GP USA F1 2013, Austin: Alonso vede bene la Ferrari per la gara

Fernando Alonso riesce una volta a chiudere le qualifiche senza il muso lungo

da , il

    GP USA F1 2013, Austin: Alonso vede bene la Ferrari per la gara

    Fernando Alonso riesce una volta a chiudere le qualifiche senza il muso lungo. Eppure la Ferrari non è andata meglio della sesta posizione nella griglia di partenza del Gran Premio degli USA 2013 di Formula 1. Vedendo quanto è capitato a Massa, escluso dalla Q3, si capisce che lo spagnolo fa bene ad essere soddisfatto. Questo passa oggi il convento. “Pensavamo che oggi saremmo usciti alla Q2 - ha confermato Alonso ai microfoni di Sky – ma invece sono stato terzo in quella manche. Questo dimostra quanto cambi la pista con 10 gradi di differenza. Ad alcuni va meglio. Ad altri peggio”.

    Alonso: “Siamo in lotta con le Mercedes”

    “Dobbiamo pensare soprattutto a battere le Mercedes perché siamo in lotta con loro per i costruttori – ha proseguito Fernando AlonsoRosberg è davanti a Massa e io sono dietro ad Hamilton. Dobbiamo finire davanti. Questo è il nostro obiettivo”. Il pilota della Ferrari crede che il podio sia un obiettivo realistico:“L’ho ottenuto in situazioni più complicate di questa ma non voglio sbilanciarmi perché le condizioni mutano in fretta qui. L’avete visto. Punto a fare una buona partenza e poi giocarmi qualcosa nei primi giri e con la strategia”.

    Hamilton critica le gomme

    Stavolta tocca alla Mercedes lamentarsi delle gomme. Lewis Hamilton si esprime così in conferenza stampa dopo le qualifiche di Austin:“Spero in gomme migliori il prossimo anno, perché queste sono le peggiori. Il vento poi ha peggiorato la situazione. Non sono riuscito a portare gli pneumatici in temperatura: entrano e poi escono dal picco ottimale. Non sono continue. Spero domani di fare una buona gara perché non vengo da prestazioni esaltanti”. In verità l’inglese sembra più preoccupato di perdere la quinta posizione che arrivare in zona podio.

    Grosjean è il migliore degli altri

    Chi non avrà problemi a salire sul podio è Romain Grosjean. La Lotus appare solida e costante, seconda solo alle Red Bull. Lui, inoltre, scatta sufficientemente avanti per non avere problemi di traffico. “Abbiamo fatto un buon lavoro. Chiaramente la Red Bull è avanti a noi ma non ci sono altri dopo di loro. Mi aspetta una gara lunga. Speriamo di combinare qualcosa di buono con la strategia”, ha dichiarato il francese a Sky.

    Hulkenberg primo incomodo

    Nico Hulkenberg è ancora là davanti. La Sauber promette di restarci anche se il pilota tedesco minimizza le proprie possibilità di tenersi a lungo nei tubi di scarico gente come Hamilton e Alonso:“Vedo il podio molto lontano. Ho già fatto la gara della vita quest’anno quanto ero in Corea. Comunque la macchina si comporta bene e, anche se è molto sensibile al vento, con le ultime modifiche fatte nella Q3 ha risposto bene alle nuove condizioni e mi ha consentito di trovare il quarto tempo”.