F1 GP USA 2015 a Austin, risultati: Hamilton mondiale, gara spettacolare [FOTO]

F1 GP USA 2015 a Austin, risultati: Hamilton mondiale, gara spettacolare [FOTO]
da in Circuito Austin F1, Formula 1 2017, GP Usa F1, Lewis Hamilton
Ultimo aggiornamento: Domenica 25/10/2015 22:13

    gp usa f1 2015 austin

    GP USA F1 2015, la gara a Austin. Una gara che si è fatta attendere e ha restituito tutto lo spettacolo mancato a Austin tra venerdì e sabato. Colpi di scena a ripetizione, sin dal via, quando Hamilton ha preso il comando della gara. Torna sotto la bandiera a scacchi, sempre in prima posizione, che gli vale il terzo titolo mondiale, il secondo consecutivamente. In mezzo, un’infinità di eventi, cambi di leadership, con le Red Bull a volare sull’asfalto umido, poi inesorabilmente arretrate quando si sono montate le gomme slick e le Mercedes hanno dettato legge. Rosberg ha saputo rimontare il via negativo, andando a prendersi la prima posizione, ma un errore nel finale ha consegnato il comando a Hamilton, involatosi così verso il trionfo.

    E’ una Ferrari competitiva, quella che con Vettel sale sul podio. Gran primo giro, sia per Sebastian che per Raikkonen, abili a recuperare posizioni da centro gruppo. Fatale a Kimi è stato il primo giro con gomme slick e asfalto ancora insidioso: fuoripista, danneggia ala e prese dei freni. Sarà costretto poco dopo al ritiro, non senza mettere in mostra una gran caparbietà, per disincagliare la macchina rimasta bloccata contro le barriere. Spettacolo giro dopo giro, si segnala la gran corsa di Max Verstappen, quarto, quella di Perez quinto e la rimonta di Sainz, da ultimo a sesto. Va a punti anche Button, mentre Alonso per un problema tecnico perde la 10ma posizione a vantaggio di Ricciardo, sprofondato in fondo per un contatto con Hulkenberg. Tanti piloti ritirati, ben 8. a cura di: @fabianopolimeni CLASSIFICA GP USA F1 2015 56/56 - Vettel è in scia a Rosberg, ma non a sufficienza per provare l’attacco in curva 12. Hamilton si involta verso il traguardo, le ultime curve che gli consegnano il titolo mondiale! Hamilton vince il Gran premio degli USA ed è ancora iridato, con tre gran premi di anticipo sulla conclusione. 52/56- Sainz ha quattro giri per passare Button e Perez, sono in tre in 2″1 e Carlos gira forte, può farcela. Davanti, risultato delineato e con questo arrivo Hamilton sarebbe campione del mondo per la terza volta 52/56 – Problemi al motore per ALonso, lo tengono fuori perché è a punti, con 10″5 su Rossi 50/56 - Sainz passa Alonso, che ha qualche problema, perché anche Maldonado lo supera. Peccato. Davanti vediamo un Vettel che tiene bene il terzo posto, gira a 5 decimi dai primi due. Verstappen è tranquillo in quarta, con 4″9 su Perez, che deve guardarsi da Button, 6 decimi più veloce nell’ultimo passaggio e a 1″3. Si ferma Ricciardo per l’ennesima sosta 49/56 - Sainz supera Ricciardo, Button si mete in mezzo e approfitta del contatto tra i due davanti, Ricciardo ha provato a resistere a Sainz, ma è dietro. Jenson sale settimo. Rosberg fa il giro record, 1.40.666, 4 decimi meglio di Hamilton, ma è a 2″2. Che sta facendo Button!! Passa Alonso in curva 1 ed è sesto. Che gara!! 48/56 - Le Mercedes hanno la loro grandissima forza nel fare subito il tempo limite: 1.41 per Rosberg, dà 2″6 a Vettel. Hamilton è 5 decimi più lento di Nico. Bel pacchetto in lotta tra Alonso, Perez, Ricciardo, Button, Sainz, Maldonado e Nasr, tutti vicinissimi. Sbaglia Rosberg! Perde il posteriore in curva 13 e Hamilton lo passa 46/56 – Riparte la gara! Rosberg tiene la leadership. Alonso è in scia a Vettel, che a sua volta prova su Verstappen e attacca in curva 1, ma Max tiene la posizione. Sul dritto Vettel riesce a passare in velocità Verstaeppen. Dietro c’è Maldonado aggressivo su Button, Sainz prova ad approfittarne e riesce a passare la Lotus. 44/56 - Altra fermata al box per Button. Salgono a 8 i piloti ritirati con lo stop di Kvyat. Dietro alla safety car abbiamo: Rosberg, Hamilton, Verstappen, Vettel, Alonso, Perez, Ricciardo, Button, Maldonado, Sainz, Rossi e Nasr. 43/56 – Altra safety car, Kvyat alla penultima curva è uscito largo e ha perso la macchina, che è andata contro le barriere al’interno. Errore del pilota, l’ha persa sull’erba umida. Era davanti a Ricciardo, Daniil. Rientrano ai box Hamilton e Vettel, per tutti e due gomme morbide. Verstappen resta in pista e si trova terzo. Sainz si ferma, anche Maldonado al box. 42/56 - Rosberg ha attaccato Vettel sul dritto e passato facilmente in curva 12

    Classifica gp usa f1 2015 austin (6)

    42/56 - Rosberg recupera di gran carriera e ha ripreso Vettel, nell’ultimo giro ha recuperato 2″4 ed è a 8 decimi. Davanti Hamilton ha dato 5 decimi a Sebastian. Vanno bene anche le McLaren, sul 44 medio, come Verstappen e Perez. 41/56 – Vettel gira sui tempi di Hamilton, ha 5″ di distacco dal leader. Rosberg però gira molto più veloce dietro, in 43.1. 39/56 – Riparte la gara e l’ultimo giro ha visto Hamilton girare in 2’18″0, Vettel 2’12″0, Verstappen 2’11″1. La classifica dice Hamilton, Vettel, Rosberg, Button, Perez, Alonso, Sainz, Maldonado e Kvyat. Le due Red Bull si sono fermate anche loro per cambiare gomme. Medie per il russo, morbide per l’australiano 38/56 – Red Bull danneggiata. Si ferma ai box Rosberg, conferma le gomme morbide. Comunque la Virtual Safety Car semplicemente non funziona come logica, perché Hamilton fa 2’14″8, Vettel 2’16″9, Verstappen 2’17″7, Button 2’16″5, Perez 2’15″7. Troppa disparità di prestazioni +++ Seconda Virtual Safety Car +++ andrà rimossa la Force India in curva 14 37/56 - Verstappen gira bene e tiene la quarta posizione facilmente, le Red Bull alle sue spalle non possono impensierirlo al momento. Peccato per Sainz: 5″ di penalità per aver superato il limite in corsia box. Si stanno alzando i tempi Mercedes, sono sul 43.1 e 43.3 contro il 43.7 di Vettel, che ha solo 9″6 di divario. 36/56 – Hamilton ha quasi preso Rosberg, 6 decimi di gap. Hulkenberg attacca Ricciardo in fondo al rettilineo e centra Ricciardo. Gara finita per Nico. Quanta azione in pista 35/56 - Mercedes fulmini: Rosberg e Hamilton fanno 42.9 e 42-7, contro il 45.1 di Vettel. Ma ricordiamo che dovranno fermarsi ancora Nico e Lewis. Verstappen ha passato Ricciardo e ora deve guardarsi da Hulkenberg! Davanti le Mercedes continuano sul 42 alto, Vettel si porta a 43.9. Gira forte Verstappen, 44.3 34/56 - Ricciardo sbaglia in curva 1, Vettel lo affianca e in trazione passa in curva 2! Stavolta la posizione è acquisita. Dietro Verstappen attacca e supera Kvyat in curva 11, ma Daniil prende la scia sul dritto e attacca, però l’olandese cerca la manovra su Ricciardo, che non cede. Ne beneficia Hulkenberg, passando Kvyat, ripiombato settimo. Ora teniamo d’occhio i tempi di Vettel con pista libera. 33/56 – Rosberg conserva il comando, Hamilton non è molto vicino e deve guardarsi dalle Red Bull e Vettel, ce attacca e passa Kvyat, andato lungo in curva 1. Seb è in scia a Ricciardo adesso. Sul dritto Vettel svernicia Ricciardo, che però resiste in staccata e tira la frenata, ma va lungo e Vettel è terzo!! Però poi Daniel non demorde e approfitta di un qualche lungo di Seb, quindi torna terzo e Vettel quarto. Che ripartenza! 32/56 – La SC rientrerà a fine giro. 30/56 – Tanti piloti ritirati a metà gara, ben 6 Classifica gp usa f1 2015 austin (5) 28/56 - Anche Sainz passa alle medie. morbide per Button e Maldonado, come Alonso e Nasr +++ SAFETY CAR in pista +++ Gruppo ricompattato e il gran lavoro di Rosberg viene vanificato. Ne approfittano per fermarsi Alonso, Vettel e Hulkenberg. Sebastian monta le medie, probabilmente le low working range saranno più stabili e porteranno fino al traguardo, garanzia che le morbide forse non davano. Anche Button e Perez al box. Le Force India hanno seguito la strategia Ferrari, di montare le medie 27/56 – Problemi per Raikkonen, la temperatura dei freni anteriori è troppo elevata e devono ritirare la macchina. Nel corso delle libere si era verificato un problema sui sensori, questa volta però potrebbe essere una conseguenza dell’impatto contro le barriere in precedenza. Si ferma la Sauber di Ericsson sul rettilineo tra curva 11 e 12, dice di non avere più potenza. 24/56 – Debacle Williams, ritirato anche Massa per problemi tecnici. Rosberg prosegue con un ritmo indiavolato, 1.43.5 contro il 46.0 di Ricciardo e il 44.8 di Hamilton. Vettel fa 45.1, Kvyat 47.3, Verstappen 46.1, Hulkenberg 45.0, Sainz 46.2, questi i primi otto 23/56 - Siamo in una fase di gara nella quale Rosberg detta legge. Sta ottenendo parziali record e il margine su Ricciardo cresce nettamente. Hamilton si è liberato di Kvyat, che deve guardarsi da Vettel, minaccioso a 6 decimi. Giro veloce di Rosberg: 1.43.999, 2″5 rifilati a Ricciardo, 1″1 a Hamilton. Vettel ha passato Kvyat in curva 1, è quarto Seb 22/56 - Ricciardo fa 1.49.5, Rosberg 1.47.4, Kvyat 1.49.6, come Hamilton, poi c’è Vettel: 1.47.381! Rosberg prende la scia di Ricciardo e lo passa con il DRS. Hamilton fa lo stesso con Kvyat 21/56 - Dopo 21 giri abbiamo Ricciardo al comando, con 3″1 su ROsberg, ma Daniel ha fatto un lungo. Kvyat è terzo a 4″7 ed è stato passato da Hamilton, salvo poi riprendersi la posizione. Vettel vola letteralmente, fa 1.48.9 contro l’1.53 di Hamilton. Sta andando a riprendere Lewis.

    Classifica gp usa f1 2015 austin (4)

    20/56 - Epico Raikkonen! Esce nel T1 e sbatte, rompendo l’ala. Si incastra la macchina contro il tabellone dello sponsor e Kimi prova a ripartire, pur con la macchina molto danneggiata! RIesce a disincagliarsi e torna in pista, gara alle ortiche 20/56 - Si fermano Ricciardo, Rosberg, Kvyat, Perez, Raikkonen, Sainz e Hulkenberg, tutti per passare alle slick. Hamilton resta dietro ai primi tre, andando lungo in curva 1 19/56 – Si fermano nello stesso di giro di Hamilton anche Vettel, Verstappen e Massa, tutti vanno sulle slick morbide. Ricciardo gira sempre sul 54.1, Pirelli aveva dato un crossover time a 1.48. Davanti Ricciardo ha 7″2 su Rosberg, Kvyat a 8″6, Ericsson gira in 1.54.2, quindi lo stesso tempo dei migliori su intermedie. Timing giusto per montare le slick 18/56 – Nell’ultimo girio Ricciardo ha dato un latro secondo e tre a Hamilton, si porta a 4″ di vantaggio. Si è fermato Ericsson per montare le slick morbide, stessa scelta la fa Button. Preoccupante la velocità con la quale Verstappen prende Vettel nel primo settore. Rosberg attacca Hamilton e lo passa, ma in trazione uscendo da curva 12 torna davanti Lewis, poi in curva 13 Nico risponde e sta davanti! Bravo, bravo, bravo il tedesco. Richiamano Hamilton ai box, con Kvyat in scia. Grandi problemi di gomme per Hamilton. 17/56 - Ricciardo se ne va, gira in 1.54.6 contro il 56.4 di Hamilton. Raikkonen si lamenta delle manovre difensive di Verstappen, l’olandese ha preso Vettel e cerca di attaccare, prova in curva 11 e ci riesce! Ma ora Vettel ha la scia sul rettilineo, Seb tira la staccata, Verstappen di più e va lungo, così ripassa Sebastian e Kimi può approfittarne perché è vicinissimo 16/56 – Rosberg attacca Hamilton, in crisi di trazione. Ci prova uscendo da curva 12. Kvyat segue da vicino Nico, quarto. 15/56 - Raikkonen sta attaccando Verstappen ma è Ricciardo davanti a fare il sorpasso: attacca Hamilton nel misto del T3 ed è al comando! Grandissimo attacco in curva 18 di Ricciardo. 14/56 - Raikkonen si riprende la posizione su Sainz, bella battaglia. I tempi non scendono si sta sull’1.56-57 per i migliori. Davanti Ricciardo ha 3 decimi di divario da Hamilton, Perez blocca Vettel, ha 7 decimi di vantaggio e si difende bene. Ricciardo prova in curva 2 su Hamilton, che si difende 13/56 – Sainz passa Raikkonen, Carlos approfitta di un largo di Kimi penultima curva e si lamenta col box di non riuscire a usare il DRS. Ora davanti Ricciardo ha preso Hamilton! 12/56 - Kvyat prova l’attacco all’ultima curva su Rosberg, ma va lungo e perde la posizione su Ricciardo, che ne approfitta e passa Nico in curva 1, arrivato lungo in staccata 12/56 - Dicono ad Alonso che il T1 e T3 sono quelli da gomme slick, il T2 è problematico, dove servono le intermedie. Kvyat si fa sotto a Rosberg, che non ha lo slancio per attaccare Hamilton, come sembrava alla ripartenza. 11/56 – Tempi stabili per i primi quattro, racchiusi in 2″1, poi Perez è a 9″2 da Hamilton e ha 5 decimi su Vettel, con 1″ su Verstappen, a pari distacco c’è Raikkonen, seguito da Sainz a 5 decimi, mentre Hulkenberg è 3″3 dalla Toro Rosso 10/56 - Inizia il 10mo giro, Hamilton, Rosberg e Kvyat fanno 1.57, 1.56 Ricciardo, Vettel, Verstappen, Raikkonen, Sainz, tutti e quattro 1.57 basso. Grosjean anticipa tutti, monta le gomme morbide. 9/56 - Rosberg gira nettamente più veloce di Hamilton, 2 secondi, ma dietro è Vettel a volare: 2.01.0 e Raikkonen 2’00 così come Sainz, occhio a questi tre 8/56 – Viene annunciata la fine del periodo di VSC, ripartirà a momenti la gara. Si ricomincia eRiosberg passa subito Ricciardo. Ora è terzo. Nico attacca Kvyat sul dritto e lo passa, sembra avere slancio per andare ad attaccare Hamilton! Dietro Classifica gp usa f1 2015 austin (2)

    Classifica gp usa f1 2015 austin

    7/56 – I piloti cercano chiazze d’acqua per raffreddare le gomme intermedie. In classifica sono molto indietro Massa, Maldonado e Grosjean, tra la 13ma e 15ma posizione. Alonso è 16mo e si è dovuto fermare nei giri precedenti, probabilmente per qualche contatto, come accaduto a Grosjean. Hamilton lamenta problemi di aderenza, chiede al muretto se anche Rosberg ha le stesse difficoltà. Si ritira Bottas. 6/56 - La VSC è stata esposta per ripulire i detriti in curva 1. Mentre veniva esposta, Vettel superava Hulkenberg, ora è sesto Seb. Raikkonen è ottavo, ma soprattutto Sainz è nono! Hulkenberg è sprofondato 10mo, perché è finito largo alla curva della torre, nell’attacco sferrato da Vettel. +++ VIRTUAL SAFETY CAR +++ Kvyat aveva attaccato Hamilton nel giro precedente, andando però lungo. 5/56 – Nasr è tornato ai box per miontare di nuovo le intermedie. E’ presto ancora per le slick. Bottas sprofonda ultimo e gira in 2’31″. Occhio a Kvyat, gira forte, guadagna 3 decimi a Hamilton ed è in zona DRS. Purtroppo per lui mancano i cavalli per provare l’attacco. 4/56 - Kvyat gira molto forte e si porta a 7 decimi da Hamilton, Ricciardo lo segue a 1″7, Rosberg è a 2″ da Daniel. Si crea un interessante quartetto tra Hulkenberg, Vettel, Verstappen e Raikkonen 3/56 – Ci sono detriti in curva 1 in traiettoria , lasciati dalla Sauber di Nasr, che si è fermato e ha montato le slick morbide. Ferrari all’attacco, Raikkonen prova su Verstappen, Vettel su Hulkenberg. 2/56 - Nasr ha centrato Ericsson in curva 1, ala rotta. Hamilton ha preso il largo. Vettel sta risalendo sulle FOrce India, mentre Raikkonen ha passato ira Button ed è nono. Da seguire i tempi di Bottas, che è sulle slock ma soffrirà ancora per la pista umida. 1/56 – Si spengono i semafori, Rosberg parte a rilento e Hamilton cerca l’interno e passa, accompagnando Rosberg fuori e passano i le due Red Bull. Abbiamo Hamilton, Kvyat, Ricciardo, Perez, Rosberg, Hulkenberg. Le Ferrari sono già nona e decima. Ora Kvyat prende la scia di Hamilton sul dritto verso curva 12, ma resta davanti Lewis. Vettel è già settimo, ha passato Verstappen e Button. Rosberg ha passato Perez. Il primo giro si chide con Hamiton davanti a Kvyat, Ricciardo, Rosberg, Perez, Hulkenberg, Vettel, Verstappen, Button e Raikkonen nella top ten. Super Sainz, già 11mo. Rientra Bottas per cambiare il musetto e monta gomme morbide. Ala rotta per Nasr 20:00 – Inizia il giro di formazione! Tutti i piloti partono con gomme intermedie. Via radio Hamilton ha detto al suo ingegnere che sul suo lato sembra ci sia più acqua, nella traiettoria verso curva 1. Sul rettilineo tra curva 11 e curva 12 si alza un po’ d’acqua, ma non è una situazione critica. Prestissimo vedremo i primi pit-stop

    19:50 – Diamo uno sguardo alle temperature: appena 20° C l’asfalto, valore molto molto basso per le gomme morbide, high-working range, mentre le medie low-working range potrebbero soffrire meno. Vedremo quali scelte si faranno dopo i primi giri, quando molto probabilmente dalle intermedie si andrà sulle slick 19:45 – «Partiranno con le intermedie, vedremo quando si asciugherà la pista. Non abbiamo nessun dato, il crossover dovrebbe essere sull’1’48″: meglio, sarà più interessante», spiega Paul Hembery, parlando del momento in cui si potrà passare alle gomme slick. Intanto chiude la pitlane, macchine schierate in griglia, tra 15 minuti lo spegnimento dei semafori. 19:40 - Tornando con la mente a Silverstone e le condizioni viscide sperimentate allora, ricordiamo la velocità di Vettel e Rosberg nelle condizioni più difficili da interpretare. Vedremo se sapranno ripetersi. Sicuramente una pista meno allagata dovrebbe essere un vantaggio per le Ferrari, quantomeno in termini di visibilità per la quantità d’acqua che si alzerà dalle macchine davanti. 19:33 - I piloti sono già su gomme intermedie, sembra da escludere pertanto l’utilizzo delle full wet 19:30 - Si apre la pitlane, 15 minuti per schierarsi in griglia. Non piove a Austin e saranno minuti importantissimi per valutare le condizioni dell’asfalto, vedremo inoltre se la direzione gara prescriverà l’obbligo di gomme full wet o lasceranno libertà di scelta con le intermedie 19:20 – Voglio vincere la gara, ho questo in mente, non sto pensando al campionato. Oggi voglio i punti, non prenderò decisioni stupide in pista, voglio finire primo all’ultima gara», dice Hamilton, guardando alla possibilità di diventare campione del mondo già oggi. Niente rischi, la sintesi. Tuttavia, ha dimostrato di avere una grandissima facilità di guida e velocità sul bagnato in questi giorni. 19:15 – «Il primo tempo l’ho fatto con un treno di gomme usato, peccato non aver corso la Q3, la pole position comunque è un risultato perfetto. La macchina va bene in ogni condizioni, non è un problema il meteo. Come sarà la gara è imprevedibile, può succedere di tutto e sarà importante non fare casino», ha analizzato Rosberg dopo le qualifiche 19:00 - Manca un’ora al via del gran premio. Tornando alle tattiche di gara, se dovesse crearsi una traiettoria asciutta e si potrà andare sulle gomme slick, allora il problema sarà quello della temperatura molto molto bassa, che innescherà problemi sulle mescole medie e morbide. Ci aspetta una gara imprevedibile 18:55 – Sebbene sia impossibile lanciarsi in previsioni strategiche sul fronte delle soste ai box e dell’eventuale possibilità di impiegare le slick, la corsa vivrà su un tema tecnico chiave: l’usura delle full wet e delle intermedie. Perché se non pioverà – situazione attuale in pista – si avrà la situazione di una pista aggressiva sulle gomme, che andranno a surriscaldarsi e usurarsi in fretta. 18:40 - C’è una novità sul fronte penalizzazioni. Le Ferrari pagano 10 posizioni per il cambio dei motori, ma Vettel non partirà 15, bensì 13mo, per l’arretramento di 5 posizioni della Williams di Bottas, sulla quale è stato sostituito il cambio

    1. Rosberg 2. Hamilton 3. Ricciardo 4. Kvyat 5. Perez 6. Hulkenberg 7. Massa 8. Verstappen 9. Alonso 10. Grosjean 11. Button 12. Maldonado 13. Vettel 14. Ericsson 15. Bottas 16. Nasr 17. Rossi 18. Raikkonen 19. Stevens 20. Sainz 18:35 - Condizioni meteo accettabili a Austin, non c’è più la pioggia torrenziale delle qualifiche e se dovesse restare questa la situazione non è da escludere l’impiego delle intermedie 18:20 - Buon pomeriggio, appassionati di Formula 1. La lunga giornata di Austin continua e ci porta verso la gara. Le previsioni danno un miglioramento del meteo un’ora prima dell’inizio della gara, cioè un’intensità minore della pioggia, che nel corso delle qualifiche ha portato a interrompere la sessione dopo la Q2. Non è escluso che si possa partire dietro safety car, è una situazione in divenire, che apparirà più chiara a pochi minuti dallo spegnimento dei semafori. | LEGGI ANCHE: QUALIFICHE DIMEZZATE, POLE A ROSBERG |

    3503

    PIÙ POPOLARI