Honda F1, la lezione di Mr. Brawn

la honda raccoglie un insperato podio con rubens barrichello nel gran premio di gran bretagna a silverstone edizione 2008

da , il

    E’ giusto che in Ferrari non lo rimpiangano, ma fanno altrettanto bene alla Honda a coccolarselo. Nick Fry l’ha voluto ed ora, per la prima volta da inizio stagione, il mago delle strategie Ross Brawn porta in mondovisione il frutto del suo lavoro. Quello vero, però, resta dietro le quinte e sarà giudicabile solo dal 2009.

    GIUDIZIO SOSPESO. Per giudicare veramente l’apporto di Brawn alla squadra, infatti, si dovrà aspettare la prossima stagione quando la Honda avrà cominciato a raccogliere ciò che in questi mesi il tecnico inglese sta seminando. C’è sicuramente lui, ad esempio, dietro all’idea di abbandonare immediatamente il fallimentare progetto RA108 per puntare con un anno d’anticipo su regolamenti e disegni 2009. In fin dei conti alla Honda avevano bisogno, prima ancora di uno stratega coi fiocchi, di un superbo organizzatore ed è proprio su questo secondo aspetto che Brawn sta concentrando i suoi principali sforzi.

    GIUDIZIO FANTASTICO. Chi non sta nella pelle dalla felicità è Rubens Barrichello. Già dato per bollito da alcuni, lui rispolvera una tempra da giovincello e come a Donington nel 1993 (la prima di una lunga serie di prestazioni maiuscole sul bagnato) si mette in mostra sotto l’acqua andando contro ogni pronostico. Quello della Honda è un lavoro di squadra a metà tra l’intuizione del box e l’esecuzione di un pilota in giornata di grazia. “E’ fantastico essere tornati sul podio dopo una gara cosi’ emozionante, nella quale le condizioni meteorologiche ci hanno aiutato a ottenere il massimo dalla monoposto – ha affermato il brasiliano - La decisione piu’ importante e’ stata passare alle gomme da bagnato estremo proprio quando la pioggia si e’ intensificata a meta’ gara. in quanto riuscivo a superare gli avversari con grande facilita’ ed era bellissimo”.

    PRIMO PODIO. Per la Honda è il primo podio conquistato dal GP del Brasile del 2006. Per un team con tali budget e ambizioni è un qualcosa di clamoroso. A fare il punto della situazione è proprio Ross Brawn che, al di là del risultato, pensa al campionato ed al morale della ciurma:“La conquista del primo podio stagionale e’ una grossa iniezione di fiducia per tutto il team, sia per lo staff di pista, sia per il personale impegnato nel nostro stabilimento. È una doppia soddisfazione avere centrato questo risultato nella nostra gara di casa, a cosi’ pochi chilometri dalle nostre strutture inglesi di Brackley e di Bracknell. Inoltre, abbiamo raccolto sei punti estremamente preziosi, che nel resto della stagione ci metteranno nelle condizioni di lottare per il sesto posto della classifica Costruttori.?