Hamilton innocente! La stampa inglese insorge

dopo la decisione di togliere la vittoria del gp del belgio di f1 2008 a lewis hamilton, la stampa inglese si è scatenata contro la federazione

da , il

    Se è vero che gli amici si vedono nel momento del bisogno, Lewis Hamilton scopre adesso di averne davvero tanti. Tutti i giornali inglesi, infatti, lo difendono e prendono come loro beniamino l’ex campione del mondo Niki Lauda, il quale commenta duramente la decisione dei commissari del GP del Belgio.

    LAUDA STUPITO. “E’ la peggior decisione della storia della Formula 1 – sentenzia il tre volte campione del mondo - Hamilton non ha fatto niente di male ha tagliato la chicane perché era all’esterno ma poi ha fatto ripassare Raikkonen ed, infine, lo ha ripassato. La sua gara è stata magistrale e si può solo fargli i complimenti per come ha guidato, rischiando fino all’ultimo”.

    STAMPA ALL’ATTACCO. A scendere in campo sono tutte le principali testate del Regno Unito. C’è chi usa la parola “rapina”, chi parla di Hamilton “derubato” e chi ancora vede la decisione dei giudici come un “furto”. I sinonimi si sprecano. Il significato è sempre lo stesso. Il Mirror si chiede cosa debba fare Hamilton per arrivare a vincere il titolo mentre il Telegraph, così come il Sun, sbattono Lauda in prima pagina con il suo secco “è la decisione più sbagliata che la F1 ha mai preso”. Per l’Indipendent la decisione dei commissari è una “farsa”. Il The Guardian, infine, descrive il pilota McLaren come vittima dei giochi di potere e della forza politica della Ferrari. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.

    HAMILTON. Anche il diretto interessato, ancora incredulo, ha trovato la forza di commentare la decisione ribadendo concetti già noti:“Mi ha spinto all’esterno ed ho dovuto tagliare la chicane. Poi l’ho lasciato passare e solo dopo l’ho superato. Cosa dovevo fare di più? Non lo so”. Poi l’anglocaraibico chiude con un’ambigua nota polemica nei confronti della Federazione:“Sappiamo quali sono le cose che piacciono a loro…”

    APPELLO INAMMISSIBILE? L’ultima tegola sulla testa del pilota di casa Dennis potrebbe ancora arrivare. Se l’appello che farà il suo team sembra teoricamente in grado di restituirgli ciò che gli è stato tolto, secondo alcuni esperti potrebbe addirittura essere giudicato inammissibile rendendo così vana anche l’ultima speranza rimasta. Vedendo la pressione che la fabbrica dell’opinione pubblica sta facendo attorno alla vicenda, però, l’impressione è che la McLaren vorrà giocare le sue carte fino in fondo. E con buoni risultati.