Uno tra i primi ad affrontare i giornalisti è stato Toto Wolff. Il team principal ha tenuto un atteggiamento piuttosto neutrale anche per evitare una ulteriore penalità ai suoi piloti:“E’ stato un incidente di gara causato da una serie di circostanze sfortunate. Nico aveva la luce rossa accesa perché aveva un settaggio sbagliato del motore e Lewis aveva più potenza. Questo spiega la differenza di velocità tra le due monoposto”. Dal canto suo, Nico Rosberg dichiara di non essersi dimenticato di togliere l’impostazione “giro di formazione” durante la partenza:“La mia partenza è stata ottima e mi sono trovato in testa dopo la prima curva. A quel punto pensavo di poter vincere anche questa gara. Uscendo dalla curva 3, però, ho sentito che il motore non era al massimo della sua potenza e solo dopo la corsa abbiamo capito che non era settato bene. Dalle immagini nell’abitacolo, infatti, si vede che stavo tentando di premere il pulsante “sorpasso” che è lo stesso che consente di cambiare dalla modalità “giro di formazione” a quella “corsa”.”

    Hamilton chiede scusa ma alza qualche sospetto

    Lewis Hamilton è quello che passa per “cattivo”. Ha approfittato del povero Rosberg in difficoltà e l’ha centrato in pieno. Ma questa versione dei fatti piace poco al campione del mondo in carica:“Una volta fermi in griglia di partenza, non si può far altro che impostare la modalità “gara”. Quindi suppongo che Nico non abbia avuto un problema tecnico ma semplicemente si sia dimenticato di togliere la modalità “giro di formazione”. Io ero più veloce di lui all’uscita della curva 3, perché lui aveva un’impostazione sbagliata del motore. Avevo più velocità di lui e quando ho visto un varco mi ci sono buttato dentro come è normale che faccia un pilota”. Secondo i dati della telemetria, la differenza di velocità era di 16 Km/h. Messa così, Hamilton era quasi obbligato a tentare il sorpasso. D’altra parte, va detto che Rosberg ha chiuso verso destra, lasciando al tempo stesso spalancata la porta a sinistra, in piena traiettoria ideale. In quella frazione di secondo, però, Lewis aveva già scelto dove andare ad infilarsi. Ma era la la parte sbagliata! Per questo il pilota inglese chiede scusa al suo team:“Devo scusarmi con la squadra, ci sono 1300 persone che lavorano duramente ed io ho vanificato i loro sforzi con questo errore. Mi dispiace davvero molto per quello che è successo”.