GP2 2010: un anno di grande equilibrio

GP2 2010, Turchia: resoconto del terzo appuntamento stagionale della GP2 in Turchia con la vittoria di Pastor Maldonado in gara 1 e di Dani Clos in gara 2

da , il

    I fenomeni ci sono, ma sono ancora troppo giovani. Le vecchie volpi vanno forte, ma non sono dei campionissimi. Risultato? Il campionato GP2 2010 stenta a trovare il solito ristretto gruppo di dominatori se non addirittura il Re assoluto dell’anno ed anche nel terzo appuntamento stagionale sul circuito di Istanbul arrivano due vincitori diversi. In Turchia salgono sul gradino più alto del podio Pastor Maldonado in gara 1 e Dani Clos in gara 2. Anche la classifica generale, comandata dall’esperto venezuelano, è cortissima

    GARA 1. Vince con dominio assoluto Pastor Maldonado pilota del team italiano Rapax. Il venezuelano mette la mani sul mondiale? E’ ancora presto per dirlo. Dietro di lui si piazza il nostro Valsecchi, campione della GP2 Asia, che comincia a far vedere segnali di ripresa dopo due pessime uscite tra Barcellona e Monaco. Sul podio sale anche Sam Bird uomo ART che inizia ad oscurare il compagno di squadra Jules Bianchi. Il giovane proveniente dalla Ferrari Driver Academy è partito male anche stavolta ed è uscito al primo giro per un incidente evitabile. Nei primi 8 ci sono anche Sergio Perez, Giedo Van der Garde, Luiz Razia, Michael Herck e Christian Vietoris.

    GP2 2010, Turchia: risultato gara 1

    1 – Pastor Maldonado – Rapax – 32 giri 52’33″219

    2 – Davide Valsecchi – iSport – 19″531

    3 – Sam Bird – ART – 23″327

    4 – Sergio Perez – Addax – 25″953

    5 – Giedo Van der Garde – Addax – 26″129

    6 – Luiz Razia – Rapax – 26″746

    7 – Michael Herck – DPR – 30″444

    8 – Christian Vietoris – Racing Engineering – 36″719

    9 – Dani Clos – Racing Engineering – 41″469

    10 – Max Chilton – Ocean – 48″582

    11 – Jerome D’Ambrosio – Dams – 49″848

    12 – Ho Pin Tung – Dams – 50″315

    13 – Johnny Cecotto – Trident – 55″996

    14 – Fabio Leimer – Ocean – 1’06″801

    15 – Oliver Turvey – iSport – 1’08″392

    16 – Josef Kral – Super Nova – 1’22″464

    17 – Rodolfo Gonzalez – Arden – 1’23″789

    Giro più veloce: Pastor Maldonado 1’37″013

    Ritirati

    1° giro – Jules Bianchi

    1° giro – Charles Pic

    11° giro – Marcus Ericsson

    25° giro – Giacomo Ricci

    27° giro – Adrian Zaugg

    29° giro – Alberto Valerio

    GARA 2. In gara 2 vince Dani Clos. Il pilota della Racing Engineering (nono in gara 1) si trova all’ottavo posto che regala la pole position nella corsa sprint dopo la squalifica di Sergio Perez dall’ordine di arrivo e approfitta al meglio dell’opportunità. Lo spagnolo guida senza commettere errori e sale sul gradino più alto del podio davanti a Luiz Razia, Giedo Van der Garde, Davide Valsecchi (bella la sua rimonta), Michael Herck e il leader del campionato Pastor Maldonado. Jules Bianchi corre in recupero dovendosi accontentare del 13° posto. Quantomeno stavolta è riuscito a vedere la bandiera a scacchi.

    GP2 2010, Turchia: risultato gara 2

    1 – Dani Clos – Racing Engineering – 23 giri 37’25″211

    2 – Luiz Razia – Rapax – 8″870

    3 – Giedo Van der Garde – Addax – 12″996

    4 – Davide Valsecchi – iSport – 13″479

    5 – Michael Herck – DPR – 14″583

    6 – Pastor Maldonado – Rapax – 19″118.

    7 – Sergio Perez – Addax – 20″080

    8 – Jerome D’Ambrosio – Dams – 20″488

    9 – Ho Pin Tung – Dams – 23″868

    10 – Sam Bird – ART – 29″560

    11 – Max Chilton – Ocean – 31″659

    12 – Johnny Cecotto – Trident – 36″1.

    13 – Jules Bianchi – ART – 40″5

    14 – Josef Kral – Super Nova – 40″625

    15 – Fabio Leimer – Ocean – 48″444

    16 – Rodolfo Gonzalez – Arden – 48″682

    17 – Giacomo Ricci – DPR – 49″061

    18 – Oliver Turvey – iSport – 1 giro.

    19 – Alberto Valerio – Coloni – 2 giri

    CLASSIFICA GP2. Pastor Maldonado comanda la classifica con 27 punti, soli 4 di vantaggio sul regolarista Dani Clos (23) che proprio ad Istanbul ha ottenuto la sua prima vittoria (in gara 2). Molti e agguerriti gli inseguitori: Razia a 20; Perez e Van der Garde a 17; Valsecchi a 13; Bird e Bianchi a 11. Le occasioni per rifarsi sono ancora molte e l’equilibrio regna costante. L’unico che pare avere lo spunto per tentare un allungo è proprio Maldonado ma se il venezuelano non riuscisse nell’azione, si ha la possibilità di vivere il campionato di GP2 più incerto della storia con molti piloti in corsa per la vittoria finale fino all’ultimissima gara.