GP2 in Spagna, gara 1: Bruno Senna sul gradino più alto e tutti pensano ad Ayrton

Eccolo qui il nipote di Ayrton che riporta il nome Senna sul gradino più alto del podio a Barcellona

da , il

    Bruno SEnna in GP2

    Eccolo qui il nipote di Ayrton che riporta il nome Senna sul gradino più alto del podio a Barcellona.

    Abbiamo parlato spesso di Bruno Senna accostando il suo nome allo zio.

    Ora che è arrivata la sua prima vittoria in GP2 series, vogliamo prendere l’evento come un punto di partenza per trattarlo, d’ora in poi, come un pilota normale. Altrimenti non se ne può più di sentire sempre le stesse storie…

    Per cui, bravo Bruno. Punto e basta. Bravo assieme al suo team a decidere di rientrare subito ai box per la sosta obbligatoria della gara 1 di GP2 e beffare un Timo Glock che altrimenti avrebbe potuto conquistare la vittoria in scioltezza.

    Il momento clou è porprio la prima curva dove la grande bagarre fa finire fuori i nostri Pantano e Filippi a causa di un irruento Conway. Per sbrogliare la situazione i commissari fanno entrare la safety car e in molti ne approfittano, come detto, per togliersi la sosta obbligatoria ai box. Non lo fanno Glock, Jimenez e Soucek e ne pagheranno le conseguenze.

    Al 26° giro, infatti, Glock è costretto a fermarsi e Senna lo riesce a superare e a non farsi più riprendere nonostate il tedesco abbia un passo di un secondo al giro più veloce. Passo che gli consente comunque di finire ancora una volta secondo e consolidare la sua classifica del campionato.

    Terzo è Lucas di Grassi. A punti va anche la Minardi di Rodriguez seguita da Boja Garcia, Aleshin, Jimenez e Villa

    GP2 Spagna, Barcellona. Gara 1. Ordine d’arrivo.

    01. Bruno Senna – Arden International – 1h02’15″237

    02. Timo Glock – iSport International – +5″333

    03. Lucas di Grassi – ART Grand Prix – +29″210

    04. Roldan Rodriguez – Minardi Piquet Sports – +30″204

    05. Borja Garcia – Durango – +48″253

    06. Mikhail Aleshin – ART Grand Prix – +52″274

    07. Sergio Jimenez – Racing Engineering – +55″994

    08. Javier Villa – Racing Engineering – +56″815

    09. Sakon Yamamoto – BCN Competicion – +1’02″269

    10. Vitaly Petrov – Campos Grand Prix – +1’14″113

    11. Ho-Pin Tung – BCN Competicion – +1’15″050

    12. C. Bakkerud – DPR – +1’27″561

    13. Kohei Hirate – Trident Racing – +1’27″922

    14. Andy Soucek – DPR – +1’41″215

    15. Kazuki Nakajima – DAMS – +2 giri

    In classifica Timo Glock scavalca Luca Filippi, rimasto all’asciutto, e lo distanzia di 6 punti. Bruno Senna si avvicina al secondo posto dell’italiano, ormai con un solo punto di vantaggio.