Hayden-record con Michelin… e Valentino si mangia le mani!

Hayden-record con Michelin

da , il

    nicky hayden

    01. Nicky Hayden – Repsol HRC – 2’00″326

    Questo è quello che si legge sui tabelloni della MotoGP alla fine della terza giornata di test sul circuito malese di Sepang dove il MotoMondiale ha fatto la sua prima tappa di prove.

    In sostanza: Nicky Hayden, nuovo record di pista.

    Tanto di cappello, anzi di “casco”.

    Succede anche questo all’inizio della stagione 2008.

    Nicky Hayden, grande “rifiuto” Honda del Campionato 2007, tradito dalla casa madre e presto dimenticato anche dall’ albo d’oro delle due ruote, benchè il suo nome figuri fulgidamente tra i vincitori di un Titolo Mondiale (2006), si è ripreso.

    Ancora presto per gridare al miracolo, certo, ma la sua terza giornata di prove può essere vista come un primo grande passo per la rimonta (e la rivincita?) 2008.

    Il pilota a stelle e strisce dice: “ Le cose sono andate molto meglio degli ultimi due giorni e le mie sensazioni sono positive. Mi sento meglio rispetto all’anno scorso. Questa mattina abbiamo provato il motore a valvole pneumatiche e poi ci siamo concentrati sul motore standard e sul telaio di quest’anno, lavorando sulla messa a punto generale. Ho usato gomme da qualifica per il mio giro più veloce e devo dire che si sono comportate omolto bene. In seguito ho provato vari pneumatici anteriori perché uno dei miei punti deboli qui è che mi capito di avere dei problemi quando si surriscalda l’asfalto. Per questo ho effettuato tutte queste prove di pneumatici proprio nelle ore più calde della giornata. Inoltre abbiamo fatto una simulazione di gara e tutto è andato molto bene. Il mio miglior giro con gomme da gara è stato 2’01.6 e dopo tre giorni di prove non è male. Ho usato un 16.5” in questa prova ma ho anche provato alcuni 16” posteriori. Adesso andiamo a Phillip Island, un circuito abbastanza diverso con certe curve molto larghe, punti molto rapidi e numerosi cambi di direzione. La cosa più importante lì sono le gomme e dovremmo quindi lavorare moltissimo con la Michelin. Continueremo anche a lavorare sul motore a valvole pneumatiche. Mi fido della Honda e penso che questa potrà essere una buona stagione, con piloti molto veloci e motivati. E’ un momento emozionante e partiamo tutti da zero“.

    E tutto questo, con le gomme Michelin… chissà Valentino quanto starà mangiandosi le mani…?