Honda F1, presentata la RA108

Honda F1, presentata la RA108

da , il

    Honda F1, presentata la RA108

    Dopo l’anteprima nei test di Valencia della settimana scorsa, è stata presentata a Brackley, nella sede operativa del team, la Honda RA108 con la livrea ufficiale della stagione 2008.

    Resta il mappamondo, simbolo del rinnovato impegno ecologista della casa nipponica, ma viene “emarginato” alla sola parte posteriore della vettura per dare spazio al più classico bianco Honda.

    Tocca a Alex Wurz presentare la vettura 2008. Il neo collaudatore ha guidato davanti ad oltre 300 giornalisti all?interno di una corsia box ricavata nell?auditorium della sede.

    L’occasione è stata colta dai vertici delle scuderia per fare il punto sui piani 2008 e nel lungo periodo. Il punto chiave del rinnovamente Honda starebbe nel totale cambiamento nella filosofia di progettazione, dall’ideazione alla realizzazione, facendo leva sia sulle risorse esistenti che sulle nuove e più ampie competenze acquisite in alcune aree chiave. Il tutto senza dimenticare tutte e 3 le strutture presenti: Brackley e Bracknell nel Regno Unito e il centro di R&S Honda di Tochigi in Giappone.

    Altro punto di forza, secondo la Honda, è nella continuità e nell’esperienza dei propri piloti. Con l’arrivo di Wurz come test driver e con una coppia di veterani ormai collaudati come Button e Barrichello, a Brackley si dicono sicuri di avere al volante gli uomini giusti per una delicata fase di rilancio come l’attuale.

    Ross Brawn, Team Principal ha analizzato punto per punto la novità tecniche della monoposto.

    Filosofia progettuale:“La monoposto RA108 è radicalmente diversa da quelle che l?hanno preceduta in termini di concezione aerodinamica e meccanica. La nuova filosofia di progettazione intende rendere più flessibile e facile da aggiornare il pacchetto aerodinamico, allo scopo di facilitare l?introduzione di evoluzioni e soluzioni mirate durante la stagione”.

    Telaio:?Ci siamo concentrati soprattutto sull?efficienza aerodinamica e sulla stabilità. Questo ha portato a rivedere il telaio per integrarlo al meglio con la nuova sospensione e con la possibilità di costante evoluzione dei pacchetti aerodinamici”.

    Motore:?Il motore Honda RA808E è soggetto alle normative FIA in merito all?omologazione dei motori, quindi la stragrande maggioranza dei suoi componenti rimarrà inalterata. Abbiamo però modificato la geometria degli scarichi e la presa d?aria per adeguarle al nuovo pacchetto aerodinamico della RA108″

    Elettronica:?L?implementazione della centralina elettronica e del software standardizzati della FIA ci ha costretti a un intenso programma di prove invernali per integrare al meglio il nuovo sistema nel motore, nel cambio e nei sistemi del telaio della nuova RA108. Il controllo di trazione e altri ausili di guida sono stati rimossi dalla vettura. Il talento dei piloti ora avrà maggiore impatto sui risultati delle gare”.

    Sicurezza:?Il progetto della RA108 è pienamente conforme alle normative di sicurezza della FIA e ai requisiti dei crash test per le strutture di impatto, quali il musetto, la monoscocca e la struttura di impatto posteriore. Inoltre, abbiamo aumentato la protezione del pilota nell?area del poggiatesta.?

    Obiettivi 2008:?Il nostro obiettivo per il 2008 è quello di riprenderci la posizione che occupavamo nella seconda parte della stagione 2006, quando Honda lottava per la zona punti in ogni gara. Solo allora avremo una base stabile che ci consentirà un?ulteriore evoluzione della vettura, necessaria per puntare a risultati più ambiziosi”.

    Anche Nick Fry, Direttore generale, ha ribadito ai cronisti:“Dopo un anno non all’altezza della aspettative è stato deciso di prendere nuove risorse per rafforzare quelle già esistenti. In particolare l’arrivo di Ross Brawn ha cambiato clima e dato fiducia alla squadra. Vogliamo riscattarci dal disastroso 2007 e credo che la RA108 ci consentirà di farlo”.