GP Spagna F1 2016, Rosberg: “Sarà una lotta ma voglio vincere”

GP Spagna F1 2016: Nico Rosberg vuole conquistare la quinta gara competitiva di questo campionato. L'intervista del tedesco e di Button in vista del weekend.

da , il

    GP Spagna F1 2016 – Tra pochi giorni scatterà il Gran Premio del Montmelò. L’attesa sta per finire e c’è grande curiosità per scoprire cosa accadrà in pista. A Barcellona ci si aspetta una risposta da Lewis Hamilton e dalle Ferrari, dopo un inizio di stagione all’ombra dello straordinario Nico Rosberg, riusciranno a spezzare l’egemonia del tedesco? Il pilota Mercedes, dopo quattro vittorie consecutive, proverà a continuare la striscia per allungare nuovamente in classifica generale. Girate le pagine per leggere l’intervista di Rosberg e quella di Jenson Button in vista del weekend di gara e del futuro in Formula 1. Per seguire il LIVE della gara del GP Spagna F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Intervista di Nico Rosberg e Jenson Button

    La stagione di Nico Rosberg è stata finora perfetta: il tedesco sta dominando in lungo e in largo le gare, dimostrando una forza mai vista in passato. Riuscirà Nico a vincere anche a Barcellona? il pilota della Mercedes ha analizzato il weekend spagnolo: “Voglio continuare a spingere come sto facendo – ha spiegato il tedesco – Mai mi sarei immaginato di centrare quattro gare di fila e sono orgoglioso di quest’inizio. Ora devo stare tranquillo e continuare cosi”. Un Nico Rosberg sicuro di sè e fiducioso per quanto riguarda la gara: “L’anno scorso ho vinto partendo dalla pole, sarebbe bello ripetermi anche in questa edizione ma so che sarà una battaglia”. Se Rosberg può e deve puntare alla vittoria, non sarà lo stesso per Jenson Button. L’inglese, a bordo della McLaren Honda, sta avendo problemi con la sua monoposto: “Nel 2017 non so ancora cosa farò ma continuo a sentirmi un pilota competitivo. La vettura sta crescendo e con il nuovo regolamento potrei essere molto importante per la McLaren o per qualche altro team”. Un Jenson Button voglioso di restare in F1 seppur non sia più un giovanotto: “La mia passione e voglia è sempre la stessa – ha continuato l’inglese – mi fanno ridere certi discorsi sulla mancanza di aggressività per via della monoposto poco competitiva. Io scendo in pista per battere gli avversari”.