Gran Premio Italia: la pagella del giorno dopo

Si è corso il gran premio d'italia sul circuito storico del Mugello

da , il

    Anche il Gran Premio d’Italia è andato in archivio e sono tanti gli spunti di discussione interessanti che escono fuori dall’ennesima gara bagnata della stagione. Vince Casey Stoner, seguito sul podio dallo spagnolo Jorge Lorenzo e dal padrone di casa Valentino Rossi. Italiani protagonisti in una gara piena di colpi di scena.

    Casey Stoner8.5 – Il pilota di punta della Ducati conduce una gara attenta e precisa. Soffre nella prima parte di gara bagnata ma quando mette il muso davanti, la musica cambia e gli avversari possono solo guardarlo da lontano. Spodesta Rossi dal trono del Mugello e va in testa alla classifica mondiale. Sinfonia Ducati

    Jorge Lorenzo - 8 meno – Il ragazzo cresce bene e a parte la partenza stile bradipo, durante tutta la gara mostra la sicurezza giusta per mettere la ruota d’avanti al suo compagno di squadra. Se avesse avuto due giri in più, forse, avrebbe potuto raggiungere anche Stoner. Non si confonde con gli ormai classici cambi di moto e purtroppo per lui, oggi non può piantare il suo stendardo. Nemico Pubblico

    Valentino Rossi5 – Il podio di certo non ha consolato il Dottore dalla perdita del suo dominio incontrastato al Mugello. Nella prima parte della corsa Rossi ci offre il suo solito spettacolo: sorpassi e staccate fino alla vetta. Ma quando cambia gomme non è più competitivo e la colpa non può essere sempre dei tecnici. C’era una volta un re…

    Andrea Dovizioso7 – Anche oggi il Dovi sfiora il podio per un pelo. Se lo avesse raggiunto ai danni di Rossi, nessuno avrebbe avuto da ridire. Infiamma il pubblico del Mugello con le sue manovre azzardate ma efficaci. Ha bisogno di un episodio favorevole per dare una svolta alla stagione. Tenace

    Loris Capirossi 7.5 – Con una moto che non è alla sua altezza anche oggi gli tocca cantare e portare la croce. Ma Loris tira fuori il 200% e grazie alla sua bravura e allo scatenato pubblico del Mugello si esalta giro dopo giro. Verso la fine non può far altro che vedere i suoi avversari sfilargli d’avanti senza poter fare nulla. Highlander

    Daniel Pedrosa6 politico – Voto di incoraggiamento per lo sfortunatissimo spagnolo che anche oggi deve collezionare l’ennesimo schianto. La sua condizione fisica è un mistero ma il suo rendimento dice il contrario. Aspettiamo di vederlo in forma per giudicare. No comment

    Niccolò Canepa 6.5 – Il giovane talento nostrano esce finalmente dall’anonimato e porta a casa una prestazione onesta e convincente. Arrivare al traguardo tra i primi dieci nel Gran Premio d’Italia rappresenterà per lui, un ricordo da conservare con cura. Piccolo grande uomo

    Alex De Angelis3 – Incolore la gara di Alex, che rovina tutto il buon lavoro del suo team andandosi a sdraiare sul sabbione. Imprudente

    Nicky Hayden 2 – Inutile sparare sulla croce rossa. Smarrito