GP Ungheria F1 2015, risultati prove libere 2: sorpresa Red Bull, Ferrari in difficoltà [FOTO]

Si torna in pista all'Hungaroring, lavoro mirato in ottica gara al pomeriggio

da , il

    Il venerdì all’Hungaroring si chiude con il dominio di Lewis Hamilton. Fa il miglior giro in 23.9 nelle prove libere 2 del Gran Premio d’Ungheria 2015, sul passo gara c’è ma deve fare i conti con un gran Daniil Kvyat, secondo a 3 decimi e davanti a Ricciardo, terzo a 5 decimi. Più indietro Rosberg, a 7 decimi, davanti alla Ferrari di Raikkonen.

    Giornata difficile per Vettel, non riesce a sfruttare al meglio le gomme morbide per degli errori e un po’ di traffico di troppo nel giro veloce. Difficile giudicare il suo settimo tempo. Conforta il buon ritmo di Raikkonen sul passo gara, ma vale grossomodo quello di Kvyat, mentre a fare la differenza è stato Ricciardo. Purtroppo per l’australiano, però, a 25 minuti dal termine la power unit lo ha abbandonato con una gran fumata in pista. Per seguire il LIVE della gara in diretta dall’Ungheria, BASTA CLICCARE QUI!

    Dovrebbe trattarsi di un guasto al turbocompressore ma è una Red Bull in palla e in grado di infastidire le due Ferrari. Oggi, sono andate molto più forte. Enigmatica la Williams, rimandata a domani, quando scopriremo il vero potenziale di Bottas e Massa. Con gomme morbide, Alonso si è tolto la soddisfazione di stare davanti alle due FW37, ottavo a 1.8 secondi da Hamilton.

    Da segnalare l’assenza delle due Force India: la macchina di Perez era troppo danneggiata per ripararla in tempo, mentre Hulkenberg è stato fermato per precauzione, in attesa di scoprire le cause del guasto alla sospensione posteriore che ha mandato a muro il messicano stamane.

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA TEMPI PROVE LIBERE 2 GP UNGHERIA F1 2015

    15:30 – Mazzata di Hamilton sulle speranze degli altri: 1.28.4 e 28.6 con gomme medie… Rosberg stacca anche lui 28.6 con lo stesso compound, contro il 29.1 di Raikkonen (su gomme morbide).

    15:23 – Altro 28.8 di Raikkonen, buone impressioni da Kimi. Kvyat ha alzato il ritmo a 29.1, dal 28 medio di Kvyat. Hamilton fa 28.6. Tirando le prime conclusioni, Ricciardo è apparso il più in forma, seguito da Rosberg, Hamilton, Kvyat e Raikkonen. Williams da 1.29 basso, ora alzatosi a 30.3

    15:21 – Kvyat si lamenta del traffico, l’ultimo giro vale 29.7. Testacoda di Vettel in curva 1. Gené spiega che il venerdì non sta dando troppe informazioni alla Ferrari, difficile da valutare la prestazione Ferrari.

    Ricciardo si dice carico per il week end ed è contento della velocità nel long run. Sulla rottura, dice potrebbe essere legata al turbo. Buon 28.6 di Raikkonen, interessante il crono Ferrari. Hamilton nell’ultimo passaggio fa 28.7, ma ha gomme più usate.

    15:15 - Si è tornato a girare per il long run. Vettel in pista con le morbide, al pari di Raikkonen. Rosberg continua sul 28 alto, vedremo ora la risposta di Kvyat.

    +++ Bandiera rossa, prove sospese +++ Si è fermata la REd Bull di Ricciardo con il motore arrosto… Stava volando l’australiano. Macchina parcheggiata nel settore centrale

    15:05 – Rosberg si porta ora sui tempi delle Red Bull, i primi quattro girano tra il 28.2 di Ricciardo e il 28.7 di Kvyat. Hamilton gira in 28.5, ROsberg 28.3. Stabili (ma lente rispetto ai primi) le Williams: sono costantemente sul 29.4

    15:04 - Risponde Hamilton: 28.7, mentre Rosberg è più in difficoltà, non scende per ora sotto il 29.6. Raikkonen rientra ai box e vedremo se passerà sulle soft, le gomme privilegiate per la gara

    15:02 – Gran giro di Kvyat, parte da 28.8 con le morbide! Le Williams vanno di passo sul 29.3, Raikkonen stabile sul 30.0 e le Red Bull confermano di avere un super passo: Ricciardo inizia con 28.2, Kvyat più stabile, con 28.9 al secondo passaggio

    15:00 – Raikkonen inizia da 1.30.1 con le medie, Massa fa invece 29.5 e 29.1 con le morbide. Anche Hamilton parte da 29.1, stesso passo che sembra riuscire a tenere Sainz, al quarto giro del suo stint. Ora Raikkonen scende a 29.9, Bottas marca un 29.4 e 29.2

    14:59 – Meccanici al lavoro sulla Ferrari di Vettel, la simulazione inizierà più tardi. Testacoda di Grosjean, continua.

    14:58 – 52° C sull’asfalto, Sainz con le morbide ci dà un 29.1 di partenza, poi 29.2. Bottas 29.4 con le st esse gomme, le morbide. Grosjean anche lui sul 29 basso.

    +++ Problemi elettrici sulla Toro Rosso di Verstappen, per questo motivo non ha girato con le gomme morbide. I tecnici Renault sono al lavoro +++

    14:52 – I primi piloti a uscire in pista per simulare il passo gara sono Raikkonen (gomme medie) e Sainz (morbide), Bottas è anche lui sul compound più morbido, al pari di Grosjean e Nasr

    14:46 – Piccola sosta e poi via con le simulazioni gara, più che mai interessanti

    14:45 – Vettel riesce a chiudere un giro quasi pulito, è settimo a 1.7 di ritardo, ma certo non ha sfruttato il meglio che la gomma poteva offrire, rimedia anche più di mezzo secondo da Raikkonen

    14:43 – 1.24.451: terzo tempo di Ricciardo, davanti a Rosberg ma dietro a Kvyat

    14:40 - Vettel non riesce a fare un giro buon con le morbide, va in testacoda alla terzultima curva, è solo 14mo. I parziali non erano granché. Davanti, invece, Hamilton stacca un altro primo settore record, non cambia il riferimento: 1.23.949. Ci sono problemi sulla macchina di Verstappen, l’unico a non aver montato ancora le gomme morbide

    14:39 – Record di Kvyat nel T2, con 30.3 e un ottimo 29.8 nel T1. Daniil fa 1.24.300, secondo tempo a 351 da Hamilton. Red Bull sugli scudi, è la seconda forza all’Hungaroring. Ferrari che deve rispondere in maniera convincente, perché al momento c’è sicuramente la Red Bull a caccia delle Mercedes.

    14:38 – Rosberg balza in testa, 4 decimi e mezzo meglio di Raikkonen. Hamilton si lancia di nuovo e stavolta fa il T1 record. Vettel, dopo un buon T1, è molto nel terzo settore.

    Attenzione a Hamilton: 1.23.949, vola l’inglese. Rosberg è a 7 decimi, Raikkonen a 1.1, Sainz a 1.6 e Massa a 1.9

    14:36 – Arriva il tempo di Sainz, buon secondo, mentre si lancia Hamilton con le soft e nel T1 resta dietro al record di Raikkonen, però la Mercedes è fortissima nel tratto centrale e conclusivo. Con 29.9 Hamilton e 30.0 Rosberg, non sono i migliori in assoluto. Rosberg fa il T2 record, mentre Hamilton sbaglia in curva 4, va largo e deve abortire il giro

    14:34 – La prestazione migliore la gomma l’ha data nel primo giro lanciato. Gené spiega che il carico benzina è uguale allo stint precedente con medie.

    Sembra che i miglioramenti tra le due mescole siano molto superiori alle previsioni. Grosjean passa settimo, a 1.5 da Raikkonen

    14:32 – Dopo un giro lento, Raikkonen fa un T1 record, migliorando ulteriormente il suo tempo. Nel T2 è in linea con il valore di Hamilton e Ricciardo. Non abbassa il crono sul giro

    14:31 – Il gap previsto dalla Pirelli alla vigilia era di 1.2-1.5 secondi tra le due specifiche. Raikkonen al momento fa solo 4 decimi meglio del tempo di Hamilton con le medie. Il dubbio è sulla quantità di benzina a bordo della Ferrari

    14:30 – Migliora di 2.6 Kimi, segno di quanto ci fosse ancora margine con le medie, evidentemente inespresso

    14:28 – Raikkonen esce con le gomme morbide, insieme a lui c’è Ericsson. Vedremo quanto migliorerà rispetto all’attuale 27.512. Ricordiamo che le soft sono gomme high-working range, teoricamente più a proprio agio con queste temperature molto elevate.

    14:25 - Tranne Button e Ricciardo, tutti ai box. Non gira nemmeno Hulkenberg oggi pomeriggio, dal box Force India hanno comunicato che devono portare avanti delle indagini sul motivo che ha causato l’apertura della sospensione posteriore stamane sulla macchina di Perez.

    14:22 - Buono il giro di Ricciardo, è secondo a 4 decimi. Rosberg accusa molto sottosterzo.

    Ricordiamo che le temperature domani in qualifica saranno molto simili a oggi, domenica invece si perderanno un po’ di gradi, vedremo quanto incideranno sul comportamento delle gomme

    14:21 – I primi tre sono racchiusi in 2 decimi, poi in 8 decimi troviamo 9 piloti, da Vettel a Grosjean 12mo. Hamilton riscrive il riferimento, con due parziali record nel T2 e T3: 1.25.613, distanzia Rosberg a 5 decimi

    14:18 – Ricciardo esce dai box, seguiamo le sue prestazioni, per misurare la competitività della Red Bull. Altro gran bloccaggio in curva 1 di Hamilton, che va lungo.

    Alonso è adesso nono, con gomme medie usate, mentre tutti gli altri hanno girato con medie nuove.

    14:17 – Risale terzo Rosberg, con qualche problema di traffico. In precedenza Ericsson si è lamentato della macchina che scivolava parecchio: i 54° C stanno mandando in crisi di aderenza tutti

    14:16 – Kvyat si porta secondo, ad appena 198 millesimi. Sainz e Rosberg stanno migliorando i propri parziali, li ritroveremo anche loro davanti

    14:14 - Hamilton si prende la posizione che da stamane non ha intenzione di mollare, è davanti a Vettel di 1.2. Ora Kvyat fa il record nel T1

    14:09 – Le Williams sono ancora ai box, così come le Red Bull. Chiude il giro, invece, Raikkonen e vale la seconda prestazione, a 2 decimi da Sainz.

    14:07 - 13 piloti in pista, Vettel fa 1.28.5, Maldonado 28.7, poi arriva Sainz – occhio alle Toro Rosso in questi giorni – e stacca 27.8

    | LEGGI ANCHE: PROVE LIBERE 1, PEREZ SI RIBALTA |

    14:04- Restano tre i piloti sul circuito, Stevens ci regala il primo tempo del pomeriggio: 38.6, poi migliorato da Merhi con 32.7. Iniziano il programma anche Rosberg e Raikkonen, oltre a Vettel

    14:00 – Piloti pronti dentro le monoposto, semaforo verde: via alle prove libere 2. Stevens, Merhi e Button nell’ordine a inaugurare la pista

    13:54 – Temperatura estrema sull’asfalto, 54° C!

    13:52 – «Vuol dire niente per adesso, sono solo le libere 1 e c’è tanto da lavorare, però il potenziale c’è e vediamo di svilupparlo», commenta Kvyat a poco dal via della sessione.

    13:47 – Com’era prevedibile, Perez non riuscirà a girare in questa sessione

    13:25 - Bentornati, amici di Derapate. Tra poco saremo in diretta per seguire la seconda sessione di prove libere del venerdì all’Hungaroring. Anzitutto dovremo verificare se Perez riuscirà a prender parte alle libere dopo l’incidente del mattino, che ha comportato forti danni alla monoposto