GP USA 2013, Austin: Alonso matematicamente 2° nel mondiale ma Ferrari in alto mare

Al termine del Gran Premio degli USA 2013 di Formula 1, la situazione in casa Ferrari è questa: la macchina non va

da , il

    GP USA 2013, Austin - Ferrari: Alonso matematicamente 2° nel mondiale ma il team è in alto mare

    Al termine del Gran Premio degli USA 2013 di Formula 1, la situazione in casa Ferrari è questa: la macchina non va. O, meglio, va sempre peggio rispetto alla concorrenza. Il secondo posto nel mondiale costruttori si allontana ulteriormente proprio nel giorno in cui Fernando Alonso ottiene la matematica certezza che sarà lui a passare anche stavolta agli annali come il principale, si fa per dire, antagonista di Sebastian Vettel. Lo spagnolo c’ha provato. Pur non essendo ancora al 100% fisicamente e lamentando addirittura un calo di sensibilità negli arti sinistri, ha lottato come suo solito portando a casa il massimo che significa quinto posto. Per rosicchiare 15 punti alla Mercedes in Brasile, ci vorrà un mezzo miracolo. “Dobbiamo inventarci qualcosa”, ammette l’asturiano.

    Alonso: “In Brasile dobbiamo inventarci qualcosa”

    “Finire tra i primi cinque oggi è stato un risultato molto positivo se consideriamo le difficoltà del weekend e la partenza sul lato sporco – ha dichiarato Fernando Alonso sul sito ufficiale della Ferrari - Sapevamo bene che sarebbe stato molto difficile mantenere la posizione e infatti lì abbiamo perso con Perez. Nella prima parte di gara non eravamo veloci e abbiamo deciso di conservare le gomme per poi attaccare al pit-stop. Con le Hard siamo stati più competitivi, abbiamo superato Perez e siamo andati a prendere Hulkenberg, ma anche se le cose erano migliorate, con la Mercedes era troppo dura e non siamo riusciti a batterli”. L’asso di Oviedo commenta il secondo posto tra i piloti conquistato ormai matematicamente:“Sono molto fiero per il secondo posto nel Campionato Piloti, è una piccola ricompensa per me, come essere primo tra i ‘mortali’ dopo la Red Bull. La schiena è a posto, avevo fatto un buon riscaldamento prima della gara e non mi ha dato alcun fastidio. Mi sento più stanco per tutta la tensione della corsa, ma adesso ho tre giorni per riposare e arrivare in Brasile al 100%: lì dobbiamo assolutamente migliorare perché l’obiettivo rimane sempre il secondo posto nel Mondiale Costruttori”.

    Domenicali non la mette tragica

    Non sempre l’ottimismo di Stefano Domenicali pare realmente confermato dai fatti. Stavolta sì anche perché ridotto ai minimi termini: “Questo weekend si è concluso con un risultato che certamente non ci soddisfa – ha dichiarato – È stata una gara senza grandi colpi di scena, il cui esito è stato deciso al primo giro. Ancora una volta il verdetto delle qualifiche ha condizionato la nostra prestazione e in questa particolare occasione il rammarico è più grande: il distacco dalla quinta posizione ieri era minimo e se fossimo partiti sul lato pulito della pista forse oggi avremmo potuto assistere ad una gara diversa. Ora, in vista del Brasile, dobbiamo pensare a come massimizzare il potenziale della vettura”. Anche Il team principal della Ferrari loda Alonso per il traguardo ottenuto:“Il risultato di oggi premia la straordinaria costanza di Fernando, tre volte secondo negli ultimi quattro anni nella Classifica Piloti, un piccolo premio davanti allo strapotere della Red Bull. Grazie al suo quinto posto la lotta per il secondo posto nel Campionato Costruttori rimane aperta, anche se dovremo guardarci da una Lotus in quarta posizione che sembra diventata a tutti gli effetti la seconda forza del Campionato”.

    Classifica piloti F1 2013 dopo 18 GP

    1. Vettel 372

    2. Alonso 227

    3. Hamilton 187

    4. Raikkonen 183

    5. Webber 171

    6. Rosberg 161

    7. Grosjean 132

    8. Massa 106

    9. Button 61

    10. Di Resta 48

    11. Hulkenberg 47

    12. Perez 41

    13. Sutil 29

    14. Ricciardo 19

    15. Vergne 13

    16. Gutierrez 6

    17. Bottas 4

    18. Maldonado 1

    Classifica costruttori F1 2013 dopo 18 GP

    1. Red Bull-Renault 553

    2. Mercedes 348

    3. Ferrari 333

    4. Lotus-Renault 315

    5. McLaren-Mercedes 102

    6. Force India-Mercedes 77

    7. Sauber-Ferrari 53

    8. Toro Rosso-Ferrari 32

    9. Williams-Renault 5

    Paddock Girls GP USA F1 2013 Austin