GP Spagna F1 2016, Vettel:”Qui la verità sulla Ferrari” [VIDEO]

Formula 1 2016: la Ferrari si prepara al GP di Spagna con Sebastian Vettel che si mostra preoccupato per la gestione gomme e pone il circuito di Barcellona come esame sulla forza della SF16-H

da , il

    La Formula 1 stagione 2016 arriva in Spagna e si comincia a respirare aria di ultimatum. Il circuito di Barcellona non perdona. La Ferrari è chiamata a dare una prova credibile di forza per tenere accesa la fiammella della speranza. Secondo Marchionne, Vettel avrebbe potuto vincere in 3 delle precedenti 4 gare. Per cui, con un pizzico di fortuna e riuscendo a fare le cose per bene, il Cavallino Rampante può ancora ambire al titolo mondiale. Al di là dei proclami presidenziali, però, la scuderia Ferrari lavora a testa bassa ed attende con ansia il test del Montmelò per tirare le somme sulle aspettative con cui affrontare il prosieguo della stagione. Il primo ad ammetterlo è proprio Sebastian Vettel. Per seguire il LIVE della gara del GP Spagna F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    F1 2016, Vettel:”In Spagna fondamentale la gestione gomme”

    “A Barcellona di solito si stabilisce qual è il livello della vettura – ha dichiarato Sebastian Vettel sul sito ufficiale della Ferrari - Siamo a buon punto e conoscendo bene questo circuito è fondamentale acquisire correttamente tutti i dati. Per ottenere una buona prestazione occorre mettere insieme tutti gli elementi”. Il quattro volte iridato ricorda che il circuito di Barcellona è particolarmente insidioso sul fronte gestione e usura degli pneumatici:“Ci sono molte curve, ad alta e bassa velocità, cambi veloci di direzione, varianti lente, e occorre molta trazione dalla macchina e dagli pneumatici. E’ una gara impegnativa e la gestione delle gomme è di fondamentale importanza”, ha sottolineato. Per questa ragione la Pirelli ha messo a disposizione dei team anche la mescola Hard, la più dura dell’intera gamma.

    GP Spagna F1 2016, Ferrari:”Previsti più pit stop del solito”

    Alle parole di Sebastian Vettel, la scuderia Ferrari aggiunge quelle di Diego Ioverno, responsabile dell’organizzazione in pista, che affronta il tema dal punto di vista organizzativo: “Il GP di Spagna è la prima gara in calendario in cui la movimentazione delle vetture e dei materiali viene effettuata via terra piuttosto che in aereo e dal punto di vista operativo questo offre ai team una serie di vantaggi. Si possono preparare le macchine in azienda e utilizzare i nostri motorhome e tir uffici, con tutto quello che ne deriva dal punto di vista a livello di operatività e ricezione degli ospiti. E’ un circuito particolarmente noto agli addetti ai lavori. Tutte le squadre conoscono bene il circuito di Barcellona, perché è lì che si sono svolti anche i test invernali. E’ una gara particolarmente stressante per le gomme e si vedranno più pit-stop del solito, certamente questo la renderà più movimentata”.