Guard rail assassini? Il 5 per mille delle tasse all’A.M.I.

Devolvi il 5 per mille all'associazione Motociclisti incolumi

da , il

    A.M.I.

    Tutti i giorni in cui un motociclista sale in sella, sia per andare al lavoro, sia per un giro fuori porta, si rende conto di quanto sia pericoloso e soprattutto di quanto siano inadeguate le infrastrutture per gli utenti a due ruote. L’A.M.I (associazione motociclisti incolumi) da anni lotta per rendere più sicure le nostre uscite in moto battendosi per migliorare la qualità delle nostre strade.

    Il cavallo di battaglia dell’associazione è la lotta contro i guard-rail. Quelli presenti nelle nostre strade sono stati progettati 60 anni fa e solo considerando le esigenza delle quattro ruote, non tenendo dunque conto di quelle dei motociclisti. Un Guard Rail è rialzato da terra da un paletto che rende la protezione una vera e propria ghigliottina in un’eventuale scivolata in moto, anche a bassissime velocità, causate magari da un asfalto viscido e infame.

    Esistono delle nuove strutture di guard-rail, molto utilizzate all’estero, che potrebbero essere impiegate in Italia, che hanno la caratteristica di non essere rialzate dalla base dell’asfalto e quindi hanno la caratteristiche di essere molto più sicure per l’esercito di 9.000.000 utenti a due ruote che ci sono nel belpaese.

    La lotta dell’A.M.I. è importante per la sicurezza di tutti. Si possono sostenere le loro battaglie devolvendo il 5 per mille delle nostre tasse scrivendo il codice fiscale 90016390529 e firmando nell’apposito spazio all’interno della dichiarazione dei redditi.