GP USA Austin F1 2016, Ricciardo crede nelle supersoft: “Macchina va molto bene”

GP USA Austin F1 2016, Ricciardo crede nelle supersoft: “Macchina va molto bene”

Differenza di strategie in Red Bull dopo le qualifiche: Verstappen partirà con le morbide

da in Circuito Austin F1, Daniel Ricciardo, Formula 1 2017, GP Usa F1, Interviste Piloti F1, Max Verstappen, Qualifiche F1, Red Bull F1
Ultimo aggiornamento:
    GP USA Austin F1 2016, Ricciardo crede nelle supersoft: “Macchina va molto bene”

    Il risultato di Daniel Ricciardo nelle qualifiche del GP degli USA 2016 è notevole, perché ha rifilato quasi 2 decimi e mezzo a Max Verstappen, dimostrando di esserci quando la partita è stata serrata. Hamilton a parte, non è lontanissimo da Nico Rosberg, meno di 3 decimi dicono di una Red Bull molto competitiva, chissà se abbastanza domani in gara per mettersi tra le due Mercedes. Avranno una strategia diversificata, Ricciardo e Verstappen. Nella Q2 il pilota olandese ha scelto le gomme morbide per qualificarsi, come Hamilton e Rosberg, mentre Daniel ha puntato sulle supersoft, che nelle simulazioni di long run del venerdì erano apparse sì più veloci (non di molto) ma anche più veloci nel degradare. Quale sarà la scelta giusta?

    «Era già previsto che facessimo questa strategia, Max ha voluto provare con la soft, io mi sento più a mio agio con la supersoft, anche ieri nel long run ed è per questo che le ho scelte. Oggi è andata bene, ci aspettavamo fossero difficili da battere le Mercedes, però abbiamo un buon margine di vantaggio sulla Ferrari, la macchina funziona molto bene e vedremo domani cosa potremo fare». Il ruolo di terzo incomodo farebbe piacere a Hamilton, dovesse trovarsi in testa, per rubare punti a Rosberg. Una gara tutta da seguire anche in questa chiave di lettura.

    Qualifiche, Hamilton vola.

    Ferrari solo in terza fila| Ferrari, Raikkonen: “Una situazione lontana dall’ideale”| Hamilton: “Il risultato che conta è domani”

    Max Verstappen, prestazione in qualifica a parte, commenta la decisione della FIA di inviare una nota con la quale, di fatto, si dice che le manovre difensive in frenata, con cambio di direzione, potrebbero essere sotto esame da parte dei commissari se dovessero mettere a rischio la sicurezza del pilota che attacca. Una risposta chiara alle manovre spesso effettuate da Max, che replica: «Tanta gente si lamenta, questa è la storia. Credo che sia un nuovo modo di correre, tutti devono abituarsi, ma adesso hanno fissato un regola e la seguiremo».

    Il giro di qualifica forse è stato al di sotto delle aspettative, specialmente per il distacco di oltre 7 decimi rimediato in Q3. «A esser sincero hanno alzato il ritmo un bel po’ in qualifica. Pensavo fossimo più vicini, mi aspetto quindi che siano piuttosto forti anche sul passo gara».

    489

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Austin F1Daniel RicciardoFormula 1 2017GP Usa F1Interviste Piloti F1Max VerstappenQualifiche F1Red Bull F1
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI