GP USA F1 2016, Ferrari: cercasi emozioni e… fortuna! [VIDEO]

Formula 1, GP degli USA 2016: la Ferrari arriva ad Austin sul circuito delle Americhe con l'obiettivo di battere la Red Bull. Per poi sperare in qualche regalo della Mercedes...

da , il

    La Ferrari ha le idee chiare su come evolverà il Gran Premio degli USA 2016 di Formula 1 che sta per prendere il via. La lotta sarà contro le Red Bull per raccogliere le briciole lasciate dalla Mercedes. La differenza la faranno le scelte tattiche che vedono Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen obbligati a puntare sulla resa delle gomme più morbide rispetto ai rivali bibitari. La speranza è quella di divertirsi e divertire, soprattutto di trovare un colpo di fortuna che possa spianare il cammino per un inatteso ma quantomai agognato successo stagionale.

    Ferrari, Raikkonen: “Miglioramenti costanti”

    “Mi piace la gara di Austin: la città è bella e la gente davvero gentile. E’ un bene per la F1 e per la Ferrari che si corra negli USA, e spero di poter avere un buon weekend qui. Però adesso è difficile dire chi sarà il più veloce e che risultato porteremo a casa domenica”, ha dichiarato Kimi Raikkonen su ferrari.com. “Il circuito è interessante, molto nuovo e con un bel tracciato. Di solito qui le gare sono belle, il che è positivo sia per noi piloti che per gli spettatori. Peccato che l’anno scorso il tempo sia stato così brutto: quest’anno sembra che sia buono, vedremo. Noi intanto continuiamo a lavorare, è chiaro che in alcune gare siamo andati bene e in altre non come avremmo voluto. Stiamo lavorando bene e miglioriamo costantemente, ma c’è ancora tanto lavoro da fare, è un processo di crescita che non si arresta mai. L’ultima gara è andata bene, ma non ci ha dato il risultato che avremmo meritato: per questo ci proveremo ancora”, ha aggiunto il pilota della Ferrari

    Ferrari: 5a volta ad Austin per il GP degli USA

    La Formula 1 arriva ad Austin sul Circuito delle Americhe per la quinta volta nella sua storia. La pista, nata proprio per ospitare i bolidi del Circus, ha un layout molto interessate e la bellezza di 20 curve, quasi nessuna delle quali banale. I punti di spicco sono la prima piega a sinistra dopo il via, in salita e la curva 11 che si affronta dovendo curvare e frenare contemporaneamente. “E’ un gran circuito, con un bel disegno e continui cambi di pendenza - ha spiegato Kimi RaikkonenIl fatto di non essere tutto livellato lo rende molto interessante. Senza dubbio si può sorpassare durante la gara, ma il tratto in salita è molto breve. La pendenza aiuta a rallentare la vettura in frenata, ma la curva non è delle più semplici. In ogni caso è un circuito in cui la gara può essere emozionante”.

    Ferrari, Vettel:”Grandi fans qui in America”

    “L’anno scorso ci fu una bella gara qui, il mio primo GP degli USA con la Scuderia Ferrari fu grandioso. E poi ci sono sempre tanti fans della Scuderia che ci fanno piacere”, ha esordito Sebastian Vettel in conferenza stampa. Il pilota della Ferrari ha poi pensato subito al campionato che sta finendo:“Mancano quattro gare e per ciascuna c’è sempre una possibilità. In Giappone abbiamo fatto progressi, ma la cosa più importante è che continuiamo a batterci. Il risultato avrebbe potuto essere migliore, ma non è andata così: puntavamo al secondo posto e abbiamo provato qualcosa di diverso che non ha funzionato. Ma anche così continuiamo a provarci: le nuove componenti portate in Giappone hanno dato un buon incremento prestazionale. Tutto quello che mettiamo in macchina ha un perché. E siamo convinti di star facendo la cosa giusta”, ha assicurato il 4 volte iridato.