GP USA F1 2013, Austin – Alonso:”Schiena OK, Ferrari come al solito” [FOTO]

Fernando Alonso non si sbilancia nel commentare le prove libere del venerdì del Gran Premio degli USA di Formula 1 2013

da , il

    alonso ferrari gp usa f1 2013 venerdì

    Fernando Alonso non si sbilancia nel commentare le prove libere del venerdì del Gran Premio degli USA di Formula 1 2013. Sul circuito di Austin la Ferrari non ha brillato in classifica dei tempi soprattutto nella seconda e più indicativa sessione ma l’impressione è che un po’ tutti abbiano fatto lavori differenziati che rendono impossibili i paragoni. L’unica certezza, sai che novità, si chiama Red Bull. Prima e inarrivabile. Sempre e comunque. Se non altro, il pilota spagnolo può consolarsi con una forma fisica migliore delle aspettative dopo il salto sul cordolo di due settimane fa ad Abu Dhabi:“Oggi non ho avuto nessun problema a tornare in pista, la mia schiena sta bene e sono riuscito a girare come sempre”, ha dichiarato sul sito della Ferrari.

    GP USA F1 2013: qui Ferrari

    “Rispetto all’anno scorso le condizioni dell’asfalto sembrano migliorate: alla prima edizione del Gran Premio era troppo nuovo e c’era un po’ di olio in pista, mentre ora c’è molto più grip. Secondo quelle che erano le aspettative oggi c’è stato molto poco degrado, normale conseguenza di una scelta ultra conservativa come quella operata qui ad Austin, dove la Pirelli ha portato pneumatici Medium e Hard. In generale non ci sono state grosse sorprese, ora aspettiamo di vedere come andrà domani e soprattutto domenica”, ha commentato Fernando Alonso nel suo intervento su ferrari.com al termine delle prove libere del venerdì del GP degli USA. Secondo Felipe Massa, è difficile capire adesso i valori in campo:“Al mattino abbiamo iniziato bene e sembrava che la pista si adattasse alle caratteristiche della nostra vettura, ma poi nel pomeriggio le cose sono cambiate e non siamo riusciti a registrare buoni tempi. La macchina è la stessa delle ultime gare. Dobbiamo capire perché siamo calati come prestazione. Forse ci ha dato noia il vento”.

    GP USA F1 2013: qui Red Bull

    Sebastian Vettel vede in Webber l’avversario più temibile. La Red Bull dominerà anche stavolta. L’australiano vuole chiudere la carriera con un’altra vittoria. Il tedesco insegue il record di successi in una stagione di F1. “Webber mi sarà vicino. Gli altri non so – ha dichiarato Vettel in conferenza stampa – La Ferrari andava bene al mattino ma poi è sparita mentre vedo una McLaren in forma che potrebbe rappresentare una sorpresa su questa pista. Infine, ovviamente, non dimentico Lotus e Mercedes”. Mark Webber ha aggiunto:“Vettel ha ottenuto il suo miglior tempo con gomme con 4 giri. E’ una buona notizia per lui, meno per me. Proverò comunque ad ottenere una pole position. Dobbiamo, però, lavorare ancora un po’ per raggiungere il miglior assetto”.

    GP USA F1 2013: qui Mercedes

    Nico Rosberg si mostra fiducioso:“Sono ottimista anche se sarà dura. Proveremo ad infastidire le Red Bull. Sono già riuscito a battere uno di loro, forse potrò farcela anche con l’altro se avrò fortuna…” Lewis Hamilton apprezza soprattutto i miglioramenti derivati dal cambio di telaio della sua Mercedes:“I long run del venerdì sono stati buoni ma contano poco ad essere onesti. Girando di più, la pista cambia. Dobbiamo, inoltre, migliorare ancora qualcosa nel setup”.