GP Ungheria F1, libere 3: ali flessibili nel mirino

Formula 1: miglior tempo per Mark Webber nella terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Ungheria dove tiene banco la polemica sulle ali flessibili

da , il

    E’ di Mark Webber il miglior tempo nella terza e ultima sessione di prove libere in Ungheria. L’australiano fa meglio di Vettel e di tutti gli altri. Per la Red Bull si tratta di un dominio incontrastato che mette i propri piloti in una posizione di grande vantaggio per la qualifica che scatterà tra meno di due ore. In gara la musica potrebbe cambiare con una Ferrari sempre solidissima sul passo gara. Quello che impensierisce il team di Milton Keynes oggi, però, è altro. Si tratta della pesante polemica portata avanti dalla McLaren contro l’ala anteriore flessibile della RB6.

    PROVE LIBERE F1. C’è solo la Red Bull anche nella terza sessione di prove libere sul circuito dell’Hungaroring. Mark Webber fa segnare il giro più veloce. Sebastian Vettel fatica a stargli in scia. Fernando Alonso, comodo terzo, becca già un secondo. Kubica, quarto, un secondo e mezzo. E così via. Dietro al polacco si piazza Felipe Massa che ha trovato un bilanciamento decente solo dopo alcuni cambiamenti di assetto. Completano la top ten Hamilton, Petrov, Rosbger, Button e Hulkenberg. Come detto, in vista delle qualifiche che partiranno tra meno di due ore non si può non puntare sulla Red Bull sebbene Fernando Alonso si sia detto convinto che il gap calerà nel momento in cui si farà sul serio.

    GP Ungheria F1 2010, prove libere 3: classifica dei tempi e giri percorsi.

    1. Webber Red Bull-Renault 1m19.574s 17

    2. Vettel Red Bull-Renault 1m20.058s + 0.484s 15

    3. Alonso Ferrari 1m20.724s + 1.150s 19

    4. Kubica Renault 1m21.066s + 1.492s 19

    5. Massa Ferrari 1m21.264s + 1.690s 16

    6. Hamilton McLaren-Mercedes 1m21.376s + 1.802s 17

    7. Petrov Renault 1m21.399s + 1.825s 15

    8. Rosberg Mercedes 1m21.422s + 1.848s 18

    9. Button McLaren-Mercedes 1m21.473s + 1.899s 18

    10. Hulkenberg Williams-Cosworth 1m21.513s + 1.939s 18

    11. Barrichello Williams-Cosworth 1m21.705s + 2.131s 19

    12. Schumacher Mercedes 1m21.939s + 2.365s 15

    13. de la Rosa Sauber-Ferrari 1m22.151s + 2.577s 21

    14. Kobayashi Sauber-Ferrari 1m22.337s + 2.763s 20

    15. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m22.427s + 2.853s 19

    16. Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m22.508s + 2.934s 22

    17. Sutil Force India-Mercedes 1m22.918s + 3.344s 14

    18. Liuzzi Force India-Mercedes 1m23.708s + 4.134s 8

    19. di Grassi Virgin-Cosworth 1m24.547s + 4.973s 19

    20. Trulli Lotus-Cosworth 1m24.576s + 5.002s 22

    21. Kovalainen Lotus-Cosworth 1m24.623s + 5.049s 22

    22. Glock Virgin-Cosworth 1m24.805s + 5.231s 17

    23. Senna HRT-Cosworth 1m26.479s + 6.905s 21

    24. Yamamoto HRT-Cosworth 1m27.176s + 7.602s 21

    ALI FLESSIBILI F1. Prosegue la polemica sulle ali flessibili su alcune monoposto di Formula 1. In particolar modo, sembra una lotta aperta tra Red Bull e McLaren. “Non sto dicendo che sono illegali”, ha rimarcato il team principal di Woking. Martin Whitmarsh ha poi aggiunto:“Il fatto è che le paratie toccano l’asfalto. Sulla Red Bull queste paratie sono addirittura protette da uno scudo. Non riusciamo ad immaginare di quanto si abbassino”. Fintanto che i commisari della FIA continueranno a considerare queste ali legali, però, ai rivali non resterà che adeguarsi. Esattamente come ha fatto la Ferrari. Guai, però, a dire ai tecnici del Cavallino che la ritrovata competitività sta proprio in questa soluzione. Sono ben altri, a parer loro, gli accorgimenti vincenti montati sulla F10.