GP Turchia F1 2011: vince Vettel, Ferrari terza con Alonso

Formula 1 2011, Gp Turchia: vince Sebastian Vettel

da , il

    sebastian vettel turchia f1 2011

    E’ Sebastian Vettel il vincitore del Gran Premio di Turchia di Formula 1 2011. Il pilota Red Bull non vede mai in discussione la propria supremazia e conserva sin dalle prime fase di gara un vantaggio rassicurante sui rivali. Sul podio sale anche il compagno di squadra Mark Webber autore di un bel duello con Fernando Alonso che lo ha visto vincente solo nel finale quando i serbatoi si sono scaricati e la supremazia della lattine volanti è stata come al solito schiacciante. Hamilton è quarto davanti a Rosberg e Button. Altra gara sfortunata per Massa che non entra neanche in zona punti.

    PARTENZA. Vettel scatta in pole position davanti a Webber, Rosberg, Hamilton, Alonso e Button. Allo spegnersi dei semafori il tedesco della Red Bull conserva il primato. Webber perde posizioni. Stesso discorso per Hamilton che va largo alla curva 8. Al termine del primo giro la classifica vede Vettel al comando seguito da Rosberg, Webber, Alonso, Button, Hamilton, Schumacher.

    GIRO 02. Contatto tra Schumacher e Petrov con il tedesco che difende in modo eccesivo la posizione. Ne guadagna un’ala rotta che lo obbliga ad un pit stop anticipato. Della bagarre ne approfitta Massa che sale in settima posizione dopo essere partito decimo.

    GIRO 05. Webber supera Rosberg.

    GIRO 07-08. Sorpasso e controsorpasso tra Hamilton e Button. Anche Alonso supera Rosberg e resta in scia di Webber.

    GIRO 09. Pit stop per Hamilton e Massa con l’inglese che supera in pit lane il ferrarista dopo che era stato sorpassato prima dell’ingresso in corsia box. Posizioni invariate.

    GIRO 11. Pit stop per Webber, Alonso e Rosberg. Il tedesco monta gomme dure.

    GIRO 12. Pit stop per Vettel.

    GIRO 13. Pit stop per Button. La nuova classifica vede Vettel seguito da Webber, Alonso, Hamilton, Rosberg, Massa, Button, Petrov, Heidfeld, Buemi.

    GIRO 21-27. Altra tornata di pit stop. Si fermano nell’ordine: Hamilton, Webber, Rosberg, Alonso, Vettel, Button. Il campione del mondo in carica è sempre primo con un vantaggio di circa 8 secondi sulla coppia Webber-Alonso. Più staccato Hamilton seguito da Petrov, Massa, Button, Rosberg, Heidfeld e Schumacher.

    GIRO 29. Alonso supera Webber.

    GIRO 34-41. Terzo pit stop per tutti che, ad eccezione di Rosberg, devono montare gomme dure. Inizia il tedesco della Mercedes. Seguono, giro dopo giro, Hamilton, Massa, Webber, Alonso. Il pilota inglese della McLaren è rallentato da un problema di montaggio alla gomma anteriore destra. Al giro 40 tocca a Button. Al 41 Vettel.

    GIRO 45-46. Ultimo pit stop per Webber. Il giro seguente anche Alonso ed Hamilton si fermano.

    GIRO 47. Pit stop per Massa. Anche per lui c’è un problema di montaggio ad uno pneumatico. Il brasiliano perde terreno prezioso e scivola fuori dalla zona punti.

    GIRO 48. Ultimo pit stop per Vettel che non prende rischi nonostante abbia pochi giri accumulati sulla gomma dura, montata 7 giri prima.

    GIRO 51. Webber supera Alonso, agguantato a suon di giri veloci.

    GIRO 54. Rosberg supera Button. L’inglese ha effettuato una sosta in meno ed a pochi giri dalla fine va in crisi di gomme.

    GIRO 58. Sebastian Vettel è il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi. Il pilota Red Bull domina senza prendere rischi. Dietro di lui si piazzano sul podio Mark Webber e Fernando Alonso. Per la Ferrari arriva il primo podio stagionale. Non si vedono grossi progressi ma stavolta il box non commette errori di strategia e lo spagnolo capitalizza al meglio il potenziale a disposizione. Vanno a punti anche Hamilton, Rosberg, Button, Heidfeld, Petrov, Buemi, Kobayashi. Massa è undicesimo. Schumacher dodicesimo.

    GP Turchia F1 2011: ordine di arrivo

    1. Vettel Red Bull-Renault 1h30:17.558

    2. Webber Red Bull-Renault + 8.807

    3. Alonso Ferrari + 10.075

    4. Hamilton McLaren-Mercedes + 40.232

    5. Rosberg Mercedes + 47.539

    6. Button McLaren-Mercedes + 59.431

    7. Heidfeld Renault + 1:00.857

    8. Petrov Renault + 1:08.168

    9. Buemi Toro Rosso-Ferrari + 1:09.300

    10. Kobayashi Sauber-Ferrari + 1:18.000

    11. Massa Ferrari + 1:19.800

    12. Schumacher Mercedes + 1:25.400

    13. Sutil Force India-Mercedes + 1 giro

    14. Perez Sauber-Ferrari + 1 giro

    15. Barrichello Williams-Cosworth + 1 giro

    16. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari + 1 giro

    17. Maldonado Williams-Cosworth + 1 giro

    18. Trulli Lotus-Renault + 1 giro

    19. Kovalainen Lotus-Renault + 2 giri

    20. D’Ambrosio Virgin-Cosworth + 2 giri

    21. Karthikeyan HRT-Cosworth + 3 giri

    22. Liuzzi HRT-Cosworth + 5 giri