GP Ungheria F1 2016: Pirelli analizza le mescole scelte

GP Ungheria F1 2016: Pirelli analizza le mescole scelte
da in Circuito Hungaroring F1, Formula 1 2017, GP Ungheria F1, Interviste Piloti F1, News F1, Paul Hembery, Pirelli F1
Ultimo aggiornamento:

    La Formula 1 tornerà in pista il prossimo weekend per il GP Ungheria F1 2016. Nello stretto e tortuoso tracciato dell’ Hungaroring, la Pirelli ha scelto di portare gli pneumatici medium, soft e supersoft, la combinazione più popolare usata durante queste prime gare dell’anno. Il Gran Premio ungherese è da sempre stato ricco di colpi di scena, essendo un tracciato più simile ad una pista da go-kart allargata che ad un circuito vero e proprio. Il meteo, spesso variabile in questo periodo dell’anno, potrebbe scombussolare ulteriormente le strategie dei team. Ma vediamo nel dettaglio le particolarità del tracciato sotto il punto di vista dei pneumatici. Per seguire la gara del GP Ungheria F1 2016 LIVE in diretta, BASTA CLICCARE QUI!

    All’Hungaroring gli pneumatici saranno sempre sotto stress, essendoci un solo vero rettilineo. La pista ungherese è nel complesso un tracciato ben bilanciato, con trazione, frenata ed energia laterale egualmente richieste. La Pirelli monitorerà il degrado delle gomme che potrebbe essere importante per le elevate temperature. Il fornitore unico di pneumatici ha deciso di portare queste tre mescole: le White medium (un set obbligatorio deve essere disponibile per la gara), è una mescola low working range, le Yellow soft (un set obbligatorio deve essere disponibile per la gara) che saranno la mescola più utilizzata in gara e le Red supersoft che saranno utilizzate in qualifica, ma anche in gara. Ad analizzare le scelte ci ha pensato Paul Hembey, direttore motorsport della Pirelli: “L’Ungheria presenta un tipo di sfida molto diversa rispetto a Silverstone, ma alcuni dei team hanno usato il recente test inglese per provare alcune soluzioni che potrebbero essere rilevanti all’Hungaroring, quindi sarà interessante vederne l’effetto – ha analizzato l’uomo Pirelli – La pista è stata completamente riasfaltata e in Austria questo fattore ha avuto un’influenza notevole: vedremo se sarà lo stesso anche in Ungheria, quindi le prove libere saranno molto importanti”.

    L’anno scorso ci furono strategie differenti nei top-team. La Ferrari, col vincitore Vettel, si fermò due volte.

    Il tedesco partì con le soft, stint centrale ancora sulle soft e finale con le gomme medie. Rosberg puntò ad un solo pit-stop per passare dalle soft alle medium. Va ricordato che nel 2015 ci fu l’entrata della Safety car a cambiare la strategia in corso d’opera. Sarà cosi anche quest’anno?

    412

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Hungaroring F1Formula 1 2017GP Ungheria F1Interviste Piloti F1News F1Paul HemberyPirelli F1
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI