GP USA F1 2012: vince Hamilton! Sul podio Vettel e Alonso

da , il

    F1 Gp Stati Uniti, Austin 2012  - hamilton

    E’ Lewis Hamilton il vincitore del Gran Premio degli USA 2012 di Formula 1. Sul circuito di Austin, il pilota McLaren è strepitoso nel non mollare mai. Partito secondo, al termine del primo giro è terzo ma si mette a spingere a testa bassa fino a quando, sfruttando al meglio il DRS, riesce a scavalcare Sebastian Vettel. Il tedesco è secondo mentre l’altra Red Bull di Mark Webber deve ritirarsi per il solito problema all’alternatore. Sul podio sale ancora una volta Fernando Alonso. Lo spagnolo non brilla ma grazie a questi risultati è ancora in piena corsa per il titolo mondiale. A punti vanno anche Felipe Massa, Jenson Button, Kimi Raikkonen, Romain Grosjean, Nico Hulkenberg, Pastor Maldonado e Bruno Senna.

    FOTOGALLERY GP USA F1 2012 – AUSTIN

    GIRO 56 Nessun sussulto fino alla fine. E’ Lewis Hamilton il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi. Dietro di lui c’è Sebastian Vettel. Fernando Alonso è sul terzo gradino del podio ad oltre mezzo minuto di distacco. Completano la top ten Felipe Massa, Jenson Button, Kimi Raikkonen, Romain Grosjean, Nico Hulkenberg, Pastor Maldonado e Bruno Senna. Clicca qui per leggere la classifica del mondiale di F1 2012 La Red Bull vince il titolo costruttori.

    GP USA F1 2012: ordine di arrivo

    1. Hamilton McLaren-Mercedes 1h35:55.269

    2. Vettel Red Bull-Renault + 0.600

    3. Alonso Ferrari + 39.200

    4. Massa Ferrari + 46.000

    5. Button McLaren-Mercedes + 56.400

    6. Raikkonen Lotus-Renault + 1:04.400

    7. Grosjean Lotus-Renault + 1:10.300

    8. Hulkenberg Force India-Mercedes + 1:13.700

    9. Maldonado Williams-Renault + 1:14.500

    10. Senna Williams-Renault + 1:15.100

    11. Perez Sauber-Ferrari + 1:24.300

    12. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 1:24.800

    13. Rosberg Mercedes + 1:25.500

    14. Kobayashi Sauber-Ferrari + 1 lap

    15. Di Resta Force India-Mercedes + 1 lap

    16. Schumacher Mercedes + 1 lap

    17. Petrov Caterham-Renault + 1 lap

    18. Kovalainen Caterham-Renault + 1 lap

    19. Glock Marussia-Cosworth + 1 lap

    20. Pic Marussia-Cosworth + 2 laps

    21. De la Rosa HRT-Cosworth + 2 laps

    22. Karthikeyan HRT-Cosworth + 2 laps

    Giro più veloce: Vettel 1:39.347

    GIRO 46 A dieci giri dalla fine, Hamilton ha 1 secondo su Vettel, 33” su Alonso, 45” su Massa, 51” su Button, 54” su Raikkonen, 55” su Grosjean, 61” su Hulkenberg, 62” su Senna e 63” su Maldonado.

    GIRO 45 Button finalmente riesce a sorpassare Raikkonen ed a salire in 5a posizione.

    GIRO 41 Hamilton sfrutta al meglio il DRS e svernicia Vettel sul rettilineo più lungo. Ora è lui in testa alla gara e, in ottica campionato, il tedesco sta guadagnando solo 3 punti su Alonso.

    GIRO 40 Hamilton è decisamente minaccioso adesso. Vettel guida con un occhio e mezzo negli specchietti.

    GIRO 39 Massa sorpassa Raikkonen. Ora è quarto.

    GIRO 38 Button supera Grosjean e sale in 6a posizione. Il pilota della McLaren vuole sfruttare al meglio il vantaggio della mescola Medium contro la Hard usata dagli altri. A soli 3 secondi davanti a lui ci sono prima Massa e poi Raikkonen.

    GIRO 35 Pit stop di Jenson Button. L’inglese ora gira con gomme medie a differenza di tutti gli altri. Rientra in pista dietro a Raikkonen, Massa e Grosjean in ottava posizione. Il gruppo guidato dal finlandese non riesce a recuperare su Alonso che ora sembra avere consolidato il terzo posto.

    GIRO 33 Hamilton ha ridotto il distacco da Vettel al di sotto del secondo. Ora può usare il DRS.

    GP USA F1 2012: diretta scritta live [FOTO]
    LaPresse

    GIRO 30 Ricciardo effettua il cambio gomme ed esce dalla top ten a favore di Senna. Pista libera per Raikkonen e Massa che sono distanziati da meno di un secondo e vedono Alonso 10” davanti a loro.

    GIRO 28 Arrivati a metà gara, la situazione è la seguente: Vettel ha un vantaggio di 1,5 secondi su Hamilton. I due hanno praticamente lo stesso passo. Button è terzo a 24 secondi e senza ancora nessun pit stop. Alonso è quarto a 27” seguito da Ricciardo a 33” (anche lui deve ancora fare il primo pit stop), Raikkonen a 34”, Massa a 35” Rosberg e Grosjean a 38”, Hulkenberg a 42”.

    GIRO 26 Pit stop di Massa. Il brasiliano rientra davanti a Ricciardo e Raikkonen ed alle spalle di Alonso. Il pilota della Toro Rosso ha ancora le gomme montate in partenza e non fatica a sorpassare il collega della Ferrari che poi deve alzare bandiera bianca anche nel confronto con Iceman.

    GIRO 25 Dopo i cambi gomme, Hamilton è nuovamente a 2” da Vettel e riprende a mettere pressioni al tedesco. Dal box Red Bull si apprende che il guasto che ha messo KO Webber riguarda ancora una volta l’alternatore.

    GIRO 24 Pit stop di Raikkonen. Il pilota della Lotus rientra subito dietro ad Alonso anche per colpa di un incertezza dei suoi meccanici. Ora è lui che deve faticare per portare le gomme Hard in temperatura.

    GIRO 22 Alonso viene superato da Button che non ha ancora cambiato le gomme. Hamilton, intanto, arriva nei tubi di scarico di Raikkonen. Anche il finlandese non si è ancora fermato per il pit stop.

    GIRO 21 Anche Vettel cambia le gomme. Tutti passano alla mescola Hard. Alonso ha difficoltà a portarle in temperatura e gira più lento dei suoi avversari diretti.

    GIRO 20 Pit stop di Hamilton e Alonso. Gli uomini in Rosso marcano a uomo l’inglese. Un piccolo problema alla gomma posteriore destra costa 2-3 secondi allo spagnolo.

    GIRO 19 Due giri lenti per Hamilton che si vede costretto a far respirare gli pneumatici. Vettel gli ha già rifilato 3 secondi di distacco! Alonso è terzo a 14” dal tedesco. Dietro di lui recuperano Raikkonen e Massa che sono, rispettivamente, a 21 e 26 secondi dalla vetta.

    GIRO 18 Pit stop di Hulkenberg che tenta la tattica a due soste. Nessuno degli altri piloti sembra intenzionato a fare altrettanto.

    GIRO 16 Un team radio informa Webber che c’è un problema al KERS. Poche curve dopo l’australiano si ritira! Ora Alonso è terzo. In zona punti entra Button.

    GIRO 14 Hamilton è arrivato nei tubi di scarico di Vettel. Vergne si ritira.

    GIRO 11 Raikkonen sorpassa Hulkenberg. Ora è quinto a 11 secondi da Alonso.

    GIRO 10 Hamilton sta arrivando nei tubi di scarico di Vettel. Alonso ora è a 10 secondi dal tedesco mentre mantiene i soliti 3 secondi di distanza da Webber che, in questo momento, è il suo unico obiettivo realistico da raggiungere.

    GIRO 09 Grosjean effettua il pit stop a seguito dell’uscita di pista. Massa supera Di Resta: ora è settimo a 6 secondi da Raikkonen.

    GIRO 08 Ecco la piega che sta prendendo la gara. Vettel ha 2 secondi su Hamilton. I due girano sugli stessi tempi con l’inglese che segna grandi intertempi nel primo settore. Webber segue con 5 secondi di distacco dalla vetta. Alonso è quarto a 8. Sia l’australiano che lo spagnolo accumulano due-tre decimi di distacco a giro.

    GIRO 05 Testacoda di Grosjean alla curva 19. Il francese scivola in 12a posizione. Massa supera Schumacher ed è ottavo. Anche Perez scavalca il tedesco che poi esce dalla top ten a favore di Senna.

    GIRO 04 Hamilton supera Webber. Ora è secondo. Dalla tabella dei tempi, risulta Vettel il più veloce con Hamilton che lo eguaglia. Più lenti Webber e Alonso. Lo spagnolo, comunque, recupera mezzo secondo all’australiano.

    GIRO 03 Abilitato l’uso del DRS. La classifica dei primi dieci è la seguente: Vettel, Webber, Hamilton, Alonso, Hulkenberg, Grosjean, Schumacher, Raikkonen, Di Resta e Massa.

    GIRO 02 Hulkenberg e Raikknen superano Schumacher e salgono rispettivamente in 5a e 6a posizione. Il tedesco è in difficoltà e viene superato anche da Grosjean che poi scavalca anche il compagno di squadra il quale viene nuovamente passato dal tedesco della Mercedes.

    GIRO 01 Partenza senza problemi! Vettel conserva il primato davanti a Webber che scavalca Hamilton. Alonso approfitta delle indecisioni di Hulkenberg e Raikkonen per passarli alla prima curva. Pochi metri dopo si sbarazza di Schumacher. E’ già quarto.

    GP USA F1 2012: diretta scritta live [FOTO]
    LaPresse

    ORE 20.00 Inizia il giro di riscaldamento. In partenza, ci si aspetta qualche difficoltà per i piloti che partono dalle posizioni pari. Solo Button e Rosberg iniziano la gara con le gomme Hard.

    ORE 19.50 Mancano dieci minuti al via del GP degli USA. Oggi le condizioni meteo sono molto diverse da quelle dei giorni precedenti. La pista è più calda di ben 15 gradi. Rispetto alle qualifiche, quindi, non ci dovrebbero essere problemi nel portare in temperatura le gomme. Ricordiamo che le mescole portate dalla Pirelli sono le Hard e le Medium. I tecnici dell’azienda italiana stimano tattiche ad un solo pit stop.

    ORE 19.45 Penultimo Gran Premio dell’anno. Alonso è 10 punti dietro a Vettel nella lotta al titolo. Lo spagnolo è chiamato ad una nuova impresa impossibile. “Non so come succederà, ma a fine gara sarò davanti a Vettel”, ha dichiarato spavaldo. Anzi, disperato! Questo significa essere campioni.

    Benvenuti alla diretta scritta del Gran Premio degli USA 2012 di Formula 1. Per restare aggiornanti su ciò che accade sul circuito di Austin, è sufficiente aggiornare questa pagina. La partenza è fissata per le ore 20.00 italiane. In Texas, in virtù delle sette ore di fuso orario, saranno le ore 13.00. In pole position c’è Sebastian Vettel. Al suo fianco in prima fila troviamo Lewis Hamilton. Mark Webber è terzo affiancato da Kimi Raikkonen. Seguono Michael Schumacher e Nico Hulkenberg. Fernando Alonso è solo settimo e nemmeno per propri meriti bensì grazie alla penalizzazione di Grosjean per sostituzione anticipata del cambio ed alla scelta della Ferrari di fare altrettanto con Massa al fine di posizionare lo spagnolo sulla corsia più gommata della pista.