GP Spagna F1 2016, qualifiche: Hamilton sorride, Rosberg: “Conta la gara”

In casa Mercedes, l'inglese è riuscito a staccare un giro fenomenale dopo due giorni passati dietro Nico

da , il

    GP Spagna F1 2016, qualifiche: Hamilton sorride, Rosberg: “Conta la gara”

    Non avesse sbagliato in curva 10, nel primo tentativo della Q3, il tempo della pole, nelle qualifiche del Gran Premio di Spagna 2016, sarebbe stato probabilmente ancora inferiore all’1.22.000 marcato da Lewis Hamilton. L’inglese aveva bisogno di un sabato come quello appena disegnato. Una velocità superlativa quando è stato il momento di giocarsi le posizioni che contavano, dopo un venerdì di libere difficile, dietro Rosberg che sta attraversando il suo momento magico. E proprio per la forza di Nico acquisisce ancor più valore quel divario di 280 millesimi inflitto al tedesco. Nessun problema tecnico a disturbare le qualifiche, adesso dovrà partire bene e mettersi in testa a fare il ritmo. E’ quel che gli serve per scalfire almeno un po’ le certezze di Rosberg. Per seguire il LIVE della gara del GP Spagna F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    «Sono molto molto contento d’aver azzeccato il giro. Nico stava vivendo un week end molto forte, passo dopo passo sono riuscito a recuperare. Anzitutto voglio ringraziare tutti i ragazzi in fabbrica per aver aver risolto i problemi. La macchina oggi è andata alla grande, nonostante ieri sia stata una giornata difficile», spiega.

    Torna anche sulle difficoltà tecniche sofferte in Cina e Russia: «Siamo arrivati qui con piccoli aggiornamenti, abbiamo un turbo migliorato, sono servite delle gare per capire quale fosse il problema e risolverlo. Se ci siamo riusciti o meno lo scopriremo, ma so che i ragazzi stanno lavorando a tutta. Nelle gare precedenti ho lavorato sulle partenze e sono nella miglior posizione dalla quale scattare domani, proverò a partire bene e domani potrebbe essere l’occasione giusta».

    Leggi anche | Qualifiche: Hamilton superlativo | Ferrari, Vettel: “Non abbiamo fatto quel che dovevamo”

    L’occasione giusta per frenare la corsa di un Rosberg che non si lascia impressionare dal ritorno di forza del compagno di team: «Certo, sono un po’ deluso. Lewis è stato più veloce di me ma è la gara che conta. Domani potrà giocarmela in partenza e con la strategia, cercherò di cogliere le opportunità».

    Analizza il sabato di Hamilton anche Toto Wolff: «Ha fatto un giro velocissimo, il giro prima era anche più veloce, poi ha sbagliato. Venerdì c’erano tante cose che non funzionavano come voleva, oggi è riuscito a fare l’assetto come desiderava, poi gli basta anche un giro. Il caldo ha cambiato tante cose, si è vista la Ferrari che scivolava tanto, in curva 3 si vedevano i problemi di Sebastian. Quando la temperatura sale cambia tutto il set-up».