GP Ungheria F1 2015, occhio ai carichi di benzina: la Ferrari si è nascosta?

Formula 1 2015: le aspettative dei piloti di Ferrari, Red Bull e Williams verso il Gran Premio di Ungheria dopo le prove libere. Chi sarà la seconda forza in campo?

da , il

    Le prove libere del Gran Premio di Ungheria 2015 di Formula 1 descrivono la solita Mercedes schiacciasassi. Il rivale più agguerrito appare stavolta, a sorpresa, la Red Bull. Tuttavia è assolutamente prematuro tirare le somme senza conoscere bene i quantitativi di carburante impiegati, per cui alla Ferrari restano ottimisti. Sono loro quelli che di solito illudevano al venerdì per poi ridimensionarsi tra qualifiche e gara. Ora, imparata la lezione e modificata la metodologia di lavoro, questo ruolo potrebbe toccare ad altri. Red Bull, appunto. Per seguire il LIVE della gara in diretta dall’Ungheria, BASTA CLICCARE QUI!

    Ferrari: tanti dubbi in vista delle qualifiche

    “Non è stata per noi un gran venerdì - ha dichiarato Sebastian Vettel sul sito ufficiale della Ferrari - Un problema elettrico al mattino e un guasto dell’ala anteriore nel pomeriggio con Kimi ci hanno rallentati. Ora occorre fare ordine, ma penso che dovremmo fare una sessione di qualifica accettabile”. Il pilota tedesco non snobba il suo ex team ma non si fida neppure delle indicazioni delle prove libere:“Per quanto riguarda la prestazione delle Red Bull, non è proprio inattesa, ma è solo venerdì e non sappiamo mai come si comportano gli altri con i loro carichi di benzina, anche se già a Silverstone si è visto che avevano fatto un passo avanti. Oggi non avevamo ritmo ed ora dobbiamo mettere tutto a posto per domani, in modo da avere un fine settimana con meno difficoltà”. Più ottimista è Kimi Raikkonen:“Il mio feeling con la macchina non era male e le gomme si sono comportate piuttosto bene, ma i tempi sul giro non sono ancora quelli che vorremmo. Abbiamo provato tante cose diverse per capire dove siamo: credo che per la qualifica si possa migliorare e trovare un po’ più di velocità per il resto del weekend”.

    | LEGGI ANCHE: ANALISI PASSO GARA |

    Ungheria: Red Bull seconda forza in campo?

    Daniel Ricciardo è bello gasato per la crescita prestazionale della Red Bull che, su una pista dove il motore conta meno, può dire la sua:“Sembriamo decisamente competitivi - ha dichiarato – abbiamo portati molti aggiornamenti e la pista si adatta alla nostra macchina. Aver avuto un buon passo in tutte le sessioni e con tutte e due le vetture è estremamente positivo. Anche quando abbiamo messo più benzina, eravamo comunque lì. Abbiamo visto che i long run sono andati bene e che le gomme soft hanno funzionato alla grande. Spero che resteremo in questa posizione anche se so che le Mercedes alla fine ci saranno davanti con entrambi i piloti. Nei confronti della Ferrari, invece, non penso che avremo un secondo ma anche fosse solo un decimo, sarebbe comunque positivo“.

    Hungaroring: Williams cercasi!

    Non è la pista per loro. E, infatti, quelli di Grove se ne stanno in disparte. La Williams promette che non si ripeterà il caso di Montecarlo quando furono sostanzialmente dei turisti a causa della scarsa competitività:“Non siamo a Monaco – ha ricordato Massa - qui il layout è diverso, l’asfalto e le gomme pure. Non è la pista migliore per noi ma possiamo avere un buon fine settimana. Anche se le prove non sono andate bene, per la gara sarà più fresco e sarà meglio per noi”. La squadra inglese si è presentata con una nuova ala anteriore che è stata provata solo da Bottas senza che destasse particolari entusiasmi. “I nuovi componenti che abbiamo portato pare abbiano funzionato – ha rivelato Rob Smedleyma il caldo estremo non ci ha creato grandi ostacoli ma ora dobbiamo mettere insieme tutti i dati per trovare la miglior soluzione in vista delle qualifiche”.