Honda: Simoncelli pronto per Sepang

Il debuttante Marco Simoncelli si dice pronto e concentrato per i test di Dicembre sul tracciato di Sepang, riservati agli esordienti in MotoGP

da , il

    Il nuovo centauro delle Honda MotoGP di Fausto Gresini, Marco Simoncelli non vede l’ora di scendere in pista per i test di Sepang, riservati ai debuttanti della classe regina. Il pilota ex campione mondiale della classe 250cc, in Malesia, avrà l’occasione di incontrare nuovamente il rivale della scorsa stagione, Hiroshi Aoyama. Durante i test che inizieranno fra meno di una settimana, Super Sic potrà utilizzare solo la versione 2009 della RC212V, perché le versioni 2010 della Honda satellite, non saranno assemblate fino alla seconda metà del mese di gennaio. Per il nuovo compagno di squadra di Marco Melandri, sarà comunque una buona occasione per prendere confidenza con la potenza dei motori MotoGP.

    Dopo tanta attesa, finalmente, gli appassionati delle due ruote potranno riprendere fiato dalla lunga pausa invernale e riassaporare un pezzetto di Motomondiale. Infatti, a partire dalla prossima settimana, sul circuito malese di Sepang, avrà luogo una tre giorni di test riservati esclusivamente ai debuttanti della MotoGP, alla quale parteciperà il pilota italiano, Marco Simoncelli.

    L’ex campione della classe 250cc girerà sul circuito di Sepang, insieme al nemico pubblico numero uno della scorsa e ultima stagione della quarto di litro, Hiroshi Aoyama, perchè gli altri rookies della classe regina hanno già effettuato i propri test all’Estoril e sulla pista di Jerez de la Frontera, come per esempio Alvaro Bautista ed Hector Barbera.

    Marco Simoncelli, chiamato da Fausto Gresini per affiancare Marco Melandri, potrà compiere i suoi test solo con la versione 2009 della Honda satellite, poichè la nuova moto sarà assemblata durante il prossimo mese di Gennaio.

    Nonostante questo, Simoncelli crede che Sepang possa rappresentare una buona occasione per prendere confidenza con le nuove regole della classe regina: “questo test sarà fondamentale, perchè con le nuove regole per ridurre i costi alla fine i test saranno molto pochi e in più due sullo stesso circuito, quindi diciamo sarà più difficile secondo me rispetto agli altri anni essere competitivi subito per un debuttante. In questo momento è più un problema mio che della moto, devo adattarmi alla MotoGP”.