GP Ungheria F1 2016, libere Mercedes. Rosberg: “Giornata fenomenale”

Nico rinnova il contratto e si prende il miglior tempo al pomeriggio

da , il

    GP Ungheria F1 2016, libere Mercedes. Rosberg: “Giornata fenomenale”

    Guardano tutti dall’alto in basso, come sempre. Le prove libere del venerdì a Budapest hanno detto che il Gran Premio d’Ungheria sarà un affare a due: Rosberg-Hamilton. Si mettano l’anima in pace gli altri, chi sperava che, non avendo mai vinto nell’era ibrida le Frecce d’argento, si potesse trattare di pista non adatta alle W07. Hanno una velocità nettamente superiore a tutti gli altri e solo una disattenzione di Hamilton al pomeriggio, un errore di guida che lo ha portato a sbattere - nemmeno con un angolo tale da fare grandi danni, eccezion fatta per la sospensione anteriore sinistra -, ha evitato di ritrovarci con la doppietta servita nelle libere 2. Per seguire la gara del GP Ungheria F1 2016 LIVE in diretta, BASTA CLICCARE QUI!

    «Abbiamo avuto una buona prima sessione, con le mescole che hanno lavorato anche meglio di quanto non ci aspettassimo», racconta Paddy Lowe. Fortuna che ce lo dice lui, non ce n’eravamo accorti. Rosberg ha raccolto dati per tutti e su tutto: per sé e per Hamilton, sul giro secco e in configurazione gara. Per valutare gomme morbide e supermorbide. Non sarà un gran problema per Hamilton capire quale sia il comportamento delle coperture, il degrado e la strategia giusta.

    «E’ stata una giornata fenomenale per noi, sotto il punto delle prestazioni. Non significa necessariamente che domani saremo di nuovo in una tale posizione di forza, ma per ora è molto positivo. Mi sento alla grande, la macchina è molto veloce», ha spiegato un Rosberg fresco di rinnovo contrattuale (due anni, si dice). «Abbiamo fatto tutto il lavoro per qualifiche e gara, credo che il nuovo asfalto si addica alla nostra macchina, sono ottimista».

    Rosberg domina, Hamilton sbatte. Le prove libere 2 | Vettel: “Bilanciamento da migliorare”

    Un punto nel mondiale da recuperare per Hamilton, da sommare alla sessione pomeridiana persa. «Ovviamente non è stata la migliore delle sessioni per me, mi scuso con i ragazzi per tutto il duro lavoro che hanno davanti per sistemare la macchina e tornare domani ancor più forti. Per fortuna avevo un buon feeling nei pochi giri fatti e la velocità è chiaramente alla portata, speriamo domani di recuperare il tempo perso nel corso della sessione del mattino e tornare competitivi in qualifica».