Il fallimento Ducati a Donington

Dopo il fallimento delle Ducati A donington park, Livio Suppo offre la sua opinione sulla sgangherata scelta dei piloti di montare gomme da bagnato, nonostante tutti gli altri riders avessero optato per le slick

da , il

    Dopo la batosta del British Grand Prix, la Ducati prova ad analizzare, a bocce ferme, i motivi della disfatta della trasferta inglese. L’errata scelta di gomme sull’umido tracciato britannico ha portato le Desmosedici di Nicky Hayden e Casey Stoner a tagliare il traguardo tra le ultime posizioni.

    Con la mazzata presa a Donington, la Ducati, molto probabilmente, dice addio alle sue chances mondiali. Infatti, il pretendente al titolo, Casey Stoner, ha tagliato il traguardo in quattordicesima piazza e non è riuscito a raccimulare punti iridati per il suo obbiettivo stagionale.

    Nei quartieri alti di Borgo Panigale, il direttore del progetto Ducati Motogp, Livio Suppo, ha provato a dare una spiegazione plausibile per la figuraccia rimediata settimana scorsa:”Abbiamo giocato una grossa scommessa ma non ha funzionato. In realtà abbiamo informato i piloti che tutti gli altri avevano montato le slick e che per noi era quella la scelta giusta, ma entrambi sono stati decisi nel ritenere le condizioni della pista troppo rischiose. In fondo, in questo tipo di condizioni insidiose quello che conta è il loro istinto. un buon risultato alla ripresa della stagione.”

    Quindi, secondo le parole di Suppo, la scelta di montare gomme da bagnato sulle due Desmo, è da attribuire al libero arbitrio dei due piloti e dunque la colpa dell’assurda gara di Donington Park sarebbe tutta dei centauri.

    Certo è che, se sul tracciato britannico si fosse scatenato il diluvio universale, saremmo qui a celebrare il trionfo del bolide italiano. Purtroppo non è andata così e Livio Suppo ha tutti i motivi per ricriminare sulle scelte dei suoi corridori:”Se fosse piovuto forte magari staremmo celebrando un grande successo ma non è andata così e dobbiamo accettarlo.”

    Anche se il campionato mondiale possa sembrare off limits per Stoner, la gara inglese ci ha insegnato che questa disciplina sportiva è piena di colpi di scena e la Desmosedici ha il potenziale giusto per essere in grado di ribaltare la situazione. Ecco, a proposito, le parole di Livio Suppo: “In ogni caso bisogna pensare in positivo: il potenziale è lì, la moto va bene e sappiamo che i nostri piloti hanno la possibilità di ottenere.”