Honda: Dovizioso si riprende a Sepang

Il centauro italiano della Honda HRC, Andrea Dovizioso è decisamente soddisfatto del secondo atto dei test pre-stagione andati in scena sul circuito internazionale di Sepang

da , il

    Il pilota italiano della Honda ufficiale, Andrea Dovizioso è complessivamente soddisfatto dei test svolti sul tracciato internazionale di Sepang. Soprattutto nella prima giornata, il forlivese del Team Repsol ha fatto grandi passi in avanti rispetto al test di tre settimane fa, conquistando il terzo tempo provvisorio alle spalle del compagno di squadra, Dani Pedrosa e del campione mondiale della MotoGP, Valentino Rossi. Anche se dovrà lavorare sulle gomme da tempo e ha avuto problemi nei successivi giorni, il Dovi continua lo sviluppo della Honda RC212V in vista dell’inizio della stagione ufficiale classe regina 2010.

    Dopo aver ottenuto il terzo miglior tempo, nella prima giornata delle prove a Sepang, il centauro italiano della Honda HRC, Andrea Dovizioso non ha potuto continuare il lavoro di sviluppo sulla Honda RC212V e a sfruttare le novità tecniche proposte dalla squadra per migliorare le prestazioni delle nuove sospensioni e sul motore, a causa di alcune difficoltà legate all’utilizzo delle gomme.

    Nonostante queste piccole difficoltà, che potrebbero rappresentare un problema durante le qualifiche dei Gran Premi, Dovizioso è decisamente soddisfatto del secondo atto dei test pre-stagione andati in scena in Malesia, perchè qui il team Repsol ha effettuato una simulazione di gara dove il Dovi ha ottenuto il settimo tempo complessivo.

    Se consideriamo i due giorni in totale, questa seconda sessione di test ha rappresentato un grande passo in avanti per la Honda ufficiale, rispetto alle prove sostenuto all’inizio di febbraio e il centauro italiano può guardare con fiducia ai prossimi test in Qatar: “abbiamo fatto una simulazione di gara e il ritmo con gomme da gara è stato buono. Oggi non posso essere completamente soddisfatto, sono settimo nella classifica dei tempi e questo è successo perché non sono stato in grado di utilizzare le gomme morbide per migliorare il tempo sul giro. È qualcosa che dovremo analizzare per ottenere una buona posizione in griglia per la gara, sarà importante. Naturalmente c’è ancora molto lavoro da fare per avvicinarsi a Rossi e Stoner, ma in ogni caso sono molto fiducioso.”