GP Ungheria F1 2013: ora è Raikkonen il più vicino a Vettel in classifica [FOTO]

Il Gran Premio di Ungheria 2013 di Formula 1 complica un po’ lo scenario in classifica mondiale

da , il

    GP Ungheria F1 2013: ora è Raikkonen il più vicino a Vettel in classifica [FOTO]

    Il Gran Premio di Ungheria 2013 di Formula 1 complica un po’ lo scenario in classifica mondiale. Per tutti, tranne che per Sebastian Vettel. Ovviamente. Il tedesco arriva terzo e posta a casa altri punti buoni per il titolo. Dietro di lui, però, si avvicina Kimi Raikkonen che approfitta del periodo negativo di Fernando Alonso per scavalcarlo. Il pilota della Ferrari si compiace che il distacco dal tedesco della Red Bull sia rimasto pressoché invariato da 6 gare sebbene sul fronte prestazionale la Rossa sia lontana parente della macchina capace di vincere i due GP di Cina e Spagna. L’asturiano, ad esempio, non fa i conti con la rimonta di Lewis Hamilton.

    Raikkonen: “Gara compromessa sabato”

    Kimi Raikkonen avrebbe potuto vincere il GP d’Ungheria. Il pilota della Lotus ha il rimpianto di aver fatto male le qualifiche:“Devo dire che mi sono reso la vita difficile il sabato e quindi ne ho pagato il prezzo. Ho deciso di fare 2 pit stop perché era l’unico modo per rifarmi. Quindi sono arrivato secondo che è buono per il campionato. Alla fine ho faticato un po’ con Vettel ma è andata bene, Sapevo che sarebbe stata dura ma quando mancavano dieci giri mi sono convinto che avrei potuto farcela a non farmi passare. Ovviamente abbiamo corso un rischio ma la macchina andava bene ed è venuto un buon risultato. Resta il rammarico per aver fatto male ieri…”, sono state le sue parole sul podio.

    Vettel: “Non è stato il mio miglior GP”

    Meno male che c’è un Vettel imperfetto a tenere ancora in piedi il campionato. Non preciso al via e clamorosamente sottotono nel liberarsi dal traffico. Questi due elementi gli impediscono di vincere ancora e danno qualche speranza a tutti gli altri:“Non è stata la mia corsa migliore. Ho avuto difficoltà alla partenza quando ho dovuto difendere la posizione. Poi dopo il pit stop sono rientrato dietro a Jenson e ho perso tempo. Ho anche danneggiato l’ala anteriore e questo mi ha fatto perdere velocità. Nel finale non potevo passare Kimi perché era molto veloce nel rettilineo. Volevo cercare di superarlo ed ho quasi rischiato di perdere il controllo della macchina”, ha spiegato il tre volte iridato. Horner vede positivo lo stesso:“Nonostante il danno, Sebastian ha fatto molto bene. E’ stato rallentato da Button che non andava molto forte ma, nell’insieme, è arrivato un buon terzo posto che ci porta punti importanti in ottica campionato”. Che la Red Bull andasse forte lo ha dimostrato Mark Webber:“Le gomme dure erano le migliori. Con le morbide abbiamo potuto fare qualche giro veloce ma sapevamo che non avrebbero retto a lungo e quindi non c’erano possibilità nel finale di attaccare i piloti che mi stavano davanti”, è stato il suo commento.

    Classifica piloti F1 2013 dopo 10 GP

    1. Vettel 172

    2. Raikkonen 136

    3. Alonso 133

    4. Hamilton 122

    5. Webber 105

    6. Rosberg 84

    7. Massa 61

    8. Grosjean 49

    9. Button 39

    10. Di Resta 36

    11. Sutil 23

    12. Perez 18

    13. Vergne 13

    14. Ricciardo 11

    15. Hulkenberg 7

    16. Maldonado 1

    Classifica costruttori F1 2013 dopo 10 GP

    1. Red Bull-Renault 277

    2. Mercedes 206

    3. Ferrari 194

    4. Lotus-Renault 185

    5. Force India-Mercedes 59

    6. McLaren-Mercedes 57

    7. Toro Rosso-Ferrari 24

    8. Sauber-Ferrari 7

    9. Williams-Renault 1