Hamilton in Mercedes, la bomba è esplosa: Schumacher ferito!

Formula 1: la notizia attesa dell'ingaggio di Hamilton da parte della Mercedes lascia un tassello ancora vuoto

da , il

    schumacher - mercato piloti f1 2013

    Con il grande godimento dei creatori di indiscrezioni e rumors, alla fine la bomba del mercato piloti di Formula 1 2013 è esplosa alla grande, dando piena ragione a coloro i quali avevano azzardato la teoria più folle: Lewis Hamilton alla Mercedes e Sergio Perez alla McLaren in sua sostituzione! Lo scenario prevedeva ovviamente il pensionamento di Michael Schumacher. Però, per come sono andate le cose – vedi annuncio Mercedes precedente ad una eventuale decisione finale sul ritiro o meno da parte del sette volte iridato – e per quella pazza idea del Kaiser di voler a tutti costi battere il record di Gran Premi disputati (detenuto attualmente dall’ex amico Barrichello), si ha la netta sensazione che la partita non sia del tutto chiusa per il grande campione. In effetti, una soluzione all’orizzonte c’è. Come avevamo anticipato nelle settimane scorse: si chiama Sauber!

    Schumacher vuole ancora correre: è evidente

    Non si può dire che l’ingaggio di Lewis Hamilton da parte della Mercedes sia stata una doccia fredda per Michael Schumacher. Il tedesco sapeva benissimo tutto sulle trattative. Il fatto che non abbia fatto coincidere la notizia bomba dell’arrivo del pilota della McLaren con quella del suo ritiro, la dice lunghissima sulla sua volontà di non ritirarsi. Avesse voluto appendere il casco al chiodo, avrebbe avuto in questi giorni l’occasione d’oro per fare un annuncio in pompa magna del tutto simile a quello del 2006 con l’arrivo in Ferrari di Kimi Raikkonen. Invece, Schumi prende ancora tempo pur accettando di fare la figura del “licenziato”. Per un orgoglioso come lui, significa solo che, a questo punto, la voglia di correre almeno per un altro anno c’è. E come se c’è. Ciò non significa che ci riuscirà. La collocazione più ovvia, sia per l’interesse nei suoi confronti, sia perché rappresenterebbe la chiusura perfetta del triangolo, è il passaggio in Sauber. Se poi qualcuno crede che dagli svizzeri sarà Felipe Massa a finirci con la considerazione che il Cavallino non lo ha ancora confermato proprio perché stava attendendo la notizia dello scaricamento di Michael da parte della Mercedes, non saremo noi a negargli questa fantasia. Né a liquidare come del tutto infondata la possibilità che Alonso abbia un compagno di squadra 44enne…

    Nessuna dichiarazione sul 2013 di Schumacher

    Michael Schumacher ringrazia la Mercedes con le solite parole di circostanza:“Sono stati tre anni molto belli che, sfortunatamente, non sono andati come sperato. Auguro a Lewis ed al team che possano raggiungere quei risultati per cui abbiamo lavorato. Ora mi concentrerò sulle prossime gare”. Ross Brawn contraccambia con altrettanta formalità:“Voglio ringraziare Michael Schumacher da parte della Mercedes per il contributo che ha dato nella crescita del team – si legge sul sito ufficiale della casa di Stoccarda – non ci ha mai fatto mancare energia e impegno. Ora saremo impegnati nel chiudere la stagione 2012 insieme”. Se siamo interessati a conoscere il futuro del fenomeno di Kerpen, riteniamo ben più importanti le esternazioni di Peter Sauber. Lo svizzero nei giorni scorsi aveva dichiarato:”Se potessi, lo ingaggerei subito”. Ora che l’eventualità è diventata più concreta, però, gioca a nascondino:“Parleremo dei nostri piloti a tempo debito. Per il momento voglio limitarmi ad augurare tutto il bene a Perez che ci ha lasciato”. Si dice che un possibile obiettivo della Sauber possa essere Jaime Alguersuari il quale ha maturato una importante esperienza come tester Pirelli ed ha annunciato:“Nel 2013 sarò sicuramente in Formula 1″. Lo spagnolo sa qualcosa in più di noi. Si ipotizza anche un suo possibile approdo in Caterham al posto di Vitaly Petrov che, nel frattempo, è rimasto senza sponsor.