GP Turchia F1 2011: prove libere del sabato a Vettel, ruggito di Schumacher

Formula 1 2011, Turchia: resoconto e commenti dei piloti all'ultima sessione di prove libere del sabato che precede la qualifica del Gran Premio di Turchia

da , il

    vettel f1 turchia 2011

    E’ di Sebastian Vettel il miglior tempo nell’ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Turchia di Formula 1 2011. L’antipasto della pole position serve un campione del mondo in grande spolvero nonostante non sia riuscito a girare nelle libere del venerdì a causa di un incidente che ha danneggiato la sua Red Bull. Dietro di lui, staccato di un solo millesimo si piazza Michael Schumacher. La convincente prestazione delle Mercedes è confermata anche dal quarto tempo di Rosberg. La Ferrari è solo ottava e nona con Alonso davanti a Massa.

    PROVE LIBERE F1. Miglior tempo per Sebastian Vettel nell’ora di prove libere del sabato mattina sul circuito di Istanbul. Il pilota Red Bull si tiene dietro di un solo millesimo Michael Schumacher. Seguono, staccati di tre decimi i rispettivi compagni di squadra con Webber davanti a Rosberg. Jenson Button e Lewis Hamilton occupano la quinta e sesta posizione. Petrov fa meglio delle Ferrari che con Alonso e Massa accusano un distacco di 8 decimi dalla vetta.

    GP Turchia F1 2011, prove libere 3: classifica dei tempi e giri percorsi

    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m26.037s 17

    2. Michael Schumacher Mercedes 1m26.038s + 0.001s 17

    3. Mark Webber Red Bull-Renault 1m26.404s + 0.367s 16

    4. Nico Rosberg Mercedes 1m26.420s + 0.383s 19

    5. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m26.578s + 0.541s 17

    6. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m26.726s + 0.689s 14

    7. Vitaly Petrov Renault 1m26.755s + 0.718s 20

    8. Fernando Alonso Ferrari 1m26.819s + 0.782s 12

    9. Felipe Massa Ferrari 1m26.883s + 0.846s 12

    10. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m27.080s + 1.043s 16

    11. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m27.121s + 1.084s 20

    12. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m27.255s + 1.218s 18

    13. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m27.318s + 1.281s 19

    14. Nick Heidfeld Renault 1m27.379s + 1.342s 17

    15. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m27.528s + 1.491s 19

    16. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m27.644s + 1.607s 18

    17. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m27.724s + 1.687s 15

    18. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m27.976s + 1.939s 19

    19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m28.911s + 2.874s 15

    20. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m29.697s + 3.660s 17

    21. Jerome D’Ambrosio Virgin-Cosworth 1m31.097s + 5.060s 25

    22. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m31.175s + 5.138s 19

    23. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m31.375s + 5.338s 19

    24. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m32.009s + 5.972s 15

    FERRARI. La Ferrari è in recupero sui rivali? Questa è la domanda che gli ingegneri del Cavallino hanno posto a Fernando Alonso il quale non ha osato sbilanciarsi. “Mi è difficile dare una valutazione precisa sul comportamento delle gomme. Certo che questo è un circuito che mette a dura prova gli pneumatici: sarà interessante vedere che cosa succederà in gara. Penso che abbiamo fatto dei progressi ma ci sono diversi team che sono più veloci di noi. Dobbiamo cercare di fare del nostro meglio, mettere insieme la combinazione migliore fra soluzioni nuove e già usate e tirare fuori tutto il potenziale dalla vettura”, ha detto lo spagnolo. Ricordiamo che per il GP di Turchia la Ferrari ha portato un nuovo alettone anteriore ed uno posteriore più delle nuove prese dei freni.

    SEBASTIAN VETTEL. Ha fatto da spettatore nelle prove libere di ieri. “L’importante è non aver avuto danni fisici. Per il resto, l’impatto era impossibile da evitare”. Sebastian Vettel ha usato i dati raccolti da Mark Webber. Resta ancora lui il favorito per la pole position? Per scoprirlo, appuntamento alle ore 13.00 di oggi su Rai Due. La zampata data stamattina dimostra che in pochi possono impensierirlo.