GP Ungheria F1 2016, anteprima: chi teme la Ferrari?

GP Ungheria F1 2016, anteprima: chi teme la Ferrari?

Alla vigilia dell'Hungaroring, è la Red Bull a presentarsi come minaccia più importante per le Mercedes

da in Circuito Hungaroring F1, Ferrari F1, Formula 1 2017, GP Ungheria F1
Ultimo aggiornamento:
    GP Ungheria F1 2016, anteprima: chi teme la Ferrari?

    Fossimo reduci da altre tappe di avvicinamento, altri esiti negli ultimi gran premi, non avremmo esitato nel dire che il Gran Premio d’Ungheria 2016 è appuntamento nel quale Vettel e Raikkonen possono essere assoluti protagonisti e ambire alla vittoria. Ci riuscì Seb un anno fa, Raikkonen era in lizza per completare la doppietta, oggi però le cose stanno, paradossalmente, peggio di allora. Dietro una Mercedes destinata a fare corsa a sé per il mondiale, si inserisce con sempre più frequenza la Red Bull e non è un caso che Toto Wolff l’abbia citata direttamente alla vigilia della gara all’Hungaroring, tra le minacce principali. Per seguire la gara del GP Ungheria F1 2016 LIVE in diretta, BASTA CLICCARE QUI!

    Sarebbe bello si potesse dare una risposta, un ritorno alla competitività che manca, perlomeno per togliersi qualche soddisfazione parziale, viste le poche speranze per la caccia grossa, il titolo mondiale. Vettel è il pilota che ha perso più punti nel confronto con le prime 10 gare dello scorso anno, situazione frutto di gravi lacune tecniche, affidabilità assente soprattutto causa cambio, troppe volte sostituito e con arretramenti in griglia a rendere tutto più complicato.
    Manca anche la velocità pura, una macchina che funziona benissimo in una ristrettissima finestra e con caratteristiche di pista troppo specifiche per potersi ritenere davvero una contendente al titolo. Dall’altra parte c’è la Red Bull, che sembra fare la Ferrari del 2015, inserirsi nella lotta per il podio e per la vittoria qua e là. E’ accaduto a Monaco, potrà ripetersi in Ungheria.

    Leggi anche | Marchionne prende le redini della GeS | Ferrari, si prepara il ritorno di Brawn

    E via via che la power unit Renault incrementerà la propria competitività, ci sarà da fare i conti con sempre maggior regolarità con Verstappen e Ricciardo. Il Gran Premio d’Ungheria regala anche altri spunti interessanti, non sulle primissime posizioni, ma in quel gruppo di scuderie dietro i tre big, particolarmente folto e con trend di crescita evidenti. La Force India può far il colpo quest’anno, passare dalla quinta posizione nel Costruttori staccata nel 2015, alla quarta, a discapito di una Williams con troppi problemi aerodinamici e di gestione delle gomme per immaginare possa resistere al recupero della squadra di Mallya, guidata da un Perez in stato di grazia.

    Non ci sono più risorse da investire sui progetti attuali, tutti sono concentrati, con varie quote più o meno ampie di impegno, sulle macchine 2017, così fino al termine della stagione è irrealistico immaginarsi clamorosi capovolgimenti di fronte.

    515

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Hungaroring F1Ferrari F1Formula 1 2017GP Ungheria F1
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI